Come puoi adattare la tua strategia di contenuto durante il coronavirus?

Branded Content
Ti è piaciuto il nostro articolo?

 

Essere in grado di mappare le strategie di contenuto durante il coronavirus invita i brand a dare priorità alla loro proposta di valore. In altre parole, dimostra lo scopo del tuo brand, la tua ragione di essere.

Per alcuni, “proposta di valore” è semplicemente una parola d’ordine. Per altri, è l’aspetto più cruciale della loro attività. Tutti i brand dovrebbero comprendere questo concetto.

L’epidemia di coronavirus sta dando un nuovo significato ai brand. È tempo di prestare attenzione alle strategie di contenuto durante il coronavirus.

Questo virus ha fatto nascere sfide senza precedenti per individui, governi e aziende. Se c’è stato qualcosa che ha messo alla prova il concetto di valore, è questa situazione. Per questo motivo, è necessario sedersi e ripensare quale tipo di contenuto è più pertinente in questo periodo.

In che modo la pandemia influisce sull’economia e sui consumi

Poiché la pandemia si è diffusa in tutto il mondo, la vita normale è stata sospesa per molte persone. In questo momento, un terzo della popolazione mondiale è confinato.

I comportamenti di acquisto tipici sono sospesi, le vecchie certezze si stanno rompendo e, soprattutto, molti hanno paura delle loro prospettive future. Hai pensato a come stai realizzando le tue strategie di contenuto durante il coronavirus?

Secondo un recente studio, l’83% dei consumatori ritiene che i brand dovrebbero fornire flessibilità nelle opzioni di pagamento, mentre l’81% ritiene che dovrebbero organizzare le proprie strategie di contenuto durante il coronavirus con servizi gratuiti che incoraggiano la partecipazione.

Anche in circostanze normali, i consumatori probabilmente non avrebbero nulla da obiettare riguardo alla flessibilità e ai servizi gratuiti. Quindi, forse più sorprendentemente, il 67% ha sostenuto i brand che sospendono la produzione in fabbrica per effettuare forniture essenziali e il 79% ritiene che i negozi non essenziali debbano essere chiusi.

Il nuovo panorama

Questi cambiamenti da affrontare nelle strategie di contenuto durante il coronavirus sembrano enormi. Richiedono sacrificio per conto del consumatore. È tempo di mettere da parte la pubblicità e lavorare sul brand, dimostrando valori e responsabilità sociale.

Ma guarda quanto segue. Il fatto che molti lo vogliano a livello globale illustra in che tipo di situazione ci troviamo ora. Solo il 37% dei consumatori desidera che i brand continuino a fare pubblicità in modo normale. Con questi dati se non ti adatti al nuovo panorama, non sarai in grado di essere presente.

Prima di continuare, chiediti quanto segue: sai cosa sta dicendo ora il tuo consumatore? Come si sente? Cosa lo preoccupa? Dov’è il tuo brand ora e dove sarà quando tutto cambierà? Le tue strategie di contenuto durante il coronavirus sono sui canali che il tuo pubblico sta consumando? Dove non ci sei e perché?

Rendi le tue strategie di contenuto durante il coronavirus un contributo alla battaglia

L’uso della proposta di valore nella strategia dei contenuti durante il coronavirus aiuta a garantire che qualsiasi attività in questo momento non sia percepita come una speculazione, ma come un contributo a una battaglia più grande. Le risposte più efficaci andranno oltre il semplice invio di messaggi.

Pertanto, la strategia di comunicazione dei brand deve essere trasparente. I brand devono cogliere l’attimo per dimostrare i loro valori e il loro livello di impegno sociale. Soprattutto, per tutto ciò che riguarda la sicurezza e la salute dei clienti e del personale dell’azienda.

La prova di ciò è che la stragrande maggioranza delle organizzazioni offre informazioni specifiche sulle misure che adottano per garantire la salute dei propri lavoratori, nonché per spiegare i cambiamenti nel funzionamento dei loro servizi.

Strategie di contenuto durante il coronavirus: tempestive, non opportunistiche

Comprensibilmente, molti esperti di marketing sono ansiosi. Inoltre, molti sembrano tentare di approfittare della crisi. Tuttavia, come brand, la strategia di contenuto durante il coronavirus può fornire qualcosa che i governi non possono dare.

Se sai come usare le carte a tuo vantaggio, la tua strategia di contenuto durante il coronavirus potrebbe sembrare meno un esercizio commerciale. Nella maggior parte dei mercati, i consumatori ritengono che le imprese locali stiano facendo qualcosa di più delle grandi società.

