Principali vantaggi del branded content

Uno dei problemi a cui deve fare fronte la pubblicità tradizionale è la penalizzazione degli utenti di fronte ai formati intrusivi. Cosa che consiste in uno dei principali vantaggi del branded content. Un formato che sostituisce molti dei tipi di pubblicità digitale esistenti, formando parte di ciò che è noto come era della post interruzione pubblicitaria.

Così cominciano a guadagnare punti forme di comunicazione meno invasive e che apportano valore sia ai brand sia agli utenti.

Nell’infografica superiore, creata da IAB, puoi vedere gli elementi fondamentali che intervengono in una strategia di branded content.

Cos’è il branded content?

Il branded content è una tecnica di digital marketing che si basa sulla generazione del contenuto di valore da parte di un brand con l’obiettivo di ottenere notorietà. E per questo è necessario definire il pubblico target con l’obiettivo di definire quali contenuti possono interessargli.

In questo modo, un altro vantaggio del branded content è che i clienti si sentono più ascoltati. Inoltre le campagne di branded content apportano un valore aggiunto che farà sì che i clienti ricevano la pubblicità in maniera più interessante.

Un altro aspetto da considerare è che il branded content è un formato che può essere utilizzato per tutti i contenuti che il brand desideri. Dalle infografiche ai post agli ebooks alle app o giochi interattivi tutto dipende dalla creatività del brand.

Quali sono i vantaggi del branded content?

La verità è che i vantaggi del branded content integrato in una strategia di marketing digitale d’azienda sono vari. I più interessanti sono:

1.- Generazione nuovi clienti

Essendo un formato pubblicitario in cui primeggiano l’originalità e l’intrattenimento è molto semplice attirare l’attenzione degli utenti. Quindi molte persone dedicano tempo al messaggio che lanci e hai la possibilità di ottenere nuovi clienti.

Il valore aggiunto del branded content è che gli utenti sono interessati agli aspetti del brand che hai pubblicato. Quindi passano dall’essere leads freddi a utenti con cui puoi gestire strategie di lead nurturing.

2.- Fidelizzazione del brand

Come abbiamo segnalato anteriormente il branded content cerca di trasmettere i valori principali del brand. Grazie a questo aspetto i clienti si sentiranno più vicini al brand stesso.

L’obiettivo di una campagna di branded content è la creazione di relazioni tra brand e cliente. Quindi, più ottimizzata è la campagna, più durature saranno le relazioni. Se grazie al branded content si riescono a trasmettere sentimenti positivi a una persona, il marketing del world of mouth può funzionare.

Il fatto che qualcuno sia fedele a un brand farà sì che questa persona consigli i brand stesso ai suoi amici amplificando il messaggio in maniera esponenziale.

3.- Genera più engagement

Mediante le campagne di branded content non solo si richiama l’attenzione della gente ma si interagisce con gli utenti. Far sì che le persone siano partecipi delle scelte del brand le farà sentire ascoltate e considerate.

Per questo ti consigliamo di pensare a campagne di branded content a cui gli utenti possano partecipare. Annunci e contenuti interattivi sono due cose diverse.

4.- Posizionamento adeguato del brand

Grazie alla trasmissione dei valori e alla creazione di materiale di intrattenimento per il pubblico, il brand si posiziona sempre meglio. È possibile che nel tuo settore, la concorrenza non stia effettuando azioni di branded content. Quindi è il momento per offrire un valore aggiunto alle tue campagne pubblicitarie.

Offrire la pubblico qualcosa di diverso e originale che la tua concorrenza non fa fa sì che gli utenti parlino del tuo brand e non della concorrenza. In questo modo si ottiene un buon posizionamento nel mercato in ogni settore.

Quindi, più sei originale, diverso e interessante, più le campagne di branded content saranno virali.

5.- Trasmettere il contenuto desiderato

Il branded content è un vero strumento pubblicitario. Quindi, come per la pubblicità tradizionale, avrai l’opzione di mostrare le informazioni che ritieni utili. Ma la differenza è che nel branded content il contenuto trasmesso è elaborato.

