10 tecniche per fare guest posting

Content Marketing

L’inbound marketing è alla moda poiché si cercano alternative per raggiungere gli utenti senza essere invadenti o fastidiosi. E per fortuna, le diverse tecniche di guest posting riescono ad aggiungere valore all’utente, a differenza dei metodi tradizionali.

Sai cosa può fare questa tecnica per il tuo blog?

  • Otterrai traffico referral. In realtà questo è il vantaggio che otterrai principalmente. Non appena pubblichi un guest post su un blog con un’alta autorevolezza, riceverai automaticamente visite sul tuo sito.
  • Farai crescere esponenzialmente la tua lista utenti per fare email marketing. Come sai, quando crei un blog la cosa più preoccupante è scoprire chi ti leggerà. Tuttavia, gestire le diverse tecniche per la pubblicazione dei guest ti aiuterà a ottenere utenti.
  • Per non parlare dei vantaggi legati alla costruzione di link e SEO. I link che ricevi dai guest post aumenteranno l’autorevolezza del tuo sito web. E, naturalmente, ti aiuteranno a posizionarti con determinate parole chiave che, come sai, dovrebbero essere a coda lunga.
  • Inoltre, le tecniche per la pubblicazione degli ospiti sono ideali per sviluppare relazioni e generare contatti con altri membri della blogosfera. Ma l’ideale in questo caso è che quando sei conosciuto, stabilisci anche relazioni con influencers nel tuo settore.
  • Infine, le tecniche di pubblicazione degli ospiti ti aiuteranno a posizionarti come brand potente.

Tecniche per la pubblicazione dei guest post

guest posting

1.- Cerca i blog che ti interessano.

  • Cerca su Google. Devi fare affidamento su un elemento principale: parole chiave correlate al segmento di mercato con cui ti senti più a tuo agio.
  • Rileva backlink dalla concorrenza. In questo modo, grazie a strumenti come Open Site Explorer puoi trovare diversi backlink della concorrenza. Ciò significa che il tuo pubblico ovviamente sarà interessato. Qui puoi svolgere un’indagine per rilevare con quali altri blog hanno collaborato.
  • Sfoglia e cerca altre pagine relative al tuo settore. E non devono affrontare lo stesso tema come Immagina che il tuo blog sia legato a cibi sani e ricette fatte in casa. Perché non ti interesserebbe un atleta che scrive di condurre una vita sana attraverso lo sport e un’alimentazione sana?
  • Contatta i blogger. Puoi usare strumenti come Alianzo, piattaforme di content marketing come Coobis. Prima di contattarli, ricordati di controllare i loro blog per vedere se hanno già una sezione specifica per la pubblicazione dei guest post.

Ma come scegliere?

2.- Scegli il miglior blog

Come in tutto, devi partire dalle fondamenta. Pertanto, prima di iniziare, vorresti sapere con chi vorresti collaborare. Tieni presente che non è qualcosa che dovresti lasciare al caso. Devi avere una certa struttura.

Tutto ciò che fai deve essere condizionato dal tuo pubblico target. Soprattutto perché stai cercando di ottenere visibilità e traffico sul tuo blog, posizionati come fonte autorevole nel tuo settore e ottieni collegamenti che generano traffico e attirano potenziali clienti.

Fatti le seguenti domande:

  • Che tipo di blog è quello a cui voglio fare riferimento?
  • I tuoi contenuti sono correlati ai miei? O sono totalmente diversi?
  • Il pubblico di quei blog potrebbe interessarmi? Il mio contenuto potrebbe essere utile a queste persone?
  • Quel blog ha una community forte e fedele? Genera coinvolgimento?
  • Il blogger in questione è attivo sui social network e ne condivide i contenuti?

Dev porti tutte queste domande e inserirle in un elenco destinato a diversi blogge, in modo da poter vedere chi si adatta meglio.

3.- Assicurati di avere contenuti di qualità

Nessuno ti lascerà scrivere sul proprio blog solo perché ne hai voglia. E ancora meno se non puoi dimostrare di sapere davvero di cosa stai parlando e di avere contenuti di qualità da offrire.

In effetti, la cosa più normale è che quando entri in contatto con un blogger, verrà sul tuo sito web e darà un’occhiata a ciò che hai creato finora. Ti perderai questa opportunità solo perché hai contenuti obsoleti o non sono completamente ottimizzati?

Se hai solo due o tre pubblicazioni e sono di scarsa qualità, è meglio inserire contenuti. Poiché altrimenti non ti permetteranno di collaborare con nessun altro blogger.

4.- I link che fornirai saranno più preziosi di quanto pensi

links guest posting

Oltre a dimostrare ciò che vali e ciò che conosci, hai bisogno di gran parte del pubblico dei blogger.

Come regola generale, puoi contribuire con un massimo di 2 link ai post sul tuo blog correlati all’argomento. Anche se a seconda del blogger puoi includere più o meno contenuti.

