Il contenuto interattivo arriva su YouTube: sfruttalo al meglio

Il gigante del content marketing ha sbalordito i suoi spettatori con il capitolo interattivo Black Mirror, e ora questa tecnologia è un modo per consumare contenuti in maniera innovativa. Come potrebbe essere altrimenti dato che i contenuti interattivi arrivano su YouTube per generare, se possibile, un coinvolgimento ancora maggiore.

Come ha assicurato Google a Bloomberg, i contenuti interattivi arrivano su YouTube per “far crescere gli spettatori e le vendite pubblicitarie sulla piattaforma”. Ma cosa sai di questa tecnologia?

Potresti aver sentito qualcosa sui video interattivi. E ne avrai anche visto più di uno. Molte persone lo considerano “il formato del futuro”. E considerando il suo impatto, potrebbe essere così. Infatti, come indicano le statistiche di Mobile Marketer, i video interattivi generano un aumento del 47% dei tempi di visualizzazione rispetto agli annunci video lineari.

Ma sono anche molto più divertenti e persuasivi. Al punto che molte piattaforme stanno promuovendo i loro video interattivi su YouTube per le funzionalità integrate di editing video della piattaforma. L’aggiunta di elementi e la personalizzazione degli elementi richiede alcuni minuti.

Cosa sono i video interattivi?

Il video interattivo è un nuovo modo per rendere i tuoi contenuti più interessanti. Consente agli utenti di cliccare, scorrere, scorrere, scorrere e trascinare i contenuti video per creare un’esperienza unica e divertente. Le sue funzionalità più comuni includono:

  • Access Point o pulsanti su cui è possibile cliccare all’interno di un video.
  • Selezione. Un’esperienza selettiva scelta della tua storia. Il contenuto è personalizzato in base alle preferenze o alle decisioni dello spettatore.
  • Video 360. È un’esperienza in cui gli spettatori possono avere una vista a 360º. Possono guardare in alto, in basso, a sinistra o a destra attraverso un video.

Con tutte queste possibilità, i brand stanno implementando sempre più funzioni interattive per raggiungere tutti i tipi di obiettivi. Tra questi, aumentare le vendite, aumentare la consapevolezza del brand o generare più traffico web.

Il tour video interattivo su YouTube

Mentre questi video sono una novità per i responsabili marketing, il concetto di video interattivo esiste da più di un decennio. È stato creato per la prima volta nel 2005, quando Flash era una delle piattaforme più popolari per lo sviluppo di esperienze digitali interattive.

Nel 2008, YouTube ha ripreso la tendenza e ha incluso le note nella sua piattaforma. Questi elementi selezionabili consentono ai content creators di posizionare testo e grafica sui loro video per creare esperienze più coinvolgenti.

Nel 2017, Annotations ha lasciato la sua piattaforma creando esperienze complesse su dispositivi mobile. Consente ai brand di utilizzare diverse funzionalità interattive:

  • Cards. Sono blocchi di contenuti in stile pop-up che puoi posizionare ovunque all’interno di un video. Creano punti di accesso che rimandano ad altri contenuti, playlist o al tuo canale YouTube.
  • Schermate finali. Sono come le cards ma si attivano solo alla fine di un video per aumentare il coinvolgimento.
  • Sovrapposizioni di inviti all’azione. Questi popup si collegano al tuo sito Web, non solo con altri punti YouTube. Tieni presente che la piattaforma fornisce questa opzione solo con contenuti video a pagamento.
  • Shopping Cards. Questi pop-up consentono agli spettatori di acquistare prodotti che sono stati visti nel video. Anche in questo caso funzionano anche solo su annunci video a pagamento.
  • Schermate finali automatiche. Vengono generate automaticamente, quindi non è necessario crearle manualmente. E funzionano solo negli annunci video a pagamento.

Pertanto, si potrebbe dire che con le note, i contenuti interattivi arrivano su YouTube. Anche se si tratta solo il primo passo.

Tutte le funzionalità interattive sono a pagamento?

Sebbene molte delle funzionalità di YouTube siano disponibili solo con campagne a pagamento, ci sono anche funzioni divertenti che puoi includere gratuitamente.

Ad esempio, puoi utilizzare le cards e le schermate finali per creare zone interattive e simulare selezioni, in come nel video di Fortune Teller.

YouTube supporta anche i video 360 sulla piattaforma. Il brand di scarpe Tom ha sfruttato lo strumento per offrire agli spettatori un viaggio virtuale in Perù. Si tratta di uno strumento speciale che utilizza una videocamera 360.

