Tendenze di branded content nel 2019

Rilevare le tendenze di branded content per quest’anno è una delle priorità dei content creators. Soprattutto data la necessità che esiste di lasciare da parte la pubblicità intrusiva.

L’uso degli AdBlockers è in crescita e i brand devono trovare alternative per impattare sul pubblico target senza risultare puramente commerciali.

Le tendenze di branded content sono quelle che aiuteranno a creare i contenuti di qualità. Di fatto questo movimento consiste nel fare in modo che i tuoi clienti vogliano vedere i tuoi contenuti e vogliano condividerli. È basato sul connettere l’utente non sul vendergli qualcosa. Quindi tutte le strategie di content marketing che conosci sono all’ordine del giorno.

Inoltre le campagne di branded content hanno un valore aggiunto. Gli utenti percepiscono la pubblicità in maniera più divertente e genererai engagement con la tua audience, fidelizzandola.

Per questo puoi far uso di ogni tipo di contenuto a tua disposizione. E sono precisamente queste tendenze di branded content che devi conoscere.

Perché è tanto importante questo movimento?

Scoprire le tendenze di branded content è fondamentale per vari motivi. Ma principalmente dovresti considerare che quando un utente consuma un contenuto di un brand, con il branded content riceverà un impatto il 50% maggiore rispetto alla pubblicità display.

Così potresti ottenere i vantaggi che seguono:

  • Miglior lead generation. Le tendenze di branded content si basano sull’intrattenimento. E grazie ai contenuti puoi richiamare l’attenzione in maniera semplice.
  • Si potenzia la fidelizzazione con il brand.
  • È più semplice generare engagement con i contenuti rispetto a vendere prodotti. Nel caso in cui scommettessi solo sulla pubblicità, non genereresti engagementi né susciteresti un sentimento di appartenenza.
  • Otterrai un posizionamento solido del brand. Creando contenuto diverso farai in modo che i tuoi clienti e followers parlino di te. Sarà più semplice creare una community e ottenere difensori del brand.

Principali tendenze di branded content

1 – Utilizzo di diversi formati di contenuti

Un report di Nielsen ha rivelato che sia i millennials sia la generazione Z rappresenta il 48% dell’audience digitale totale. Quindi le tendenze di branded content sono sempre più orientate a questi segmenti specifici e i diversi contenuti audiovisuali sono in aumento.

Il contenuto video è protagonista dei rankings delle tendenze di digital marketing da anni. I responsabili marketing intelligenti conoscono il suo valore come tutte le possibilità che offre questo formato.

Come segnala un report di Social Media Examiner, il 35% dei responsabili marketing utilizza il video in diretta nelle sue strategie di branded content.

Un altro dei formati di contenuti che sta guadagnando peso nelle campagne di branded content è l’audio. Specialmente nel formato podcast. Secondo Statista ci si aspetta che il numero degli ascoltatori di podcast aumenti a 132 milioni di utenti per il 2022. E questo numero crescerà ancora.

Quindi le tendenze di branded content segnalano che per avere successo con queste campagne non devi basarti solo sul contenuto visuale. La chiave sta nel provare tutti i formati possibili.

2 – Maggiore focus sulla generazione di emozioni


Uno dei motivi per cui le tendenze di branded content sono così utili è perché questo movimento si trova in costante innovazione. Di fatto il content marketing è alla ricerca continua di strade per impattare sugli utenti in maniera organica e naturale.

Tanto che il suo successo risiede nel fatto che il branded content risponde alle necessità dei clienti a livello emozionale, non pratico. Per questo una delle tendenze di branded content che non deve essere dimenticata è generare emozioni.

3 – I chatbot fidelizzano i clienti

Considerando che le campagne di branded content non sono focalizzate sul vendere ma sul fidelizzare, bisogna rilevare che i chatbot sono una risorsa ideale di supporto e aiuto, non una risorsa di vendita diretta. Il loro potenziale è tale che tutte le tendenze di digital marketing segnalano che si useranno sempre di più.

Come sai si tratta di una tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale che, attraverso la messaggeria istantanea comunica con gli utenti in tempo reale. E a qualsiasi ora del giorno. Oltre 1,4 bilioni di utenti comunicano con i chatbot quotidianamente. E oltre l’80% delle aziende digitali li utilizza nelle proprie strategie.

