UGC nella tua strategia di Content Marketing: best practice

Applicare l’UGC nella tua strategia di Content Marketing è più che necessario. E una semplice azione quotidiana e ora ti mostriamo perché ne vale la pena. Quante volte, prima di premere il pulsante di acquisto, hai preferito scorrere verso il basso per leggere le recensioni di altri clienti e convincerti che stai facendo la cosa giusta?

Se lo hai fatto, sei stato influenzato dall’UGC. E non sei l’unico. Il 64% dei consumatori cerca attivamente recensioni e testimonianze prima di effettuare un acquisto.

Come sai, l’UGC è il contenuto generato da utenti, follower o fan di un brand. Tuttavia, solo coloro che conoscono il potenziale di questo tipo di contenuto sanno come applicare l’UGC nelle loro strategie di marketing.

Perché hai bisogno dei contenuti dei tuoi utenti?

Dai un’occhiata a questi dati per capire perché hai bisogno dell’UGC nella tua strategia di Content Marketing:

  • Il valore del brand aumenta del 28% quando gli utenti sono esposti a contenuti creati dagli utenti mescolati con contenuti professionali.
  • I consumatori di età compresa tra 25 e 54 anni creano e condividono il 70% di tutti gli UGC.
  • I video generati dall’utente su YouTube ottengono 10 volte più visite rispetto ai contenuti generati dal brand.
  • Il 93% dei consumatori ritiene che l’UGC sia utile per prendere decisioni di acquisto.
  • UGC produce il 29% in più di conversioni web rispetto alle campagne create dal brand.
  • Le recensioni dei consumatori su un sito Web possono aumentare le conversioni del 74%.
  • Il 71% dei consumatori si sente più a suo agio nell’acquistare un prodotto dopo aver letto diverse recensioni online.

Hai bisogno di UGC nella tua strategia di Content Marketing

I dati sopra menzionati sono legati all’engagement e alle conversioni. Tuttavia, l’applicazione dell’UGC nella strategia di Content Marketing può anche generare vantaggi a livello di credibilità, rafforzamento del brand e traffico web.

  • Il 70% dei consumatori fa più affidamento sulle raccomandazioni di altri utenti che sul contenuto creato da un brand.
  • Il 44% dei Millennials si fida di consumatori sconosciuti quando prende decisioni di acquisto.
  • L’87% dei brand utilizza questi contenuti. Devi avere l’UGC nella tua strategia di Content Marketing per avere contenuti autentici. Il 72% delle aziende afferma che questa tecnica aiuta ad attirare il target.
  • L’86% dei Millennials ritiene che l’UGC sia un buon indicatore della qualità del brand.
  • I Millennials ritengono che i contenuti generati dagli utenti siano migliori per il 35% rispetto agli altri contenuti e fanno sì che l’azienda sia il 50% più affidabile.
  • Se applichi l’UGC nella tua strategia di Content Marketing, otterrai un aumento del 20% nel ritorno dei visitatori, che aumenterà del 90% il tempo trascorso sul tuo sito web.
  • Il 25% dei risultati della ricerca per i 20 marchi più importanti al mondo sono link a contenuti creati dagli utenti.

Best practice per l’UGC nella tua strategia di Content Marketing

Ora sai perché devi applicare UGC nella tua strategia di Content Marketing. Devi solo definire come farlo. I passi principali per sviluppare una buona strategia sono i seguenti:

  • Scegli le piattaforme più appropriate per ogni campagna. Ci sono due punti molto importanti. Devi sapere dove si sposta il tuo pubblico target online. Ma devi anche determinare dove, i tuoi sostenitori del brand potrebbero essere più potenti.
  • Definisci gli obiettivi per applicare l’UGC nella tua strategia di Content Marketing:
    • Ottenere il riconoscimento del brand e rafforzare la reputazione online.
    • Attirare nuovi potenziali contatti.
    • Costruire credibilità e autorevolezza.
    • Avere un miglior servizio clienti.
    • Lealtà verso i clienti attuali e nuovi.
    • Migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.
    • Attirare nuove opportunità.
    • Ecc.
  • Dì al tuo pubblico quali contenuti vuoi venga creato. Gli utenti hanno bisogno di una tua guida. Solo allora sapranno che tipo di contenuto creare.
  • Concentrati sulla creazione di una community solida.
  • Analizza e misura i risultati.

Questi sono i passaggi che devi seguire per applicare l’UGC nella tua strategia di Content Marketing. Tuttavia, ci sono alcune best practices che dovresti anche applicare per garantire che la tua strategia funzioni.

