Le 7 caratteristiche del vero community manager

Il lavoro del community manager è relativamente nuovo e non sempre è ben compreso. Da quando gli utenti sono attivi sui social e pubblicano regolarmente riguardo ai prodotti, i brand sviluppano strategie sui social. E qui è dove entra in gioco il community manager. Ma quali sono le caratteristiche del vero community manager?

I community manager si incaricano di stabilire legami tra i brand e gli utenti. Il ruolo di un community manager riguarda una combinazione di caratteristiche come: il servizio al cliente, marketing, relazioni pubbliche e branding. Anche se saper gestire bene le conversazioni è essenziale.

Ovviamente esistono aziende che lasciano la gestione dei social a un impiegato non qualificato. Ciò può portare alla distruzione dell’immagine digitale.

Non fare l’errore di pensare che la tua reputazione digitale non necessiti di attenzione. I tuoi social e ciò che li circonda devono essere monitorati e gestiti di conseguenza. Utilizza strumenti di social media che ritieni necessari.

Lasciare questi aspetti al caso con un team o persone inesperte può essere pericoloso. Lavora con una persona che sappia gestire i tuoi social. Ci sono diverse caratteristiche del vero community manager che possono aiutarti a decidere chi è la persona ideale.

Caratteristiche del vero community manager

Un community manager (CM) è la base di una community. I community manager si preoccupano per la community che stanno creando. E ciò che è più importante, hanno una formazione e un’esperienza che ha permesso loro di sviluppare le competenze per gestire questi compiti.

Il ruolo del community manager è abbastanza silenzioso. Per questo a volte è difficile trovare la persona corretta. Se non sai da dove cominciare per cercare, queste sono sette caratteristiche del vero community manager da considerare.

1 – Deve essere una persona curiosa

I social cambiano costantemente quindi è necessario che un CM abbia la mente aperta e cerchi modi per essere innovativo ogni giorno.

Essere curioso permette al community manager di cercare costantemente informazioni sui membri, lo spazio, i modi migliori per lavorare e connettersi con le persone.

Essere curioso aiuterà a stimolare la community degli utenti, promuovere l’interazione e non cadere nella routine. Il CM è capace di studiare i cambiamenti mentre osserva e monitora le conversazioni degli utenti per catturare le tendenze.

Questa curiosità genera la capacità di risposta. E così il brand può beneficiare di un pubblico fedele con informazioni rilevanti, pubblicate in accordo con gli interessi personali di ognuno.

2 – Empatia e senso comune

Un’altra delle caratteristiche del vero community manager è l’empatia. Di fatto tutto è potenzialmente opinabile sui social. Quindi un buon community manager deve anticipare le reazioni degli utenti e dimostrare empatia. Dimostrare che li capisce.

Lo humor e l’ironia non sempre sono la chiave del successo. Alcune situazioni o temi sono difficili da trattare e richiedono un’attenzione speciale. La capacità di risolvere conflitti sul momento fa in modo che i membri della tua community si sentano ascoltati e considerati.

L’empatia è fondamentale per il successo della gestione della community. Se un community manager non può capire cosa rende sensata una community, non sa fare il suo lavoro. Se non sa cosa attira non ha la possibilità di promuovere le relazioni durature.

In generale i community manager devono avere la capacità di capire e condividere i sentimenti degli utenti di una community. Il fatto di mettersi al posto dell’audience aiuta molto a capire le necessità e ad affrontarle. Soprattutto per creare i migliori contenuti.

3 – Versatilità

Un’altra delle caratteristiche del vero community manager è la necessità di essere versatile. La necessità di adattarsi a qualsiasi situazione che nasca.

Il CM dovrebbe considerare le tendenze dei social, il settore in cui opera quando pubblica un contenuto.

Deve anche gestire le diverse piattaforme e controllare il contenuto che si pubblica verificando cosa funziona e cosa no.

Infine è essenziale che comprenda il tono dell’audience target. Che può differire anche da una piattaforma all’altra.

Oltre a essere versatile, il CM deve assorbire rapidamente le innovazioni di ogni media. Ossia la versatilità implica l’essere aperti a conoscere le nuove tecnologie, i nuovi strumenti o piattaforme per implementare le strategie.

