Chiavi per realizzare un’analisi dei contenuti del tuo blog

Per sapere come fare un’analisi dei contenuti di un blog, la prima cosa da fare è differenziare il tuo blog dal resto. Misurare la reach del tuo contenuto, il tuo tasso di rimbalzo o il tuo tasso di clicks è essenziale per determinare se ciò che stai creando funziona o no. Sai come farlo? Questa guida può aiutarti.

Come in qualsiasi buona strategia di marketing, la tua strategia di content marketing del tuo blog deve essere monitorata. Non puoi configurarla e dimenticartene. Per migliorare consistentemente la tua strategia, dovrai fare un’analisi dei contenuti del tuo blog.

Vuoi che il tuo blog abbia successo? Vuoi farlo crescere? Vuoi creare un’attività di successo? Se la risposta è sì, non hai altra scelta che fare un’analisi per capire cosa funziona e cosa no.

L’analisi dei contenuti è un’osservazione minuziosa del contenuto esistente nel tuo blog che ti permette di garantire di essere rilevante e raggiungere i tuoi obiettivi. Ossia, che il tuo contenuto sia diretto al target corretto.

Puoi voler generare traffico, posizionare con alcune parole chiave, migliorare le conversazioni o aumentare il legame del cliente. Indipendentemente dal tuo obiettivo il tuo blog merita una piccola audience per verificare che il contenuto sia corretto o se c’è qualcosa da modificare.

L’importanza del contenuto di qualità

Avere contenuto aggiornato, rilevante e fresco nel tuo blog è assolutamente vitale. È ovvio che è importante per la SEO perché il contenuto ben scritto aiuterà ad aumentare il traffico del tuo sito e migliorerà la classificazione.

Ma è anche essenziale per l’esperienza dell’utente. Gli utenti hanno bisogno di cercare informazioni rilevanti, interessanti e necessarie. Un buon contenuto farà in modo che il tuo blogs venga notato.

Chiaramente le parole chiave sono ancora importanti. Ed è necessario analizzare le keywords prima di creare un post sul blog. Ovviamente è un errore dare priorità al posizionamento delle parole chiave rispetto al contenuto.

Nessuno vuole trovare un blog pieno di parole chiave inserite appositamente. Per un’esperienza positiva degli utenti devi sempre avere in mente la tua audience e poi la SEO. Con le parole chiave, la qualità prima della quantità.

Presenta l’informazione chiave in maniera chiara e concisa. Gli utenti hanno bisogno di risposte alle loro domande. Per questo più sei chiaro, meglio è.

E ricorda che il lavoro del content creator non finisce mai. Devi assicurarti che le pagine siano aggiornate e che sia inserito contenuto nuovo per garantire che il tuo blog sia rilevante.

Come fare un’analisi dei contenuti di un blog

Una delle maggiori sfide che affrontano gli specialisti di content marketing è migliorare il ROI. Difficilmente si riesce a misurare il successo. I lettori del tuo blog ci mettono del tempo per diventare utenti fedeli.

È difficile rilevare il valore del content marketing in alcune metriche. È anche una sfida comunicare le diverse forme in cui il contenuto facilita il processo per raggiungere gli obiettivi.

Per capire come fare un’analisi dei contenuti di un blog serve capire che esistono metriche diverse per farlo. Basicamente devi effettuare un tracciamento dei tuoi KPI o indicatori chiave di rendimento. Un indicatore di rendimento chiave è una delle misure più utilizzate per valutare fattori che sono cruciali per il successo.

Allora, che parte della tua strategia sono imprescindibili per garantire il successo del tuo blog? Queste sono alcune chiavi che ti aiuteranno a determinare come fare un’analisi dei contenuti di un blog.

1 – Devi usare uno strumento di analisi dei contenuti

Per fare un’analisi la cosa migliore è usare uno strumento di monitoraggio. Ti permette di lasciare da parte le analisi manuali che non ti portano da nessuna parte. La cosa migliore di questi strumenti è che ha la possibilità di monitorare in tempo reale. Oltre alla facilità di scaricare i dati in file CSV.

