Ricerca vocale e SEO: sfrutta tutto il potenziale del tuo sito web

SEO
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Ogni giorno che passa compaiono nuovi modi per ottenere un miglior posizionamento delle pagine web. Per questo motivo, ricerca vocale e SEO vanno di pari passo e devono essere considerati in qualsiasi strategia di marketing digitale.

Le strategie di ricerca vocale non cercano di posizionare una singola parola chiave come potrebbe accadere nel normale posizionamento. In questo caso si vogliono risolvere i dubbi e le domande degli utenti. I dispositivi vocali sono entrati prepotentemente per facilitare l’accesso e l’esperienza di navigazione.

Grazie a loro, anche la ricerca delle informazioni è più veloce, soprattutto con l’utilizzo di diverse applicazioni per dispositivi mobile e computer desktop, come Cortana, Alexa o Siri.

Vantaggi della ricerca vocale nel posizionamento SEO

Vantaggi della ricerca vocale nel posizionamento SEO

La combinazione di ricerca vocale e SEO offre alcuni importanti vantaggi rispetto ad altre strategie di marketing. Tra di essi ci sono i seguenti:

A.- Più visibilità negli snippet

È grazie a questi frammenti che i motori di ricerca più riconosciuti ottengono informazioni sull’argomento e sui contenuti dei diversi siti web. Sapere come funziona questo tipo di posizionamento SEO aiuta in larga misura a conoscere le query che appaiono.

B.- Migliora la soddisfazione del consumatore finale

Queste strategie di ricerca vocale renderanno più facile per le aziende connettersi con potenziali clienti in molti modi. Soprattutto grazie al contributo di informazioni rilevanti che la ricerca vocale è in grado di restituire.

Affinché un’azienda ottenga i migliori risultati con questa strategia è importante utilizzare parole pertinenti in modo naturale, proprio come le direbbe una persona in una conversazione. Un’azienda deve aver chiaro il fatto che questo fattore è fondamentale per ottenere un buon posizionamento SEO.

Una caratteristica di questo tipo di ricerca vocale è che saranno ricerche più lunghe del solito. Ad esempio: invece di dire: «cinema nella città di Barcellona», dovresti dire Qual è il miglior cinema della città di Barcellona?

Chiavi per comprendere la strategia che combina ricerca vocale e SEO

Chiavi per comprendere la strategia che combina ricerca vocale e SEO

Per ottenere un posizionamento SEO più efficace utilizzando questa tecnologia vocale, è necessario utilizzare parole chiave a “coda lunga”. Queste sono parole con un potenziale di traffico molto inferiore rispetto ad altre parole, ma con meno concorrenza, sono più facili da posizionare.

Allo stesso modo, i dialoghi naturali tra le persone o le cosiddette costruzioni orali di frasi devono essere analizzati e studiati per essere inseriti nei motori di ricerca vocale. Grazie all’intelligenza artificiale, l’elaborazione del linguaggio naturale è molto più semplice per diversi dispositivi.

Ecco alcuni dei vantaggi dell’integrazione di ricerca vocale e SEO:

1.- Parole chiave conversazionali

Per risparmiare tempo quando pensi ad alcune parole chiave da utilizzare, puoi porre, ad esempio, le seguenti domande:

  • Cosa chiedono i clienti tramite una telefonata?
  • Cosa chiedono i clienti quando entrano in un locale commerciale?

Ora, una volta scritte, puoi continuare a rispondere in modo naturale. Puoi associare un certo tipo di contenuto a queste parole e persino associare prodotti a quelle parole chiave conversazionali.

Per raggiungere questo obiettivo, la SEO on-page deve essere ben ottimizzata. Puoi iniziare rispondendo a domande specifiche su un argomento specifico. Dovrebbe anche essere chiaro e conciso e utilizzare un linguaggio appropriato adattato all’argomento in questione.

Infine il sito web deve essere ben posizionato con contenuti accattivanti, ottimizzato per computer mobili e desktop.

2.- Dati strutturati

Funzionano come un indicatore per classificare l’oggetto del contenuto su un sito web. In questo modo Google identifica meglio la pagina in questione, sia in velocità che in efficienza.

In altre parole, utilizza annotazioni e tag per aiutare a identificare i dati strutturati su ogni pagina, anche se non fa parte di alcun tipo di fattore di ranking.

3.- SEO local grazie a Google My Business

SEO local grazie a Google My Business

Ottenere una buona posizione SEO con le ricerche vocali deve anche considerare un buon uso di altri strumenti disponibili. Ad esempio, quando qualcuno vuole cercare il negozio di caramelle più vicino. Secondo alcuni studi, è stato determinato che il 37% delle persone che utilizzano la ricerca tramite la voce lo fa per cercare un locale commerciale.

