I tuoi contenuti annoiano?

Se la reazione degli utenti quando leggono è la stessa della fotografia, devi cominciare a preoccuparti. Evitare contenuti noiosi è essenziale se vuoi conquistare una nuova audience o mantenere quella che hai.

Il fatto che gli utenti abbandonino o smettano di seguire un brand per i suoi contenuti è qualcosa che è dimostrato. Content is king ma anche l’utente lo è. Quindi se non gli offri ciò che gli interessa, le probabilità che non sia coinvolto sono alte. Come mantenere l’attenzione del tuo pubblico target?

Esistono diversi tipi di contenuto che fanno in modo che i tuoi utenti siano interessati al tuo brand e alle informazioni che condividi. Ma, prima di tutto è importante che tu conosca le ragioni per cui l’audience si stanca.

Ragioni per cui proponi contenuti noiosi

contenuti annoianoOltre al fatto di pubblicare contenuti noiosi ci sono molte altre ragioni per cui gli utenti decidono di smettere di seguire un brand.

1.- La quantità si sovrappone alla qualità dei contenuti

contenuti annoianoQuando ciò accade, il brand si trova davanti ad un problema serio. Una delle ragioni principali del disinteresse verso il contenuto che offre un brand è la quantità di messaggi.

Non è consigliabile pubblicare troppi post in un solo giorno. E nemmeno insistere costantemente con messaggi promozionali. Inoltre Google comincerà a penalizzare i brand che abusano nel generare contenuti dato che non offrono una buona esperienza all’utente.

Bisogna enfatizzare il motto che dice che la qualità è meglio della quantità.

2.- I contenuti di tipo commerciale stancano

contenuti annoianoÈ un altro dei grandi motivi per cui le persone smettono di visitare un sito e smettono di seguire un brand sui social. Esiste un limite riguardo a questo tipo di contenuti. Gli utenti richiedono messaggi di qualità e che apportino valore.

Queste sono le conclusioni tratte da uno studio di Fractyl. I più comuni sono solitamente su statistiche e studi o consigli e raccomandazioni su un prodotto o servizio, per esempio.

3.- Non avere contenuti con immagini e video

I blog che basano il loro contenuto solo sul testo sicuramente verranno abbandonati da un pubblico annoiato.

Uno dei fattori che incidono sulla generazione di contenuti noiosi è la mancanza di immagini, video o infografiche. È sempre più tipico che l’audience richieda contenuti visuali rispetto a quelli testuali.

Il motivo principale per cui il visuale guadagna rispetto al testuale è il ritmo e la mancanza di tempo per fermarsi a leggere contenuti estesi. E per questo Youtube e Instagram sono due social che stanno crescendo enormemente. Nel caso di Youtube per le pubblicazioni video e nel caso di Instagram per le fotografie effimere.

Le Infografiche sono un altro tipo di contenuti molto attuali. Questo formato ti permette di leggere informazioni interessanti ma in maniera visuale, cosa che facilita la lettura dell’audience.

4.- Trattare solo temi aziendali

I brand che parlano solo di se stessi non possono avere successo secondo uno studio di Buzzstream. Ciò non significa che non sia corretto ma deve essere un elemento sottile e non ripetitivo.

Raccontare chi sei, i prodotti i servizi che offri o dove ti trovi è essenziale. Ma se parli solo di questi aspetti e in maniera continua, l’audience si annoierà.

Per mantenere il tuo pubblico vivo e attento dovrai apportare valore ai tuoi contenuti. Ciò significa che se lanci per esempio un nuovo prodotto dovrai offrire qualcosa extra. Può essere un video tutorial o una lista di consigli o un sorteggio per ottenere i prodotti offerti.

Questi sono alcuni dei motivi che rendono i tuoi contenuti noiosi. Come hai potuto verificare è un buon modo per perdere utenti e pubblico fedele.

La creazione di una strategia di comunicazione

Di fronte a questa situazione è imprescindibile creare una buona strategia aziendale. Deve essere ben pianificata in modo che gli obiettivi possano essere raggiunti.

Dovrai pensare a diversi aspetti comunicativi della tua organizzazione. Un buon modo di organizzare questa informazione è con un calendario editoriale in cui pianificare i contenuti che pubblicherai sul sito, sul blog e sui social.

È importante riflettere su questi contenuti per essere sicuri che si tratta di ciò che il tuo pubblico vuole vedere. Questioni riguardo alla frequenza delle pubblicazioni e ai canali sono la chiave della tua strategia di comunicazione.

Per raggiungere i tuoi obiettivi dovrai conoscere la tua audience in maniera ottimale. Per questo la segmentazione è uno dei passi più rilevanti da fare.

Conoscere i gusti e gli interessi o i giorni in cui visitano il tuo sito sono dati essenziali perché i tuoi sforzi abbiano effetto.