  • Google Analytics: Google Analytics è probabilmente lo strumento di analisi di contenuti e SEO più utilizzato del mercato. Questo strumento creato da Google ti permette di fare qualcosa di più che misurare i clicks e le conversioni. Ti offre anche informazioni su come i visitatori trovano e usano il tuo sito web.
  • Woorank: la versione gratuita di WooRank ti offre una grande quantità di dati sul contenuto per migliorare il rendimento del tuo blog. È uno strumento relativamente facile da usare e capire. Questo è uno strumento perfetto per i blogs ma non per i brand grandi. Se sei ancora ‘piccolo’ in WooRank troverai ciò che cerchi.
  • Screaming Frog SEO Spider: Screaming Frog è uno strumento di analisi di siti web creato specificatamente per analizzare il contenuto e la SEO. In pochi minuti, Screaming Frog ti offre dati critici di ogni URL del tuo blog. Troverai anche diverse guide pratiche interessanti per migliorare casi concreti.
  • Content Analyzer SEMrush: uno strumento completo per misurare il rendimento social e del tuo contenuto SEO. Questo strumento ti offre una visione generale di indicatori di comportamento degli utenti (numero di sessioni, durata delle sessioni e tasso di rimbalzo), impatto social (numero di shares sui principali social) e i links dei siti al tuo contenuto. Inoltre ti aiuta a rilevare problemi che possono impedire che il tuo contenuto sia visibile ai motori.

2.- Identifica gli indicatori chiave

Il passo successivo per determinare come fare un’analisi dei contenuti è stabilire gli indicatori chiave. La cosa migliore è che questi indicatori rispondano a obiettivi prefissati.

Ciò che devi fare è verificare questi indicatori varie volte al mese. Scegli metriche legate alla visibilità e all’engagement:

  • Quante persone stanno scoprendo il mio blog attraverso il contenuto?
  • Quante persone leggono il mio contenuto regolarmente?
  • La mia audience aumenta col tempo?
  • Cosa generano le mie azioni sui social?
  • I social migliorano la mia visibilità?

3 – Analizza i dati estratti

Cerca segnali nei dati di questi indicatori sugli strumenti che stai usando. A volte puoi sentirti frustrato quando le tue metriche sono piatte. È normale che ci voglia un po’ per partire. In ogni caso non disperarti. Assicurati che gli strumenti che usi ti offrano informazioni riguardo a:

  • Titolo della pagina
  • Visite della pagina (misura per almeno tre mesi)
  • Percentuale di rimbalzo
  • Tempo medio sulla pagina
  • Numero di azioni social
  • Dati di conversione
  • ‘Punteggio’ della pagina

Le metriche riflettono se il contenuto è rilevante o no. Anche se il tasso di rimbalzo alto non significa sempre che il contenuto sia pessimo.

Se il tuo blog mostra una crescita esponenziale è ora di prendere decisioni. Magari devi adattare gli indicatori o devi migliorare la tua strategia.

Ripeti il secondo passo fino a quando trovi la chiave per il successo del tuo blog. Questi dati devono essere aggiornati. Solo così potrai prendere le migliori decisioni.

4- L’ora di prendere decisioni

Una volta che hai analizzato il tuo blog e hai estratto i dati necessari è ora di prendere decisioni. Devi fare in modo che il tuo blog abbia un seguito. Come parte di questa guida su come fare un’analisi dei contenuti di un blog devi creare un piano di azione:

  • Magari devi riscrivere pezzi o eliminarli.
  • Creare link a altre pagine.
  • Fare un’analisi per trovare keywords migliori.
  • Creare contenuti video per aumentare la partecipazione dell’utente.
  • Cercare nuovi modi di attirare la tua audience.
  • Creare collaborazioni con brand per migliorare la tua visibilità e guadagnare.

5.- Regole generali

Come ultimo passo di questa guida su come fare un’analisi dei contenuti di un blog c’è la necessità di continuare un determinato processo. Ciò farà sì che l’analisi dei contenuti sia meno frequente e più semplice. In questo processo di come fare un’analisi di contenuti di un blog deve considerare regole generali che ti aiuteranno a evitare errori futuri:

  • Mantieni il contenuto aggiornato con un copy interessante, rilevante e ben taggato.
  • Verifica le URL.
  • Devi creare contenuto che sia rilevante e scritto/prodotto specificatamente per il tuo pubblico target.
  • Evita l’uso eccessivo di parole chiave per migliorare i risultati delle ricerche. Dai priorità alla qualità rispetto alla quantità.
  • Mantieniti aggiornato con le regole di indicizzazione dei motori di ricerca.
  • Il contenuto è il principale motore del successo del tuo blog, non dimenticarlo mai.

Quando pianifichi un’analisi di contenuto devi effettuare controlli e tracciamenti. Nel tempo potrai usare dashboards negli strumenti che stai usando per supervisionare questi dati costantemente. Non pensare che richieda molto tempo. È sufficiente dare uno sguardo per assicurarti che tutto funzioni bene.

Una volta che hai chiaro come fare un’analisi dei contenuti di un blog è ora di guadagnare. Registrati sulla nostra piattaforma di content marketing di Coobis e genera entrate pubblicando contenuti sponsorizzati.