Pubblicità sul blog: come posso renderla redditizia

La pubblicità sui blog è una parte essenziale della pubblicità online. Tanto per cominciare, i blog vengono creati scommettendo sullo storytelling. Qualcosa da cui molti brand possono trarre vantaggio. Come? Tramite annunci o promozioni all’interno di un post sul blog.

Tuttavia, il modo di posizionare la pubblicità sui blog varia, quindi dovresti conoscere le tecniche più redditizie. Utilizzare i banner non è uguale a sfruttare collegamenti nei contenuti del blog stesso.

Vantaggi della pubblicità online

La pubblicità online è sempre più importante per le aziende. Offre i seguenti vantaggi principali:

  • Maggiore visibilità: la pubblicità su Internet ti consente di far conoscere il tuo brand praticamente in tutto il mondo. Chiunque abbia accesso alla rete può trovarti in qualsiasi giorno dell’anno e in qualsiasi momento.
  • Risparmio di tempo: un annuncio online è più facile da progettare rispetto a una campagna televisiva. Pertanto, l’ottimizzazione del tempo è notevole. E conoscerai rapidamente l’impatto.
  • Misurazione dei risultati: al momento esistono diversi strumenti di analisi web. Il ritorno della tua campagna può essere controllato in tempo reale, ad esempio con Google Analytics.
  • Basso investimento: rispetto alle pubblicità tradizionali, le campagne online sono più economiche.
  • Risultati rapidi: il feedback degli utenti è immediato. Quando visualizzano il loro annuncio, possono cliccare e accedere al sito Web o a una landing. Per catturare l’attenzione del tuo target, devi lavorare sulla segmentazione e sulla personalizzazione.
  • Comunicazione bidirezionale: la pubblicità online crea un’interazione tra l’azienda e i suoi utenti. In questo modo, i clienti possono rispondere alla tua campagna pubblicitaria in modo rapido e comodo. Chi è interessato può mettersi in contatto via e-mail, le pagine dei diversi social network o una landing page. Pertanto, la pubblicità su Internet crea una sensazione di vicinanza e affidabilità, grazie all’accessibilità alle informazioni e alla possibilità di risposta.
  • Maggiore segmentazione: flessibilità e segmentazione sono caratteristiche chiave in tutte le campagne pubblicitarie online. Gli annunci che crei possono essere classificati in base al target che intendi raggiungere, alla fascia oraria in cui hai più traffico, aree geografiche, ecc. Pertanto, la tua pubblicità sarà molto più focalizzata sul pubblico interessato a ciò che offri.

7 tecniche pubblicitarie per rendere redditizio un blog

La pubblicità online viene mostrata in diversi modi. Ogni tipo di pubblicità online ha le sue caratteristiche.

Ecco perché è necessario pianificare correttamente la pubblicità sui blog se si desidera che funzioni. Di seguito puoi visionare 7 tecniche pubblicitarie utilizzate sui blog abbastanza comuni che potresti sfruttare:

1.- Pubblicità CPC (costo per clic) con Google AdSense e WordAds

Se includi annunci nel tuo blog, la prima cosa da fare è riflettere sull’utilizzare annunci che compromettono l’esperienza dell’utente o non posizionarli in determinate aree. La redditività degli annunci dipende in gran parte dalle visite del tuo sito web.

Pertanto, puoi differenziare gli annunci pubblicitari CPC. Il costo per clic è uno dei fattori più importanti di Google AdSense, che è una delle piattaforme pubblicitarie più utilizzate dalle aziende.

Google AdSense consente agli inserzionisti di pubblicare annunci sul tuo blog. L’obiettivo è che gli utenti clicchino sull’offerta. Per farlo, è necessario includere un Javascript fornito dalla piattaforma. E uno script mostrerà annunci pertinenti ai tuoi contenuti.

Cioè, Google sarà responsabile dell’inserimento degli annunci che ritiene appropriati. Non è qualcosa che puoi controllare. Naturalmente, il tipo di contenuto che Google mostra è contestuale, quindi apparentemente lo mostrerà agli utenti di interesse.

Il modo per guadagnare denaro grazie a Google AdSense è semplice. Per ogni clic che gli utenti fanno sugli annunci, riceverai un importo. Non dovrai effettuare una vendita, ma ti basterà un clic per iniziare a monetizzare il tuo blog. Anche se la verità è che gli importi che possono essere ottenuti non sono alti.

Con un blog WordPress puoi usare WordAds. I blog che guadagnano sono quelli delle nicchie ricercate, quelli che ottengono un ritorno importante per ogni click. Questi tipi di blog sono quelli che generano grandi quantità di visite e quelli che possono fornire una maggiore redditività.

2.- Pubblicità nel testo

Un altro modo per fare pubblicità sui blog e generare entrate è attraverso annunci nel testo. Cioè, i link sponsorizzati all’interno dei blog, che si distinguono perché compaiono con un link.