Una volta che sai come creare una buona strategia di comunicazione dovrai focalizzarti sul cercare contenuti che attirino gli utenti per evitare di generare contenuti noiosi. Verifica cosa piace ai tuoi utenti. Non sai cosa potrebbe incrementare le visite al tuo sito?

Tipi di contenuti che ti permettono di aumentare le visite al tuo sito

Esistono elementi e contenuti che sono basilari per ottenere più visite e traffico sul tuo sito.

1.- Crea titoli impattanti

Il titolo è il primo contatto dell’utente con i contenuti che leggerà. Quindi è il maggior responsabile del successo globale o dell’insuccesso della tua strategia.

In concreto e secondo i dati estratti da diversi studio, è l’80% del successo di una pagina web. Ciò significa che il titolo è uno degli elementi più importanti che devi considerare affinché il tuo blog o sito abbia successo. Cosa rende un titolo impattante?

La risposta è chiara: deve essere diverso, ultra specifico e deve portare una soluzione all’utente finale.

La formula da seguire è:

Titolo impattante = numero+aggettivo+parola chiave+beneficio razionale+promessa

Oltre a rispettare questi requisiti, la misura è un altro dei fattori che devi considerare. I titoli lunghi non vengono letti e non puoi andare oltre le 7-9 parole.

Ricorda che un titolo interessante inviterà sempre la tua audience a mostrarlo e condividerlo sui social. Ed è lì che i contenuti cominciano a diventare virali.

2.- Introduzione interessante che colpisca l’utente

È la seconda opportunità chiave affinché l’utente decida di continuare a leggere. Per evitare di generare contenuti noiosi, l’introduzione deve catturare l’attenzione dell’utente in una sola occhiata.

Esistono strategie che aiutano a rendere ciò possibile. Una di queste è la formulazione di domande, in modo che l’utente partecipi al tema in questione. Puoi anche utilizzare aspetti positivi e negativi per motivare l’utente a iniziare un dibattito.

L’introduzione deve essere chiara e diretta, con frasi corte e non devi prolungarti. Ricorda che sei all’inizio.

3.- Utilizza elementi visuali

Ciò non significa che tutti i contenuti si devono basare sulle immagini dato che senza testo non c’è posizionamento sui motori di ricerca.

Ciò nonostante, le immagini, i video, le infografiche sono elementi imprescindibili per trasformare una lettura noiosa in divertente. Sono sempre di più i brand che utilizzano Youtube o le infografiche per spiegare qualcosa in maniera visuale.

I contenuti visuali generano traffico web, dato che è facile cliccare e per la lettura facilitata. Inoltre sono uno dei formati più condivisi sui social. Ciò aiuta a fare in modo che i contenuti diventino virali e, di conseguenza, la tua pagina web ottenga traffico.

Anche se al principio si tratta solo di traffico, con il tempo gli utenti potrebbero diventare potenziali clienti e ambasciatori del brand. per questo devi curare i tuoi leads e visitatori.

4.- Altri tipi di contenuti con cui lavorare

1.- Il Guest posting

La traduzione letterale è ‘post invitato’. In questo modo si invita un altro blogger a partecipare al tuo blog. Così si ottiene una differenziazione che fornisce contenuti nuovi ed esclusivi. A sua volta questo aspetto attirerà l’attenzione della tua audience e renderà più ricco il tuo blog.

Inoltre questo invitato porterà autorevolezza all’interno del blog e farà crescere le visite. Quindi entrambe le parti otterranno benefici.

2.- Post sponsorizzati

Con questo tipo di accordo potrai ottenere entrate. Anche se per fare un modo che un blogger scriva di te devi avere una buona reputazione.

È una delle tendenze che piacciono di più alle aziende per la mancanza di tempo nel generare contenuti di qualità.

L’importanza di creare contenuti originali che apportino un valore all’utente è essenziale. Le aziende infatti ingaggiano editori che generino contenuti di livello, in cambio di un ritorno economico. I prezzi sono vari, a seconda dell’autorevolezza e dell’editor

Infine, altri contenuti che ti permetteranno di evitare risorse noiose, sono le opinioni e critiche degli utenti, come le notizie dell’ultima ora. Alle persone piace esser aggiornate.

Questi sono alcuni dei contenuti che faranno in modo che la tua audience non si annoi quando visita il tuo blog. Se non vuoi continuare a creare contenuti noiosi devi seguire i consigli che ti abbiamo segnalato. Ma se non hai le risorse sufficienti per farlo puoi affidarti ai migliori professionisti.

Coobis è una piattaforma di content marketing che dispone di una directory media enorme. Vuoi fare guest posting o guest blogging? Siamo specialisti nel creare contenuti originali che ti aiutino ad ottenere più traffico sul tuo sito. Vuoi incontrarci?