Trucchi per trovare le migliori parole chiave per il tuo blog

Per posizionarti nelle prime posizioni del ranking dei motori di ricerca, è necessario effettuare una ricerca per parole chiave e trovare le migliori parole chiave per il tuo blog.

Qualunque sia lo scopo del tuo blog, iniziare a creare articoli può essere un compito difficile. Tuttavia, può darti un’ottima visibilità del brand se riesci a posizionarlo bene. Per fare ciò dovrai prima conoscere il tema del tuo blog e in secondo luogo elaborare una strategia.

Dopo aver scelto l’argomento giusto in base alle tendenze di ricerca correnti, il passaggio successivo è scegliere le parole chiave nel tuo articolo. Trovare le parole chiave giuste ti aiuterà a ottimizzare i tuoi contenuti al massimo.

Non importa quanto siano buoni i tuoi contenuti se non compaiono nelle prime pagine dei motori di ricerca, nessuno ti leggerà. E questo è l’obiettivo principale di un blog: ottenere molte visite dal tuo pubblico target. Usa questi segreti per trovare le migliori parole chiave che ti aiutano a ottenere traffico redditizio.

Trucchi per trovare le migliori parole chiave per il tuo blog

L’ottimizzazione dei motori di ricerca è in costante evoluzione a causa di alcuni aggiornamenti dell’algoritmo. Tuttavia, ciò che non cambia mai è la necessità di includere parole chiave nel contenuto del tuo sito Web.

Solo allora puoi ottenere un buon posizionamento. Ma come trovi le migliori parole chiave? Con gli strumenti giusti e alcuni dei seguenti trucchi:

1.- Parole chiave a coda lunga

Le parole chiave long-tail sono frasi di quattro, cinque o più parole, che funzionano per gli utenti che cercano termini più lunghi. Questi utenti sono nella fase finale della canalizzazione di conversione. Da qui il motivo di ricerche più specifiche. Nella maggior parte dei casi sanno cosa vogliono.

Sebbene il volume di ricerca di queste parole chiave generiche sia inferiore, le parole chiave a coda lunga attirano il traffico target che stai davvero cercando di raggiungere con il tuo sito web.

Inoltre, poiché le parole chiave a coda lunga non sono generalmente competitive come le parole chiave più brevi, possono essere molto più facili da posizionare. Ciò significa che è più probabile che aumenti il tuo traffico.

Come trovare le migliori parole chiave coda lunga? I titoli dei prodotti sono un buon punto di partenza. Cerca le parole chiave di prodotti o servizi in Google Keyword Planner, ad esempio. Se lo fai in questo modo, assicurati di selezionare la casella “Corrispondenza esatta”.

2.- Utilizzare l’indicizzazione semantica latente

Conosciuto come LSI nel suo acronimo in inglese, questo segreto per trovare le migliori parole chiave implica l’uso di termini correlati, oltre alle principali frasi chiave.

Ciò che fa l’indicizzazione semantica latente è cercare di comprendere i termini e i concetti correlati che circondano il contesto di una determinata parola chiave. Serve per comprendere meglio la semantica che circonda una parola chiave specifica e offre risultati più concreti.

Più parole semantiche trovano i motori di ricerca, più sei pertinente e più autorevolezza hai. Pertanto, otterrai un miglior posizionamento delle parole chiave nella classifica.

Per trovare le migliori parole chiave semantiche, utilizza di nuovo lo strumento Google Keyword Tool, ma questa volta con la “corrispondenza generica” contrassegnata.

In questo modo otterrai un elenco di parole chiave correlate alla tua ricerca. Ti darà idee per applicare la tecnica di indicizzazione semantica latente.

3.- Non perdere le tendenze

Le tendenze possono aiutarti a trovare le migliori parole chiave per il tuo brand. Ti daranno un’idea approssimativa di ciò che è popolare in termini di ricerca per parole chiave.

Se una delle ricerche di tendenza è correlata al settore in cui operi, puoi analizzare quell’argomento e provare ad applicare quelle parole chiave al tuo posizionamento. Puoi ottenere molto traffico molto rapidamente.

Ci sono strumenti disponibili che ti aiutano a identificare e scoprire le ricerche più frequenti, tra cui il noto Google Trends.

4.- Immettere le parole chiave in base alla posizione

L’aggiunta di un nome di un paese, regione, stato o città a una parola chiave principale può aiutarti a distinguerti dalla massa e mostrarti un posizionamento più elevato nei motori di ricerca.

Le parole chiave locali funzionano meglio quando hanno una posizione fisica. In questo modo, il tuo sito Web verrà visualizzato su Google Maps e può incoraggiare i potenziali acquirenti ad acquistare online (se possibile) o nel negozio stesso.

