8 consigli per ottenere il massimo dai social network nelle PMI

Social Media

studi social network nelle PMI

I social network nelle PMI sono essenziali per aumentare le vendite della tua azienda. Gli ultimi studi pubblicati lo confermano. Tra questi, lo studio annuale sui social network  di IAB Spagna, che ha un triplice obiettivo:

  • Quantificare l’evoluzione della penetrazione dei social network e il profilo degli utenti.
  • Comprendere la conoscenza e l’uso dei social network.
  • Valuta la percezione della saturazione della pubblicità sui social network e il rapporto con i brand.

Lo studio di IAB Spagna descrive dati che non lasciano dubbi sull’importanza di questi nuovi strumenti per il progresso della tua azienda e rivela la necessità di social network nelle PMI. Ad esempio, l’85% degli utenti di Internet di età compresa tra 16 e 65 anni utilizza i social network.

In effetti, lo studio mostra che la situazione non è solo una costante, ma sarà di tendenza e continuerà ad aumentare. Quindi i tuoi sforzi per collegare i social network nelle PMI hanno un futuro promettente. I dati mostrano che i social network rimangono in buona salute nel paese. Inoltre, i dati sulla penetrazione sono stati abbastanza stabili negli ultimi anni.

Il regno di Facebook e Instagram

Facebook e Instagram per le PMI
Ci sono due regine nell’insieme dei social network, tenendo conto del fatto che gli studi arrivano ad analizzare fino a quindici diversi social network. Sono Facebook e Instagram, che sono le prime reti citate. Twitter è diventata la terza rete più presente nella mente degli utenti di Internet. Più indietro è LinkedIn, che diventa la sesta rete ricordata più spontaneamente.

Questi dati sono essenziali quando si progetta una strategia di social media per le PMI. Per quanto riguarda la valutazione dei social network, c’è una piccola variazione nella Top 3: WhatsApp e YouTube sono ancora i più apprezzati. Ma Instagram ha sostituito Spotify al terzo posto. Inoltre, è apprezzato il fatto che Linkedin, Facebook e Twitter abbiano guadagnato valore.

Dal rapporto tra social network e brand, lo studio annuale dei social network 2019, di IAB Spagna, rivela che il 72% dichiara di essere fan di diversi brand attraverso i social network. Questi dati devono convincerti della necessità di una strategia sui social media nelle PMI. E questo nonostante il fatto che sia una cifra inferiore rispetto agli anni precedenti.

Fiducia e informazione

pubblicità social network nelle PMI
La fiducia è un fattore fondamentale nella progettazione di un piano di social media per le PMI. Pertanto, è anche importante il fatto che per il 26% la presenza nei social network aumenti la fiducia nel brand. Sono i più giovani i più legati ai brand che hanno un profilo, mentre i più vecchi dichiarano di non essere influenzati.

Per quanto riguarda la pubblicità, il 30% accetta positivamente che ciò che viene mostrato è gestito in base ai propri interessi. Mentre per il 40% è indifferente e un altro 48% dichiara che la pubblicità che ha visto è conforme al proprio profilo.

Molto interessanti sono i dati relativi al commercio elettronico, in cui si evidenzia che l’uso dei social network per cercare informazioni sui prodotti prima di effettuare l’acquisto viene esteso, tanto che oltre la metà (55%) dichiara di farlo. E, ancora una volta, Facebook si rivela essere il canale principale.

Un interesse crescente

 

Le PMI hanno consolidato la loro digitalizzazione e stanno chiaramente scommettendo su una strategia per far avanzare i loro piani tecnologici. Consapevoli del fatto che il mondo digitale sta avanzando senza aspettare nessuno, le PMI stanno dedicando maggiori sforzi alla digitalizzazione. Il 43% dei dirigenti delle società intervistate afferma di avere un piano specifico per passare al digitale, mentre nel 2017 il dato era del 19%.

Oltre alle PMI che hanno un piano, il 50% fornisce un budget specifico per implementare le nuove tecnologie nelle loro attività. A questo punto, la tendenza rimane stabile.

Le TIC migliorano la produttività

È interessante sapere che i benefici osservati dalle PMI spagnole rispetto alle nuove tecnologie sono in linea con le loro preoccupazioni riguardo a:

  • Ottenere nuovi clienti.
  • Aprire nuovi mercati.
  • Essere economicamente sostenibile.

Qui entra in gioco il piano dei social network nelle PMI. È perché per la maggior parte delle PMI, le nuove tecnologie aumentano l’efficienza e la produttività. Inoltre, l’87% ritiene che la tecnologia sia sempre più importante nella propria azienda.

