Quanto costa un post sponsorizzato?

Quanto costa un post sponsorizzato? Come calcoli una tariffa per gli inserzionisti? Su cosa ti puoi basare? Dovresti seguire modelli concreti? Decidi i prezzi a seconda degli sforzi di investimento nel creare il post? Se tutti questi dubbi sono nella tua mente, tranquillo. È normale.

Hai dedicato tempo, energie e hai attivato grandi processi creativi per fare in modo che il to blog abbia successo. Disponi degli strumenti adeguati per avere successo, un content plan ottimale e una fonte di ispirazione costante. E il tutto ti ha portato a ricevere offerte di contenuti sponsorizzati. Senza dubbio un’altra corrente di entrate che vale la pena di valutare.

Ma aspetta, quanto costa un post sponsorizzato? È qui che si torna al punto iniziale, i dubbi. Sicuramente non esiste una tariffa fissa che indichi i prezzi dei tuoi contenuti. Ci sono diversi fattori che influiranno sui prezzi. E come puoi immaginare i prezzi crescono man mano che cresce l’audience.

Di fatto, indipendentemente dal fatto che tu abbia ricevuto offerte per lavorare con post sponsorizzati o no, è interessante analizzare questo processo. Così sarai pronto per gestirlo.

Quanto costa un post sponsorizzato nel blog?

Dipende. Soprattutto dipende da ciò che sei disposto a fare.

Prima di immergerti nel tema, devi definire il lavoro da fare. Il contenuto sponsorizzato può includere un gran ventaglio di elementi. E tra di essi:

  • Le pubblicazioni del tuo blog scritte per l’azienda.
  • Pubblicazioni del blog fornite da esterni.
  • Contenuti social.
  • Pubblicità nel sito.
  • Etc.

Il funzionamento degli sponsored post

Quanto consta un post sponsorizzato? Dipende dal blogger in questione. Uno sponsored post non è altro che un articolo che un blogger redige per un brand in cambio di una ricompensa economica. Per questo sempre più utenti creano blog e ottimizzano la loro strategia di contenuti.

Anche se senza dubbio oltre al denaro la possibilità di collaborare con i brand è un altro punto interessante di questa strategia. Soprattutto per provare prodotti nuovi in maniera gratuita o ricevere regali dai brand al posto di denaro.

Che ordine segue il processo?

  • In generale è il brand che pianifica una campagna di post sponsorizzati al blogger (o vari bloggers) con l’obiettivo di dare visibilità all’azienda, al suo catalogo prodotti o a un servizio concreto.
  • Dopo aver verificato le condizioni della proposta, dove c’è il prezzo, è il blogger che decide se la collaborazione proseguirà.
  • A seconda della collaborazione, il blogger genererà contenuto per il brand nel proprio blog o sui social.
  • Come obiettivo finale, il brand vuole attirare il suo pubblico potenziale. Il tutto grazie al contenuto che gli intermediari hanno creato per presentare l’azienda alle loro communities.

Mettiti nella situazione di un blogger che crea contenuti. Quanto costa un post sponsorizzato per te? Oggi imparerai a calcolarlo.

1 – Quanto vale il tuo tempo?

Uno dei fattori più importanti per rispondere alla domanda quanto costa un post sponsorizzato è il tempo che investi per svolgere il lavoro. Ciò include le ore che dedichi a trovare ispirazione per i temi, la redazione e gli elementi SEO, la creazione o la scelta di foto o infografiche, la bozza, la creazione o edizione di un video, ecc.

Se il tuo post è di qualità probabilmente ti serviranno tra una e tre ore. E dato che è la qualità che fa la differenza, deve avere un valore.

Prendi un foglio e rispondi a queste domande:

  • Cosa farai per le tre ore se non ti pagano per il contenuto sponsorizzato?
  • Contribuirebbe alle tue entrate? In che modo?
  • Se queste ore non hanno un compenso economico, quanto costerebbe perderle?
  • Cosa ti perderesti se lavorassi per queste tre ore? Qual è il loro valore? Ossia potresti investire questo tempo nel fare la lavatrice, leggere un libro, fare acquisti o pranzare con un amico.
  • Quanto denaro, per ora, saresti disposto a chiedere per non svolgere queste attività?
  • O meglio, per quanto denaro per ora varrebbe la pena di lasciare da parte queste attività per avere un’altra priorità?

Dopo aver considerato queste domande, valuta quale sarebbe il tuo valore orario. Anche se non è definitivo sarà un modo per determinare quanto costa un post sponsorizzato.

