Pro e contro del gestire un canale Youtube

I pro e contro del gestire un canale Youtube fanno parte di un tema che vale la pena di essere trattato. Soprattutto perché molti si aspettano risultati ottimali dopo la creazione di un canale ma non sanno quanto lavoro richiede il suo mantenimento per ottenere buoni risultati.

Per esempio: conosci il famoso cantante Justin Bieber? Era una stella di Youtube prima di lanciarsi come musicista. Hai sentito parlare di PewDiePie? È uno youtube vlogger con oltre 3 mila milioni di visite e ha guadagnato oltre 21 milioni di dollari con i suoi contenuti. E non sono i soli.

BlueXephons, Disney Collector BR, Smosh o ray William Johnson sono alcuni dei volti conosciuti di Youtube che hanno monetizzato i loro contenuti e guadagnato milioni di dollari. Ma come qualsiasi altra strategia di contenuti richiede tempo, lavoro e costanza.

Essere youtuber è di moda. Ti permette di accedere a un’audience globale e alternativa mediante la creazione di un contenuto creativo. Ma non tutti i canali anno milioni di visite ed è questo che devi capire.

Pro e contro del gestire un canale Youtube

Youtube è una delle piattaforme più attive di Internet attualmente. È una grande fonte di intrattenimento che può includere dai film ai programmi televisivi passando per i video di marketing e i contenuti divertenti di ogni tipo.

Creare un canale Youtube può aiutare la tua attività a interagire con un pubblico specifico in maniera unica e personale. E anche se produrre un contenuto video richiede il suo tempo, il risultato ne vale la pena.

Vantaggi del gestire un canale Youtube

Cosa dovresti considerare prima di cominciare? Questi sono 7 vantaggi che puoi ottenere se scegli di aprire un canale Youtube:

1 – Puoi caricare qualsiasi video

Non ci sono molte restrizioni riguardo ai video che puoi caricare sul tuo canale Youtube. E tra i pro e contro del gestire un canale Youtube questo fattore ti offre la libertà di esprimerti.

Inoltre puoi segnalare i diversi video che crei.

2 – Puoi includere link verso il tuo sito

Includere link verso il tuo sito su Youtube o verso una landing adeguata. Senza dubbio non è necessario dirti come gestire questa opzione tra i pro e contro del gestire un canale Youtube. Portare traffico qualificato alla tua landing page sarà sempre un’azione positiva.

Questi linkg agiscono come link interni organici che si usano per la SEO. Per questo, a loro volta, aiuteranno a promuovere il tuo sito. A Google, inoltre, piace promuovere cose che si possono trovare sui suoi prodotti, quindi ti darà una spinta naturale.

3 – Cominciare su Youtube non costa nulla

Se il tuo budget marketing è minimo ci sono buone notizie. Non devi pagare nulla per cominciare in questo mondo. Anche se dovrai investire un po’ di risorse nel creare contenuto video potente che possa avere successo.

4 – I video che carichi sul tuo canale si possono incorporare

Uno dei maggiori vantaggi di cominciare a gestire un canale Youtube è il modo in cui i video si possono condividere.

Puoi permettere che altri inseriscano il tuo video sul loro sito per ottenere visite aggiuntive. Esistono anche opzioni per cambiare la dimensione del contenuto o i colori.

5 – Si tratta di un canale perfetto per fare branding

Tra i pro e contro di un canale Youtube bisogna rilevare che si tratta di un alleato perfetto per il tuo brand, per fare branding.

Il concetto di fare branding deve essere concepito come creare una community, lavorare alla percezione che l’utente ha della tua azienda quando ne sente parlare, ecc.

L’uso di Youtube per le strategie di digital marketing devono basarsi sul gestire il brand. Qualcosa che non si ottiene solo vendendo un prodotto. Si lavora in molte occasioni con elementi intangibili.

Gli utenti del secolo XXI sono stanchi delle promozioni e cercano una comunicazione molto più personale con il brand. Di fatto si aspettano che si umanizzi. A volte questa comunicazione può peccare di poca professionalità per alcuni standard. La vicinanza, l’imperfezione e l’imprevisto trionfano su Youtube.

Un altro fattore che devi considerare per fare branding su questa piattaforma è analizzare se altre aziende del tuo settore sono presenti o no. Se nessun brand simile o concorrente ha scelto Youtube significa che questo social può non essere il migliore. O che nessuno si è azzardato a buttarsi per cui potresti essere un pioniere.