Il branded content permette ai brand di parlare di temi differenti rispetto ai prodotti e servizi. Cosa che mostra diversi aspetti del brand, diversi punti di vista.

6.- Aumento delle vendite

Se riesci a creare una community di persone che proteggano e difendano i valori del tuo brand, le vendite sono assicurate. Uno dei vantaggi del branded content è che fa sì che le vendite aumentino a medio e lungo termine.

Ricorda che ora le persone vedranno il tuo brand in maniera diversa rispetto alla concorrenza. Lo vedranno come un brand che ascolta e si relaziona con il pubblico. Un brand che intrattiene e non solo vende prodotti ma anche esperienze e sensazioni. Se la campagna di branded content è positiva, i benefici arriveranno.

4 esempi di campagne di branded content positive

Red Bull

Ti ricordi del salto nello spazio di Felix Baumgartner? È stata la campagna di branded content di Red Bull più apprezzata. Per molti è l’annuncio più visto della storia e il tutto grazie a un brand che sa come parlare alla propria audience.

Ora molta gente non vede più Red Bull come una fabbrica di bevande energetiche. È qualcosa di più. Per alcuni esperti in marketing digitale è un produttore di contenuti che fabbrica bevande.

E una delle sue campagne di branded content più famose è quella del salto dalla stratosfera di Baumgartner. Un salto che è stato trasmesso da tutti i canali televisivi del mondo e con cui il brand ha raggiunto milioni di followers.

Dumb Ways to Die


Dumb Ways to Die è la prova perfetta per verificare l’efficacia del branded content. Per cominciare la campagna si basava su un video che si è trasformato nell’elemento principale tra le campagne più note e virali del mondo. Non solo ha ottenuto popolarità e milioni di visite ma anche successo per il brand.

L’agenzia che regolava il trasporto ferroviario di Melbourne ha lanciato questa campagna nel 2012. Aveva il problema legato all’aumento degli incidenti e ha pensato a questo video originale che ha attirato il pubblico e ha fatto sì che gli incidenti si riducessero in tutto il paese del 30%

Inoltre il concetto ha funzionato anche successivamente ed è stato creato un gioco che aiutava a diffondere ulteriormente il messaggio.

Balay


Abbiamo poi l’esempio del brand di elettrodomestici Balay. Nel 2012 ha deciso di smettere di promuovere i propri prodotti in televisione per cominciare a mostrare sensazioni e esperienze. Quindi non pubblicizza più lavatrici o lavastoviglie. Ora i protagonisti degli annunci sono i suoi dipendenti che sono coloro che creano gli elettrodomestici che arrivano in tutte le case.

L’obiettivo del brand è far vedere al pubblico l’importanza dei dipendenti. In questo modo gli utenti capiscono il lavoro che c’è dietro i prodotti. Uno dei vantaggi del branded content.

Negli annunci i lavoratori raccontano storie vissute in azienda. Raccontano aneddoti e esperienze e riescono a parlare direttamente al pubblico. È il modo ideale di trasmettere i valori dell’azienda. L’importanza delle persone.

Disney

Se c’è un brand che combina storytelling e stupore è Disney. Per questo non è strano che sia uno dei brand che ha scommesso sul branded content. Unforgettable stories è un concetto che è stato sviluppato per sfruttare le storie indimenticabili che nascono quando si frequenta un parco di attrazioni Disney.

Concretamente in questo video si racconta la storia di The Mansfield Family, una famiglia di persone sorde che comunicano attraverso il linguaggio dei segni con i personaggi Disney.

Per approfittare dei vantaggi del branded content è necessario scommettere sull’originalità e sull’uso dei contenuti rilevanti. Un aspetto che è basilare in una piattaforma di content marketing come Coobis dove puoi trovare storie create e pubblicate da oltre 10.000 media. Sei un brand? Allora Coobis fa per te.