Il pubblico è lì a dirti cosa pensano delle tue strategie di contenuto durante il coronavirus. Più vicina è, più favorevole è la risposta. Ma la verità è che i brand più grandi, oltre ad avere le risorse per realizzare cambiamenti significativi, possono aspirare ad avere un profondo livello di intimità con i consumatori delle imprese locali.

A causa di questo divario di leadership, i brand raccoglieranno i risultati in base a come reagito. Con così tanto controllo, saranno ricordati coloro che hanno lanciato la lotta alla crisi globale. Mentre altri potrebbero finire dal lato sbagliato della storia.

Il ritorno dell’impatto “sociale” delle reti

Dalla fine del 2019, la ricerca sul consumo o sull’usabilità dei social network nei mercati ha indicato un calo imminente nell’uso di queste risorse. Il che indicava che, essere in rete per vedere cosa facevano gli amici non era più ciò che dava vita all’uso dei social network.

Questi studi hanno indicato che il 40% degli utenti dei social network ha riferito di usarli per ottenere contenuti di intrattenimento. Un’altra importante informazione era il valore che fino ad oggi aveva il monitoraggio o la ricerca di prodotti prima dell’acquisto. Tuttavia, l’indice Globalweb sottolinea nel suo studio di mercato durante il coronavirus i seguenti dati:

  • Il 49% dei consumatori negli Stati Uniti Stati Uniti d’America e il 39% dei britannici sta leggendo più notizie sui social media a seguito dell’epidemia. Questo è il principale motivatore per l’utilizzo dei social media in tutti i mercati in questo momento.
  • Vediamo alcune differenze per età; i baby boomer utilizzano i social media più per rimanere in contatto con gli amici (30%) o per leggere più notizie (27%). Al contrario, il 54% dei millennial si rivolge ai social media per leggere altre notizie.
  • Il 30% dei consumatori negli Stati Uniti Stati Uniti d’America dice di condividere più opinioni sui social media a seguito dell’epidemia rispetto al 16% dei consumatori nel Regno Unito. Millennials e Gen X sono anche più inclini a dire che condividono la loro opinione più di altre generazioni.

Intrattenimento per crescere e aggiungere valore

Va notato, quindi, che la maggior parte delle attività sui social network oggi sono alla ricerca di contenuti umoristici. Inoltre, è un contenuto che in un momento come questo è molto necessario.

Ciò coincide con il fatto che molti sono alla ricerca di storie o contenuti positivi diversi dalla pandemia nelle notizie.

Le strategie di contenuto durante il coronavirus dedicate all’intrattenimento sono particolarmente importanti. Principalmente per le giovani generazioni: il 54% della Generazione Z guarda meme online e il 52% guarda video divertenti.

Alla fine, si tratta di approfittare di questa opportunità per mostrare il tuo volto migliore ai tuoi clienti. Offri loro contenuti di qualità che aggiungano valore e allo stesso tempo li intrattengano. Senza dubbio, la migliore garanzia per attirare e trattenere il pubblico.

Capisci il tuo pubblico?

Questo è l’inizio di tutto quando si tracciano strategie di contenuto durante il coronavirus. Conoscere a fondo quali sono gli interessi del tuo pubblico ti consente di costruire una narrazione in base alle esigenze.

Ricorda che prima di creare strategie di contenuto durante il coronavirus, devi sapere con chi parlare. La ragione? Le persone acquistano ciò che comprendono. Ma soprattutto, acquistano idee associate ai prodotti.

Se il tuo contenuto ha una narrazione comprensibile ed empatica preparata per affrontare la nuova normalità, il pubblico ne parlerà senza dubbio di più.

Lo storytelling è una delle migliori strategie per umanizzare un brand. Qualcosa che, in tempi di coronavirus, è di vitale importanza.

Le persone non reagiscono a ciò che non capiscono.

La creazione di strategie di contenuto su misura del pubblico durante il coronavirus garantisce che le persone si colleghino alla tua storia. Il coronavirus è un tema che ci collega tutti in qualche modo.

Quando sei empatico, ti avvicini. Si tratta di creare una storia che si connette emotivamente con gli utenti. Se, inoltre, sai come farlo nel modo giusto, non appena il tuo pubblico vedrà il contenuto, saprà riconoscere il tuo brand. Dallo schermo dei loro dispositivi, i tuoi clienti sapranno già chi hanno davanti. Usalo a tuo vantaggio.

Se vuoi migliorare l’immagine del tuo brand e creare contenuti per il pubblico giusto, iscriviti a Coobis, una piattaforma content marketing, SEO e Influencer marketing che collega content creators e media di tutti i settori.

I più popolari