Per il 2022 è previsto che i chatbots facciano risparmiare alle aziende più di 8 bilioni di dollari all’anno.

4 – Storytelling del brand

Imparare a approfittare dello storytelling raccontando la storia della tua attività è un’abilità che non tutti gli esperti di marketing sanno gestire. Non tutti sanno applicare correttamente le basi del branded content dato che molti brand pensano solo a vendere non considerando il valore del consumatore in tutto il processo.

Lo storytelling è una risorsa che attira, fidelizza, crea viralità e permette di restare nel top of mind dell’utente a lungo termine. Ma se lo pianifichi in modo che sia la tua azienda a parlare, approfondirai ancora meglio i motivi per cui lo stai facendo, umanizzando il brand.

Quindi, qual è la storia che c’è dietro al tuo brand e al tuo successo? Quali sono i percorsi difficili che hai affrontato per arrivare dove sei? Come questo percorso può essere utile ai tuoi clienti? Pensaci.

Dai forma al tuo storytelling analizzando i profili dei tuoi followers e assicurati attraverso questa analisi a che segmento appartengono e quali sono i loro gusti. Se non lo fai puoi rischiare di creare storie irrilevanti.

Una volta che hai una visione più ampia dei tuoi clienti potenziali, sarà più facile sviluppare lo storytelling. L’importante è che sia un percorso rapido. Ossia, si suppone che tu abbia già analizzato il tuo pubblico e che tu stia sviluppando una strategia di digital marketing.

5 – Fai prevalere il contenuto originale e personalizzato

Sapevi che il 78% dei consumatori assicura che il contenuto personalizzato rilevante aumenta l’intenzione di acquisto? Questo dato fa emergere un’altra delle tendenze di branded content per il 2019, ossia la necessità di creare contenuto originale e personalizzato.

La personalizzazione implica che ogni elemento sia rilevante per l’utente. Ma soprattutto invita a creare elementi propri, utilizzando l’ispirazione. In questo modo si lasciano indietro i titoli copiati, le strutture, i temi virali, ecc. affinché una campagna di branded content funzioni devi dare personalità al tuo brand.

Inoltre, dovresti sapere che gli utenti sono sempre più coscienti del clickbait e cercano modi per evitarlo. Come alternativa ricercano contenuto reale che li aiuti a risolvere i dubbi in maniera rapida e semplice.

Se dai loro fiducia, ti ricompenseranno con la reach organica e l’amplificazione della conoscenza del tuo brand. Ossia ci sono più probabilità che condividano il tuo contenuto con il loro mondo su diversi social.

6 – Più utilizzo dell’influencer marketing

 

Una delle principali tendenze di branded content per quest’anno consiste nell’ottenere una presenza solida online grazie alla collaborazione con influencers. Di fatto questa tecnica di marketing si sta già trasformando in una delle più potenti nel panorama online e offline attuale.

La novità in questo caso è che la comunicazione deve diventare più personale di fronte al consumatore. Gli utenti sui social si fidano sempre più dei consigli terzi. Ma gli influencers e micro influencers soprattutto stanno guadagnando credibilità.

Ciò significa che è molto più probabile che un utente spenda se un professionista del settore consiglia un prodotto. Si tratta di un ‘aiuto’, un commento su un articolo, un consiglio. Non una promozione diretta. L’influencer marketing funziona perché si creano connessioni personali.

Per esempio, quando Next Games ha lanciato per la prima volta la sua app di giochi mobile, “The walking dead: No man’s Land”, non è stato il brand che l’ha fatta conoscere. Sono stati gli influencers Lele Pons e Anwar Jibawi attraverso un video. Ed è stato un grande successo. Ha ottenuto 13 milioni di visite fino ad oggi. il video ha attirato le communities di questi due influencers.

Questa è una delle tendenze di branded content che permette di creare una connessione di autenticità tra consumatore e brand. L’influencer marketing è in auge ed è una delle tendenze che probabilmente perdurerà per diversi anni.

Ma se hai bisogno di una spinta per mettere in pratica le tendenze di branded content di quest’anno, in Coobis possiamo aiutarti.

Coobis è una piattaforma di content marketing professionale in cui ci sono oltre 10.000 editori che si incaricheranno di creare il miglior contenuto per fidelizzare la tua audience, creare una community solida e aumentare le vendite. Vuoi provare?