Tuttavia, ogni volta che lo fai, dovresti assicurarti che sia qualcosa di naturale e pertinente. Cioè, questo link è lì per qualche motivo e non semplicemente per dare un vantaggio al tuo blog.

I collegamenti sospetti verranno rimossi direttamente. E Google li contrassegnerà come nofollow.

5.- Una formulazione corretta e chiara è essenziale

Sebbene possa sembrare ovvio per te, una delle tecniche più importanti per la pubblicazione dei guest post è prendersi cura della redazione.

Devi usare un linguaggio semplice e facilitare al lettore la comprensione dell’argomento. In altre parole, nel caso in cui sia necessario fornire termini più tecnici, ti consigliamo di includere brevi spiegazioni o fare affidamento su contenuti visivi in ​​grado di risolvere tutti i tipi di dubbi.

Ma la formulazione non risponde solo questa domanda.

Per rendere il contenuto più leggibile è necessario distribuirlo correttamente. Usa i paragrafi e, soprattutto, il grassetto per evidenziare frasi, parole chiave o concetti. Non dimenticare che il lettore esegue la scansione del contenuto prima di confrontarlo.

Inoltre, tieni presente che stai affrontando un nuovo potenziale pubblico che fino ad ora non ti conosceva. Non devi generare errori. La tua grammatica e ortografia devono essere irreprensibili.

6.- Evita l’autopromozione esagerata

Sì, tutti sanno che sei venuto su questo blog per farti conoscere. Ma non per questo dovresti ricordarlo ogni due paragrafi. E devi avere un’idea molto chiara:

Non stai promuovendo il tuo brand. Inoltre, non stai vendendo un prodotto o servizio. Stai semplicemente condividendo le conoscenze e offri contenuti preziosi al lettore.

Ecco perché dovresti creare contenuti che catturano e non contenuti che spaventano il lettore. Devi dimostrare cosa puoi offrire con il tuo blog ma senza cadere nell’auto-promozione. Ormai sai che se il content marketing funziona per qualcosa, è perché si allontana dalle promozioni.

7.- Scrivi un titolo che ti rappresenti

titolo guestposting

Sai quanto sia importante creare un titolo importante. Ma in questo caso, le migliori tecniche per la pubblicazione dei guest post puntano a scrivere un titolo ancora migliore.

Se non leghi il tuo post a un titolo interessante, l’utente non sarà incoraggiato a consumare il resto del contenuto. Il titolo è tutto. È la tua lettera di accompagnamento.

8.- Pensa come un editore

Le tecniche per la pubblicazione dei guest post sono molto diverse da quelle che usi quando scrivi sul tuo blog. In questo caso avrai sempre più facilità, scriverai più velocemente perché saprai dove pubblicare.

Ma tutto ciò prende una svolta quando hai intenzione di scrivere a casa di qualcun altro. Quindi devi cambiare il chip e pensare come un editor. Cosa significa questo?

Nel momento in cui un editor è incaricato di pubblicare un post, si concentrerà sul rendere il contenuto congeniale con le altre pubblicazioni esistenti. Ecco perché la tua simpatia e i tuoi giochi di parole non avranno molto senso qui.

Una delle tecniche per pubblicare guest post è analizzare il tipo di contenuto sul sito del blogger che ti ha invitato e seguirne la linea editoriale. In altre parole, usa la stessa struttura e far perdere la pazienza al lettore.

9.- Anche l’e-mail di ringraziamento fa parte del processo

l'e-mail di ringraziamento

Dopo alcuni giorni, si consiglia di inviare un’e-mail di ringraziamento al blogger chiarendo che è stato un piacere collaborare con lui.

La cosa migliore è che lo stesso blogger è orgoglioso di aver condiviso il suo spazio con un altro professionista. E quindi dovresti alzare il livello.

Meglio lo fai, più è probabile che collaborerai di nuovo. E infatti, puoi approfittare di quell’email per proporre una futura collaborazione.

10.- Entra in contatto con più blogger di qualità

Conosci le tecniche per pubblicare post e ora vuoi collaborare con più professionisti del settore. Come puoi affrontare e raggiungere lo stesso risultato?

Vedrai, ci sono molte piattaforme attraverso le quali puoi contattare un blogger nel tuo settore. Tra questi, le classifiche di Alianzo, piattaforme di content marketing come Coobis o Bitácoras Awards.

Fare uso di tutti questi strumenti fa la differenza. Se il primo contatto è avvenuto tramite i social network, la prossima volta sarebbe consigliabile farlo tramite e-mail o tramite le applicazioni sopra menzionate.

L’obiettivo non è altro che iniziare conversazioni per costruire relazioni con questa persona. Devi creare e coltivare relazioni. Il guest posting è un’attività totalmente online.

I più popolari