Per ottenere i migliori risultati in termini di ricerca vocale e SEO è fondamentale che l’azienda in questione compare sulla piattaforma Google My Businnes. Nel caso ipotetico che un utente richieda i servizi di un’azienda, sarà più facile trovarlo se è associato allo strumento Google.

4.- Prima le informazioni

Avere contenuti molto ben strutturati consentirà all’azienda di posizionarsi meglio rispetto alla concorrenza. Bisogna tener conto che in un solo giorno le visite o le ricerche che si fanno sulla piattaforma Google possono essere miliardi di milioni.

Se un utente cerca risposte su un argomento specifico, è importante che Google consideri l’azienda la posizione migliore per rispondere alle domande che vengono richieste sul web.

Offrire prima le informazioni più preziose, seguite da alcune analisi strutturali, dettagli complementari, contenuti video e infine mostrare un esempio, può essere la chiave per ottenere un miglior posizionamento nella ricerca vocale e nella SEO.

5.- Buona velocità di caricamento

ricerca vocale nel posizionamento SEO

Il boom delle tecnologie dei dispositivi mobile li ha trasformati nello strumento principale con cui una persona effettua una ricerca vocale. Per questo motivo, l’ottimizzazione dei contenuti di ricerca per queste piattaforme è di vitale importanza.

Le ricerche vocali sono per lo più effettuate da smartphone. Inoltre, la persona potrebbe essere impegnata in qualsiasi altra attività, quindi la velocità di caricamento del contenuto deve essere ottimale.

Una pagina web con un ritardo di caricamento superiore a 5 secondi è più soggetta a rimbalzi.

6.- Conoscere le funzionalità di Siri, Cortana e Google Assistant

I primi tre sistemi operativi mobili sono quelli che ricevono il maggior numero di ricerche vocali oggi. Cortana utilizza il motore di ricerca Bing di Microsoft, mentre Siri e Google Assistant utilizza il motore di ricerca Google.

Il vantaggio di utilizzare Google è che personalizza la ricerca in questione grazie all’associazione che fa con l’account gmail. Siri funziona solo su dispositivi Apple, Google Assistant funziona su Android e Cortana su dispositivi Windows 10.

Ricerche vocali e SEO nel nuovo algoritmo di Google

Ricerche vocali e SEO nel nuovo algoritmo di Google

Sono passati alcuni mesi da quando Google ha apportato nuove modifiche al suo algoritmo perché si è reso conto che è meglio conversare con i suoi utenti piuttosto che rispondere loro come se fossero dei robot.

L’esperienza dell’utente diventava una priorità per Google e per ottenere il posizionamento non era più necessario ripetere migliaia di volte una parola su un sito web. Ciò ha portato le aziende a iniziare a creare contenuti sempre più ricchi che a loro volta hanno avuto un impatto sulle ricerche vocali.

In effetti, Google ora riconosce i sinonimi per le parole e anche i contesti. Omogeneizzare i contenuti è ora necessario per ottenere il miglior risultato con Google, poiché gli utenti comunicano in questo modo.

Adattare i contenuti al modo in cui le persone comunicano oggi è fondamentale per il successo della ricerca vocale. Un altro punto importante sono le ricerche di sette parole. Offrono i migliori risultati in termini di click ricevuti.

Includere domande e risposte nei contenuti di un sito Web consentirà a quest’ultimo di essere classificato tra i migliori quando un utente effettua una ricerca vocale. In questo modo Google penserà che il sito web ha la migliore risposta di tutti. È anche importante includere ricerche di testo e vocali per aumentare le possibilità di posizionamento.

Adatta la SEO al contenuto e al formato di ricerca

Adatta la SEO al contenuto e al formato di ricerca

Google non funziona solo con il testo, ma funziona anche con video e immagini. Per questo motivo è prioritario lavorare sui contenuti dei siti web di un’azienda e adattarli alla SEO o alle ricerche vocali.

Ad esempio, se un utente utilizza il motore di ricerca vocale di Google: “Immagini di Euro 2020”, il motore di ricerca dovrebbe mostrare le ultime immagini di Euro 2020. Qualcosa che sarà possibile se il contenuto è ottimizzato per la SEO.

La stessa cosa accade con i video e, come già saprai, Google e YouTube fanno parte della stessa rete. Apparire in uno è apparire nell’altro. Se sei ben posizionato sulla piattaforma video, lo sarai anche su Google.

Vuoi raggiungere tutti i tuoi obiettivi? In Coobis ti offriamo la nostra piattaforma di contenuti brandizzati, SEO e influencer marketing in modo che tu possa posizionare il tuo brand e ottenere visibilità con contenuti ottimizzati per la ricerca vocale sul tuo sito web e sui tuoi social network.

I più popolari