L’84% indica di risparmiare. Pertanto, il 79% ritiene che le nuove tecnologie migliorino le relazioni con i clienti e dà un’importanza 8 su 10 a questo aspetto.

Quasi la metà delle PMI utilizza già i servizi di marketing digitale per far crescere la propria attività, infatti il ​​48% delle PMI afferma di utilizzare strategie di marketing digitale per pubblicizzare i propri prodotti o servizi. Di questi, il 35% scommette su Facebook come strumento per pubblicare annunci e il 24% sceglie di creare contenuti su blog e altri social network.

Linee guida necessarie per i social network nelle PMI

social network nelle PMI
Questi sono 8 degli orientamenti che dovrebbero essere presi in considerazione affinché la presenza sui social network nelle PMI offra i benefici previsti:

1.- Scegli il social network in base all’obiettivo che stai perseguendo e al pubblico

Esistono molti social network e ognuno ha il suo potere. Si è già visto che le regine sono Facebook e Instagram. Ma devi essere consapevole che ogni social network risponde a uno scopo specifico. E che è destinato a un pubblico differenziato.

È chiaro che se hai prodotti o contenuti audiovisivi dovrai prestare attenzione ad Instagram e Youtube, per esempio. Ma se stai prendendo di mira il pubblico più giovane, probabilmente dovrai scommettere su spazi digitali come Twitch o Tik Tok.

2.- Creare strategie diverse

La strategia è essenziale quando si parla di social network nelle PMI. E uno dei grandi errori che viene commesso è usare gli stessi contenuti e le stesse strategie per tutte le reti. Ad esempio, non puoi raggiungere gli utenti allo stesso modo su YouTube o Twitter.

3.- Personalizza

Chiaramente stai prendendo di mira migliaia, anche milioni di utenti. Ma è essenziale che si sentano come se stessi comunicando con ognuno di loro in particolare. Puoi contare su strumenti di automazione per il social media marketing. Naturalmente, prova a utilizzare gli strumenti in base a una strategia appropriata.

4.- Prenditi cura del contenuto

Tutti gli esperti concordano sul fatto che il contenuto è sempre il re. Al di là di strategie, analisi o SEO, ciò che i clienti percepiscono, ricordano e ciò che li porta a compiere un’azione è il contenuto, la qualità dei tuoi messaggi, il discorso che li circonda.

Il contenuto dei social network nelle PMI deve essere originale. Dovrebbe sempre essere contento dal valore aggiunto che si differenzia dalla concorrenza nel resto del mercato. E questo contiene anche informazioni utili per il destinatario.

5.- Gestire i canali in modo professionale

Gran parte dei social media è gratuito. Per questo motivo, esiste un numero elevato di utenti a un determinato livello. Ma nel caso delle PMI, è giunto il momento di essere professionali. E deve essere fatto a diversi livelli:

  • Da un lato, creando gli spazi giusti. Inoltre, è necessario ottimizzare le informazioni di base e assicurarsi che siano account verificati.
  • Un altro aspetto determinante è quello della persona o del team che si impegna nei social network nelle PMI. L’offerta e le possibilità sono incredibili. È possibile gestire la progettazione della strategia o un servizio completo. Ma puoi anche prendere in considerazione l’assunzione di nuovo personale per la tua azienda specializzato in questi compiti. L’importante è scommettere sulla professionalità.

6.- Definire l’investimento appropriato

Se vuoi che i tuoi social network funzionino, dovrai investire parte del tuo budget. Perfezionare i tuoi messaggi e investire in annunci social ti aiuterà a raggiungere un pubblico più vasto. Oltre a generare una comunità che può successivamente trasformarsi in una clientela fedele.

7.- Approfitta del presente

Le notizie possono sempre aiutarti. La campagna natalizia, l’arrivo della primavera o il giorno di San Valentino possono aiutarti a vendere i tuoi prodotti o servizi se sono collegati a queste date e stagioni.

Un altro aspetto è l’aggiornamento del contenuto generato. Dovrai stabilire quante volte pubblichi su Facebook, Twitter o Instagram. E soprattutto dovrai chiarire che risponderai sempre alle domande. Non diventare una macchina per il lancio di contenuti senza ascoltare i tuoi utenti.

8.- Misura i risultati

Conoscere i risultati è essenziale. Il monitoraggio delle azioni è essenziale per riprogettare una nuova strategia basata sulle reazioni. Un altro dei grandi errori nella gestione dei social network nelle PMI di solito è legato alla mancanza di una misurazione corretta.

Hai bisogno di trovare gli inflencers che possano promuovere i tuoi contenuti sui social network? Sulla piattaforma di Branded Content, SEO & Influencer marketing Coobis, puoi scegliere tra diverse migliaia di media e influencers. Che cosa state aspettando?

I più popolari