2 – Fai un bilancio tra crescita e opportunità

A volte non si tratta tanto del focalizzarsi su ‘quanto costa un post sponsorizzato’ ma sul vedere oltre e trovare le opportunità che arriveranno con questa collaborazione.

Ossia, il contenuto sponsorizzato porta con sé una serie di benefici secondari che possono fare in modo che valga la pena di gestire progetti specifici:

  • La facilità di creazione del contenuto. Decifrare contenuti può essere una perdita di tempo. E avere qualcuno per creare contenuti ha un alto valore.
  • Creazione di clienti. Dimostrare che si ha lavorato con brand specifici, avere contenuti per dimostrare la qualità del tuo lavoro e segnalare con chi hai lavorato ti trasformerà in un blogger di valore. Per questo non fissarti su grandi compensi dal primo momento, tutto arriverà.
  • Chiedere di più significa imparare ciò a cui i brand danno valore. Si tratta di un processo continuo di ottimizzazione. Quindi serve tempo e esperienza.

3 – Quanto costa un post sponsorizzato? Rileva la tua audience

Per calcolare quanto costa un post sponsorizzato serve sapere chi ti sta leggendo. Per questo è importante tracciare il tuo traffico, l’engagement, ecc.

Sapere chi è la tua audience obiettivo aiuterà il contenuto promozionale. Di fatto i post sponsorizzati e le recensioni dei prodotti dei brand che si allineano con i tuoi valori e quelli dell’audience sono quelli che hanno più valore.

4 – Rileva quali prodotti o servizi interessano all’audience

Il fatto che qualcuno sia disposto a pagarti per il tuo contenuto non significa necessariamente che tu debba accettare. Una collaborazione di qualità consiste nell’assicurarti che tutto il tuo contenuto, anche quello sponsorizzato, attiri l’audience.

Sai già che tipo di contenuto stai creando, funziona e interessa alla tua audience. Se hai un blog relativo a ricette vegetariane non vorrai promuovere link alle salsicce. Conoscere la tua audience ti aiuterà a scoprire il processo di selezione del contenuto sponsorizzato.

Di fatto l’inserzionista vorrà sapere esattamente ciò che arriva da questo investimento. Ossia sta cercando di fare in modo che la tua audience coincida con la sua.

5 – La tua community influisce sul prezzo

¿Cuánto cuesta un post patrocinado? comunidad

Quanto costa un post sponsorizzato? Dipende dalla tua audience. E ciò non solo implica il traffico che ottieni ma devi anche recuperare informazioni riguardo alle visite, i dati demografici del tuo sito web o quale tipo di reach hai sui social.

Se hai un’audience più grande significa che puoi chiedere di più. Ma non è questo ciò che realmente deciderà il tuo ‘stipendio’. Ciò che interessa qui è il legame che la tua community ha con il brand.

Quindi non farti guidare dal numero di visite ma dalla qualità delle stesse. Più si commenta il tuo contenuto più si condivide o più tempo rimane l’utente sul tuo blog, più la visita sarà di qualità.

Considerando ciò, pensa che un post con 1000 visite di qualità potrebbe valere come uno con 15.000 visite spazzature.

6 – Qual è il tuo grado di specializzazione?

Non è la stessa cosa essere un principiante riguardo a un tema o un professionista con esperienza. Più il tuo blog è specializzato, più potere avrai per richiedere un determinato prezzo.

L’interessante del tuo blog è che sia unico e abbia un’audience fedele, solida e interessante per il tuo brand. Di fatto uno dei problemi a cui vanno incontro gli inserzionisti è trovare un blog con un’audience che si adatti ai suoi obiettivi. E ciò si deve al fatto che i bloggers non si preoccupano tanto di segmentare l’audience e lavorare su un segmento interessante. Ma sono interessati dalle cifre che, come hai potuto vedere, non servono a nulla.

L’interessante è trovare un tema con cui differenziarti ed essere specializzato. Quando ci sono poche persone che possono parlare di un tema concreto, possono richiedere di più.

7 – Ora è il momento di fare i conti

Dopo aver scoperto i fattori da considerare per risolvere l’enigma di ‘quanto costa un post sponsorizzato’ è ora di attivarsi.

Una delle opzioni per calcolarlo è usare il calcolatore di bloggerconnection dove, compilando cinque campi potrai stimare il prezzo di un post.

Ma nel caso in cui tu voglia monetizzare il tuo blog o tu voglia collaborare con bloggers per dare visibilità al tuo brand, Coobis può aiutarti. Ora che sai come guadagnare con un blog puoi registrarti sulla nostra piattaforma di content marketing Coobis. Genererai più entrate pubblicando contenuti sponsorizzati o creando accordi di collaborazione. Ti attivi?