4 – Creatività al potere

Essere sui social suppone essere in concorrenza diretta con altri brand. Brand che spesso hanno una strategia similare alla tua e pubblicano un contenuto similare. Da qui la necessità di essere creativi.

Il community manager, per gestire la sua community deve offrire contenuto fresco e originale. Una semplice frase modificata può cambiare la risposta dell’utente.

Se puoi creare risposte innovative, intelligenti e personalizzate, la tua comunicazione con i followers migliorerà. Ciò non significa che tu debba essere il miglior redattore.

Puoi anche usare immagini, video e altri media che pensi funzionino bene. Le immagini hanno un valore incredibile, il tuo brand deve dare loro l’importanza che si meritano. Fai in modo che la tua community sia entusiasta e coinvolta.

Sui social non si sa mai cosa può succedere. Quindi è necessario essere pronti a tutto. Preparati a cambiare messaggi, rispondere a domande e molto altro!

5 – Capacità di riconoscere i leads

I social sono per la maggior parte degli utenti un punto di incontro con il brand. Sono il luogo dove le persone condividono le loro esperienze e opinioni su temi di interesse o hanno qualcosa da dire. Spesso durante le conversazioni nascono domande.

Il lavoro del community manager è riconoscere le domande come opportunità per avvicinarsi a un cliente. Il CM deve essere capace di distinguere il tipo di utente con cui sta parlando e fare in modo che il brand sia concentrato al 100% su di lui.

Rispondi alle domande dei tuoi clienti attraverso i social. Sono piattaforme perfette per cominciare a creare relazioni con gli utenti. Queste conversazioni ti aiutano a conoscere l’utente e a guidarlo verso la vendita.

I social sono il luogo perfetto per conoscere il tipo di utente. Da qui nasce il pubblico target per ogni fase del funnel di conversione.

6 – Chiaro e conciso

Tra le caratteristiche del vero community manager c’è anche il saper riassumere. Un CM ha bisogno di poco spazio per raccontare molte cose. Gli utenti non hanno il tempo di leggere testi lunghi. Ma i social non sono fatti per questo.

Il community manager è il link diretto tra le aziende e gli utenti. Ascolta le conversazioni dei social ma le sa anche generare. Tutto ciò in un lasso di tempo breve.

Il CM deve essere attento e fare verifiche su tutte le pubblicazioni. È molto più facile verificare una pubblicazione due volte prima di pubblicarla che confrontarsi con gli utenti e le loro critiche.

Quando un cliente si relaziona con un brand si aspetta una grammatica e un’ortografia corretta. Il contenuto generato dall’utente è rappresentativo dell’esperienza che un altro utente può aspettarsi.

Ma è anche il tuo modo di comunicare. I clienti esaminano le risposte perché li aiutano a conoscere l’attività. Da qui la necessità che il tuo modo di scrivere sia corretto.

Le risposte ma redatte o un contenuto del brand che sembra creato da un robot non funzionerà, danneggiando la tua reputazione, cosa difficile da recuperare.

È importante che come caratteristiche del vero community manager, la persona incaricata sia cosciente del fatto che deve essere naturale. Non esiste nulla di meglio che mantenere una conversazione reale. È l’unico modo di umanizzare un brand.

7 – Avere una buona organizzazione

È essenziale che un community manager abbia abilità di organizzazione impeccabili per le numerose responsabilità e i numerosi compiti legati al suo posto di lavoro.

I social non dormono mai. Devi trovare il modo perfetto per conciliare la tua vita lavorativa e personale.

Per farlo la cosa migliore è che il community manager utilizzi strumenti di amministrazione, pianificazione e programmazione. Ciò darà al CM gli elementi per facilitare il lavoro che deve gestire.

Avere una buona organizzazione permette al CM di gestirsi al meglio, anche di fronte agli imprevisti. Inoltre a permettergli di non commettere l’errore di pubblicare contenuto equivoco o errato.

Ora che conosci le caratteristiche del vero community manager ti proponiamo di dare uno sguardo alla nostra piattaforma di content marketing Coobis. Una piattaforma in cui potrai trovare influencers che lavorano con i brand. Cerca queste qualità sulla nostra piattaforma!