6 – Ti permette di sfogare le tue passioni

Tra i pro e contro dell’avere un canale Youtube non si può dimenticare il vantaggio più personale di tutti. La soddisfazione personale.

A meno che tu stia lavorando per National Geographic o Discovery le attività sono rutinari e possono demotivare.

Che tu sia scrittore, produttore, animatore o direttore Youtube ti dà l’occasione di seguire le tue passioni. Hai un’idea? Non devi fare altro che scrivere un copione, produrre il contenuto e condividerlo.

La carriera su Youtube non si basa solo sul guadagnare. Si tratta di trovare il tuo pubblico, fare in modo che vibri con te mentre segui le tue passioni. Ti permette di entrare in contatto con sconosciuti e condividere la tua passione con loro, indipendentemente da dove ti trovi.

7 – Non ti servono studi o un’età minima per avere successo

Magari non sai catalogare questo aspetto tra i pro e i contro del gestire un canale Youtube. Ma sapere che hai la totale libertà di scegliere quale contenuto caricare, quale editare e gestire i tuoi ritmi è sempre positivo.

In definitiva sarai il capo di te stesso. Devi solo avere talento e seguire le best practices per monetizzare la tua attività nel futuro.

Contro del gestire un canale Youtube

1 – Aprire un canale Youtube è gratis ma generare buon contenuto no

Serve un budget per spingere le idee che realmente richiedono qualcosa in più nella produzione.

Registrare e editare video da smartphones è possibile. E probabilmente il risultato sarà migliore di quanto pensi. Ma se ciò che vuoi è differenziarti per il tuo contenuto video devi avere un team. Per questo se sei interessato a produrre contenuto di alta qualità dovrai investire.

2 – Devi essere costante per ottenere risultati

Youtube contiene migliaia di tutorials di trucco che utilizzano prodotti di alta gamma. Se davvero vuoi emergere, devi avere un’audience fissa, una community solida. Per questo non c’è nulla come segnare, attraverso un calendario editoriale, la frequenza di lancio dei contenuti.

Produrre video con la stessa qualità è un’altra sfida. Si può dire che il primo obiettivo è quello di creare una trama per ogni contenuto.

3 – Ottenere risultati richiede tempo

I video virali sono un altro mondo. È complicato rilevare qual è l’elemento che ha portato un contenuto alla viralità.

Anche se il tuo contenuto è centrato con le ultime tendenze è difficile trovare un’audience completa che faccia eco al tuo contenuto.

Ogni minuto si caricano 300 ore di video su Youtube. Quindi è davvero difficile stare tra i 5 mila milioni di video che si vedono ogni giorno ogni giorno sulla piattaforma. Gestire un’audience organica di migliaia di spettatori richiede tempo.

Ciò non si cataloga come pro o contro del gestire un canale Youtube. Semplicemente devi sapere che i risultati non arrivano un giorno per l’altro. Senza la costanza, lo sforzo e la pazienza non si ottengono risultati.

4 – Le idee si copiano costantemente

Avviare un canale Youtube è facile. Ma cosa succede se la tua idea viene copiata e il video ottiene risultati che non hai gestito tu?

Molti brand denunciano casi di plagio aggressivo ma i proprietari dei canali appena nati non hanno modo di proteggersi.

5 – Youtube inevitabilmente promuove anche video della tua concorrenza

Youtube ha lo scopo di fornire agli utenti i video più adatti alle loro preferenze. Ecco come vengono generate le entrate pubblicitarie.

Ciò significa che tutti i video della competizione verranno mostrati mentre l’utente sta consumando il tuo video.

6 – Non ci sono garanzie che i tuoi video vengano visti

Ci sono alcuni video su Youtube che hanno oltre 600 milioni di visite. Ma esistono anche quelli che non raggiungono 50 riproduzioni.

Il fatto che tu ti sia lanciato a creare un canale Youtube non significa che automaticamente attirerai l’attenzione sul tuo contenuto. Come qualsiasi altro canale di Internet, devi promuovere il tuo contenuto su altri canali perché il tuo target ti trovi.

Nonostante i pro e contro del gestire un canale Youtube, capire come sfruttare questa piattaforma non è un mistero. Youtune ha un alto tasso di visite e sono la base per cominciare a guadagnare con un canale Youtube. Non perdere tempo e comincia a guadagnare con un canale Youtube!

Genera più entrate pubblicando contenuto sponsorizzato sul tuo sito e i tuoi social. In Coobis abbiamo otlre 2000 inserzionisti regisrati inclusi molti brand leader nei principali settori di attività. Registrati!