I migliori esempi di contenuti interattivi in arrivo su YouTube

I contenuti interattivi arrivano su YouTube per rimanereci. E i brand si sono già lanciati per dare vita ai migliori contenuti. Come l’hanno fatto?

1.- Minecraft

Minecraft è diventato fenomeno internazionale di gioco globale e ha approfittato dei video interattivi in arrivo su YouTube per creare il proprio contenuto.

Questa esperienza è letteralmente un modo per vivere la tua avventura attraverso un videogioco. In effetti, gli spettatori diventano i protagonisti di Minecratf, prendono decisioni su quale percorso prendere per completare il livello e viverlo in prima persona.

Inoltre, il contenuto mostra le opzioni al meglio ed è un ottimo esempio di come il video interattivo può modificare l’esperienza dello spettatore.

2.- Asos

 Il fatto che i video interattivi arrivino su YouTube è una grande opportunità per tutti i brand. E devi approfittarne, indipendentemente dal settore a cui appartieni. Lo ha dimostrato Asos.

Nel suo video, il concetto di musical è stato combinato con hotspot, collaborando con la band JUCE per promuovere il loro prossimo singolo. Infatti, in tutti i video gli spettatori sono invitati a visitare il sito di Asos attraverso gli access point per effettuare acquisti online.

Questo video non è solo un ottimo esempio di come collegare gli articoli di un’azienda a un video, ma mostra anche come è possibile sfruttare un evento specifico per generare entusiasmo attorno a un brand.

3.- Philips

Il contenuto interattivo arriva su YouTube anche per divertire. E Philips è riuscita a raggiungere questo obiettivo con il suo contenuto.

In questo caso, Philips mostra quanto può essere divertente un video interattivo mentre racconta la storia del brand. E tutto ciò è realizzato grazie al suo protagonista.

Nel contenuto il rasoio Click & Style è presentato attraverso un narratore appena rasato. Ha difficoltà a ricordare cosa è successo la sera precedente, quindi sono gli spettatori a decidere come completare la storia. L’utente ha la possibilità di cliccare su uno degli hotspot per creare una versione diversa della storia.

Mentre il narratore descrive le varie storie della notte precedente, la sua barba si modifica. È un ottimo esempio di come è possibile mostrare un prodotto senza parlarne continuamente. Al contrario, il maggiore coinvolgimento è generato dal formato narrativo e dall’interattività che genera.

4.- Tipp-Ex

Immagina di accamparti da solo nella foresta. Improvvisamente, un orso esce dagli alberi ed entra nella tua tenda. Cosa fai?

Questa è la domanda che Tipp-Ex ha lanciato ai suoi spettatori nel contenuto “Un cacciatore spara a un orso”. Ma coloro che scelgono l’opzione di sparare saranno sorpresi.

Il narratore eliminerà l’opzione e si sposterà su altre attività. Tra le opzioni ci sono: ballare, cantare, abbracciare, ecc.

5.- Zappos

Asos ha fatto un buon lavoro promuovendo le vendite attraverso un musical interattivo. Ma Zappos è uno specialista nel portare la tua attività ad un altro livello.

Non appena i contenuti interattivi sono arrivati su YouTube, brand come Zappos non hanno perso un secondo nell’attivarsi.

Si tratta promozione per le vacanze progettata per far crescere le vendite di fine anno. Durante il video, vengono mostrate foto di persone vestite con diversi tipi di articoli di marca. E ovviamente i punti di accesso vengono utilizzati per collegare direttamente ogni articolo alla relativa landing.

Questa tecnica ha permesso agli spettatori di acquistare esattamente ciò che hanno visto sullo schermo. JCPenney ha copiato questo metodo anni dopo nella sua serie di video, ma Zappos è stato il primo a impostare la tendenza.

6.- Chi vuole essere un Youtubillionaire

Sfruttando la popolarità del programma televisivo di successo “Chi vuole essere un milionario?”, I contenuti interattivi arrivano su YouTube anche sotto forma di giochi.

Questa esperienza fa sì che lo spettatore risponda a una serie di domande e offre anche la possibilità di chiamare un amico, proprio come nel programma originale.

È un contenuto che, sebbene non promuova alcun prodotto, è servito a dimostrare come questo tipo di formato funziona con gli spettatori. E questo è il motivo principale per cui i brand stanno creando esperienze sempre più interattive.

Oltre ai video interattivi ci sono altre azioni che ti aiuteranno a migliorare il coinvolgimento degli utenti. E in Coobis possiamo aiutarti. Sulla nostra piattaforma di content marketing e influencer marketing abbiamo migliaia di inserzionisti in grado di gestire nuovi formati di contenuti per potenziare le attività dei brand.