In questo modo, l’utente può cliccare sulla parola chiave e essere trasferito in una nuova pagina. Quindi, normalmente, il proprietario del blog ottiene un ritorno per click (CPC) ma può anche ottenere ritorni per comunicazioni dirette (CPM) o per l’acquisizione o la conversione (CPA).

Le piattaforme più popolari offerte da In-Text Ads sono Infolink, Amobee o  Affinity. Rispetto alla pubblicità con AdSense, questo metodopotrebbe essere meno invasivo perché il lettore di blog ha la possibilità di vedere l’annuncio o meno, a seconda che clicchi sulla parola chiave.

Tuttavia, l’utente può avere l’impressione che ti concentri eccessivamente sulla pubblicità se riempi il blog con questo tipo di link.

3.- Pubblicità CPA (costo per azione)

Il CPA (costo per azione) è un tipo di pubblicità blog meno conosciuta, ma molto preziosa. In effetti, le commissioni CPA sono superiori a quelle che puoi guadagnare con la pubblicità CPC.

Ma per i brand è più costoso creare pubblicità sui blog con CPA e le conversioni dei clienti sono inferiori. Il CPA prevede che un’azienda inserisca i propri annunci sul blog e se l’utente clicca su di essi ed esegue un’azione, il blogger riceve denaro in cambio.

Quando crei pubblicità CPA riceverai una commissione ogni volta che un utente intraprende un’azione predefinita: può lasciare il numero di telefono o fornire l’e-mail compilando un form o effettuare un acquisto.

È necessario tenere presente che molti utenti preferiscono non fornire i propri dati o compilare moduli; quindi dovrai creare un blog con contenuti di qualità che trasmetta fiducia per far funzionare questo tipo di pubblicità online nei blog.

4.- Pubblicità diretta

La pubblicità diretta si riferisce a uno spazio specifico riservato in un blog per mostrare annunci pubblicitari. Puoi provare a raggiungere un accordo con un’azienda per ottenere un determinato importo in cambio della pubblicazione di un annuncio per un periodo di tempo.

Puoi anche usare piattaforme con un database di inserzionisti alla ricerca di siti pubblicitari. Una buona alternativa è quella di usare la piattaforma di content marketing come Coobis.

A seconda del tema del tuo blog, puoi trovare inserzionisti correlati e inserire pubblicità nei blog di interesse per il tuo target. Finché la pubblicità è collegata al settore in cui si trova la tua azienda, la campagna sarà efficace.

5.- Marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione è un’azione di marketing che promuove un prodotto o un servizio di un altro brand. Il prodotto o il servizio sono collegati utilizzando un link di affiliazione esclusivo.

In questo modo, quando qualcuno clicca sul link ed effettua un acquisto (o completa un’azione desiderata stabilita dalla società), tu come blogger guadagni una commissione.

Nei programmi di affiliazione è possibile creare collegamenti e guadagnare commissioni per qualsiasi vendita generata. Ci sono molti programmi di affiliazione e per aderire e dovrai optare per il più redditizio per il tuo blog.

Ad esempio, con Amazon Affiliates puoi essere pagato quando i lettori acquistano i prodotti Amazon attraverso i tuoi link. Non dimenticare di analizzare quali piattaforme di marketing di affiliazione sono più interessanti per il tuo blog.

6.- Pop-up

Tra la pubblicità nei blog, l’uso degli annunci pop-up è uno dei più comuni. È una finestra pop-up che appare quando si accede o si lascia un contenuto o un sito Web. Questo tipo di pubblicità è stata ampiamente utilizzata alcuni anni fa. Tuttavia, i blocchi degli annunci hanno limitato l’utilizzo di questo sistema.

Inoltre, è un formato fastidioso perché spesso è difficile da chiudere. Se è già scomodo per i computer, lo è ancora di più sui dispositivi mobile, a causa delle dimensioni dello schermo; quindi la chiusura del pop-up diventa molto più complessa.

Pertanto, molti brand hanno smesso di usare questo sistema. Gli annunci emergono all’improvviso senza che l’utente lo scelga. Ad esempio, un tipo di pop-up utilizzato da MDirector è quello che invita i clienti a iscriversi alla loro newsletter.

In molte occasioni l’e-mail è richiesta per poter contattare il cliente. È un modo semplice per generare un database per promuovere i tuoi prodotti in modo meno invasivo.

7.- Recensioni e post sponsorizzati

In molti blog ci sono post che sono in realtà recensioni di un prodotto o di una società in relazione a un tema. Normalmente, questi tipi di articoli vengono acquistati per promuovere un brand o un prodotto.

Per farlo, l’azienda contatta il blogger per parlare del brand o di un prodotto.

Inoltre, ci sono piattaforme come Coobis, che mettono in contatto aziende e blogger. Se desideri aumentare le tue entrate pubblicando contenuti sponsorizzati sul tuo blog, questa è la piattaforma di content marketing appropriata.