Puoi anche utilizzare parole chiave locali senza avere la posizione fisica in quel luogo. Questo di solito viene fatto per catturare la persona acquirente da quella posizione specifica e incoraggiarlo ad acquistare, ricevendo ad esempio una consegna espressa a un prezzo specifico.

Per trovare parole chiave in base alla posizione, filtra i risultati per posizione. Alcuni strumenti filtreranno automaticamente per paese, ma dovresti focalizzare ulteriormente la tua ricerca: filtra per stato, città e codice postale.

Questo tipo di strategia è simile a quella delle parole chiave della coda lunga. Si tratta di cercare concetti più concreti per ottenere risultati migliori. Potresti avere un impatto su un minor numero di persone, ma di conseguenza il tuo ROI sarà più elevato.

5.- Analizzare la concorrenza

Esistono due tipi di persone: quelle che ottimizzano le parole chiave più competitive dall’inizio o quelle che preferiscono scegliere parole chiave a bassa concorrenza e traggono vantaggio dal tempo per acquisire quella parola.

Indipendentemente da ciò che scegli è una buona idea conoscere il livello di concorrenza con le parole chiave che hai scelto. Per capire il contesto in cui ti muovi e la concorrenza che hai. E, naturalmente, determina più o meno il tempo necessario per ottenere risultati.

Se utilizzi uno strumento di pagamento come SEMrush o uno strumento integrato all’interno dell’azienda, utilizzerai i tuoi metodi di analisi. Tuttavia, se non ne usi nessuno, questo sarebbe un processo che potrebbe funzionare per te:

  • Esci da qualsiasi proprietà di Google, come Google+ o Gmail.
  • Cerca la tua parola chiave su Google.
  • Aggiungi i valori PageRank dei primi 10 risultati naturali. I video sono accettabili a meno che non ci siano più di 10 risultati nella prima pagina. In tal caso, non contare i video di YouTube in quanto Google possiede la piattaforma.
  • Dividi il valore PageRank totale per 10 per determinare il PageRank medio dei risultati per quella parola chiave.
  • Assegna un livello di competenza alle parole chiave. Di solito sono divisi in tre gruppi: alta, media o bassa difficoltà.

Maggiore è il PageRank medio, più difficile è classificare la parola chiave. Quando conosci il livello di competenza delle tue parole chiave principali, puoi organizzarle per colore per vedere rapidamente il loro livello di competenza.

Una strategia intelligente è quella di scegliere una parola chiave altamente competitiva e diverse parole chiave correlate a bassa o media concorrenza. Pertanto, ogni pagina inizierà a sviluppare l’autorevolezza per la parola chiave con alta concorrenza.

6.- Non dimenticare Google Analytics

Se stai già ricevendo traffico sul tuo sito web grazie alle parole chiave scelte, utilizza questi dati per migliorare la tua strategia. Ti aiuteranno a vedere quali parole chiave funzionano per te e quali non danno i risultati previsti.

Usa i tuoi dati analitici per trovare buone parole chiave che stanno già funzionando. Quindi utilizza le varianti di tali parole chiave e ripeti i metodi che funzionano per te.

Per trovare le migliori parole chiave con il filtro Analytics guarda le parole chiave che attirano più traffico per ogni singolo elemento. Usa queste parole e le varianti di quelle parole che ricorrono più spesso. Ti aiuterà a posizionare meglio il tuo blog.

Il contenuto è la chiave per la posizione

È sempre più rilevante per i motori di ricerca il valore del contenuto che proponi. Da qui l’importanza di ciò che scrivi nei post del tuo blog. È vero che è necessario eseguire una ricerca per parole chiave per trovare le migliori parole chiave in ogni articolo di blog o blog in generale ma la chiave non è quella di ossessionarsi con questo aspetto. Non impazzire per le parole chiave che hai identificato come perfetto. È meglio che la tua strategia di marketing dei contenuti sia focalizzata sui tuoi lettori e non sulle tue parole chiave.

Alcuni anni fa, le parole chiave avevano più valore dei contenuti e aprivano la strada alla strategia di marketing. La tendenza ora è diversa. I tuoi contenuti ora dovrebbero essere diretti a ciò che il tuo pubblico si sta aspettando. Valore del contenuto, utile e necessario.

Non inserire parole chiave per introdurre i tuoi contenuti. Sarà molto innaturale e sarà anche più difficile leggere il testo. Concentrati sulla creazione di contenuti di valore che migliorino il posizionamento del brand in modo naturale.

Puoi anche utilizzare altri metodi di marketing che ti aiuteranno a ottenere visibilità. Inserisci il tuo blog nella piattaforma di marketing dei contenuti Coobis. Puoi anche creare contenuti sponsorizzati per generare entrate con il tuo blog. Non aspettare oltre, unisciti a Coobis oggi!