1.- Chiedi sempre il permesso

Il più delle volte è possibile ottenere diritti d’autore o licenze semplicemente chiedendo all’utente l’autorizzazione per utilizzare il suo contenuto. È facile trovare l’autore di un pezzo indipendentemente dal formato in cui si trova il contenuto. Ma dovresti sempre assicurarti di farlo.

Tieni presente che non tutto ciò che trovi su Internet è gratuito. Estrapolare pezzi dai social network può sembrare estremamente facile ma non è sempre la scelta migliore. Molti utenti conoscono bene i loro diritti e agiranno se non vengono consultati previamente.

2.- Verifica quale copyright richiede la tua campagna

Una volta ottenuta l’autorizzazione da parte dell’utente, chiarisci quale tipo di autorizzazione serve per utilizzare quel contenuto. Se l’autore ti dà il suo copyright, significa che ti darà l’accesso a tutto il contenuto.

3.- Utilizzare l’incorporamento come soluzione alternativa

Esistono diversi social network che offrono alternative per applicare l’UGC nella strategia di Content Marketing senza l’autorizzazione dell’autore. Si tratta di incorporare il pezzo.

In questo modo, chiunque può vedere il contenuto ma anche sapere da chi è stato creato e condiviso sui social network. In questo modo ti assicurerai di non violare alcun diritto.

4.- Resta aggiornato per contenuti pubblici e privati

Nei social network ci sono molti account che sono privati. Piattaforme come YouTube e Twitter sono di dominio pubblico. Tuttavia, Instagram e Facebook offrono ai loro utenti ottime opzioni di privacy, per proteggere quegli utenti che affermano di non voler condividere i propri dati. Ciò significa che non dovresti mai utilizzare il contenuto di account privati.

5.- Usa gli hashtag quando si tratta di interagire con gli utenti

L’utilizzo di hashtag è un modo semplice per evitare le autorizzazioni. Puoi usare l’UGC nella tua strategia di Content Marketing cercando il tuo hashtag e raccogliendo i pezzi che compaiono in quell’elenco. In questo modo, gli utenti forniranno consapevolmente UGC ed eviteranno problemi.

6.- Rendi sempre chiaro chi sei e cosa fai

Se contatti un utente presentandoti e pubblicizzando il tuo brand e i suoi obiettivi, non avrai problemi. Soprattutto se l’utente ha creato quel pezzo intenzionalmente o è un cliente del brand stesso.

L’importante, in questo caso, è chiarire come verrà utilizzato quel pezzo e per quale scopo. Cioè, non devi manipolare o alterare la sua natura per adattarla alle tue necessità.

7.- Utilizza diversi messaggi predefiniti per richiedere i diritti

Contattare l’autore di un pezzo con diverse e-mail non è il modo ideale per affrontare la situazione. L’ultima cosa che l’utente desidera è notare che le e-mail potrebbero essere create da un robot. Ecco perché devi evitare questa situazione.

Puoi farlo creando una selezione di messaggi generali che dicono la stessa cosa in diversi modi. Ti aiuterà a comunicare che il tuo brand è umano, che c’è una persona dietro lo schermo farà in modo che l’utente non lo percepisca come spam.

8.- Filtra il contenuto che trovi

Quando sviluppi l’UGC nella tua strategia di Content Marketing non avrai il controllo completo su tutto il contenuto generato dagli utenti. In teoria, qualsiasi utente può pubblicare ciò che desidera sul tuo brand, i tuoi servizi o i tuoi prodotti.

I contenuti generati dagli utenti possono spesso essere costituiti da video amatoriali, aggiornamenti dello stato di Facebook o tweet pieni di problemi grammaticali che non rispecchiano la tua attività. La chiave, in questo caso, è filtrare attentamente l’UGC che non soddisfa i requisiti del tuo brand.

9.- Appoggiati agli utenti per ottenere visibilità

Puoi anche sfruttare il tuo pubblico per raggiungere una reach più ampia. Soprattutto in termini di distribuzione dei contenuti. Ad esempio, se stai organizzando un concorso per incoraggiare gli utenti a generare contenuti sul brand, puoi proporre ulteriori vantaggi. Puoi chiedere al tuo pubblico di condividere il concorso su altre piattaforme, ecc.

Naturalmente, coinvolgere gli influencers dell’UGC nella tua strategia di Content Marketing sarà un modo sicuro per espandere la reach. E per questo, la piattaforma content marketing professionale Coobis ha la soluzione.

Puoi ottenere una maggiore visibilità per il tuo brand con contenuti di qualità sui tuoi social network e sul tuo sito web. Abbiamo più di 10.000 editors disposti a collaborare con te per progettare e creare contenuti di qualità per la tua attività. Così l’UGC nella tua strategia di Content Marketing diventerà realtà. E con buoni risultati.