I principali obiettivi del content marketing del 2019

Se la tua azienda, indipendentemente dalla dimensione, è presente online, deve essere aggiornata sugli obiettivi del content marketing del 2019. Il content marketing dovrebbe essere uno degli elementi principali della tua strategia globale.

Ovviamente creare contenuto che lasci a bocca aperta il tuo pubblico target e farlo rendere è una sfida. E ancor di più con i nuovi obiettivi del content marketing del 2019, che non sono pochi.

Per esempio un’infografica di Branex intitolata “Le 7 sfide del content marketing che ogni venditore deve considerare” sottolinea le principali. Queste sono quelle basiche e devono essere superate per avere dei vantaggi:

  • Produrre contenuto che interessi il tuo pubblico target è la base.
  • Fare un bilancio tra SEO e creatività. È fondamentale per scalare posizioni sui principali motori di ricerca ma anche per mantenere interessata la tua audience.
  • Scopri il ‘punto di dolore’ della tua audience. Se la conosci profondamente saprai che dubbi ha e come risolverli.
  • Gestione di risorse e tempo. L’ideale è l’automatizzazione del marketing per risparmiare tempo e denaro.
  • Definisci il ROI di ogni campagna. Ossia, rileva i motivi del successo o del fallimento di ogni campagna. È fondamentale per procedere.
  • Promuovi il tuo contenuto. Scegli una piattaforma dove il tuo pubblico target è presente e promuovi il contenuto.
  • Stabilisci punti di autorevolezza e credibilità mediante il contenuto. Mantieni le promesse e aggiungi testimonianze.

Affrontare questi 7 punti contribuirà a farti ottenere risultati adeguati ai tuoi sforzi. Inoltre nel blog ufficiale di Branex si rileva che il content marketing è diventato più importante perché gli utenti passano sempre più tempo online.

Quali sono gli obiettivi del content marketing del 2019?

Indipendentemente dal fatto che tu stia cominciando con la creazione del contenuto o che tu abbia già esperienza, ogni anno ci sono nuove sfide. Ma gli obiettivi del content marketing del 2019 offrono informazioni di valore su come creare strategie potenti. Alla fine del 2017 tutti conoscevano quali tendenze sarebbero state protagoniste del 2018. Non devi fare altro che prendere nota.

1 – Il podcast è sempre più potente

Il podcast è uno degli obiettivi del content marketing del 2019. Uno strumento che ti aiuterà a attirare visite al tuo sito e uno dei formati che si usa meno. Uno studio di EGM segnala che il consumo di podcast è arrivato a 384.000 followers con una penetrazione dell’1% e una quota del 1,6% del totale utenti che ascoltano la radio.

Trasformare il contenuto scritto in una versione narrata è un modo per ampliare la reach di un contenuto. Ma anche di attirare gente, indipendentemente da dove si trova.

2 – Il retargeting si trasformerà nel motore di lead generation

Devi saperlo usare nel contenuto dato che nella pubblicità sta succedendo qualcosa di molto interessante. I risultati sono in crescita secondo eMarketer.

La spesa totale in display e nelle ricerche era simile nel 2014. E ovviamente per il 2019 ci si aspetta che la spesa in display sia del 28% maggiore.

Il motivo del ritorno del display è semplice: il retargeting. Come sai si occupa di mostrare agli utenti i tuoi annunci mentre navigano con contenuto personalizzato. E suggeriscono diverse tendenze e obiettivi del content marketing del 2019.

  • L’investimento in retargeting. I tassi di conversione aumentano più si visualizza un annuncio. E per questo il contenuto deve essere ottimizzato per ogni visitatore.
  • L’aspetto particolare del retargeting. Il suo CTR può diminuire nel tempo ma le persone che cliccano sul tuo annuncio dopo averso visto più volte hanno il doppio delle possibilità di convertire.

Per i responsabili marketing B2B il rendering è particolarmente importante. Servono tra i 6 e gli 8 punti di contatto per attirare un lead. E il retargeting è essenzialmente una versione digitale di essi.

Il retargeting si trasformerà in uno degli obiettivi del content marketing del 2019. Sarà il motore che porta alla lead generation. I professionisti del marketing continueranno a investire sulle piattaforme di retargeting per rendere visibili le offerte ai possibili leads e trasformarli in clienti. Ma tutto dipende dal contenuto.

3 – Esperienze di contenuti personalizzati

La personalizzazione è fondamentale e si è trasformata in uno degli obiettivi del content marketing nel 2019. Anche se dovresti saperlo.

Considera quanto segue. Visiti una pagina e inserisci il tuo nome e mail per scaricare un ebook sul social marketing. La prossima volta che visiti il sito, sarai ricevuto con il tuo nome. Ma non solo. Riceverai anche suggerimenti di ebooks legati al social marketing.

È ovvio ma nel 2019 si vedranno sempre più professionisti del marketing che cercano di offrire esperienze personalizzate. E i dati lo confermano.

  • In un sondaggio rivolto a 1000 professionisti digitali, Monetate ha riscontrato che il 94% degli utenti assicura che la personalizzazione è un fattore critico per avere successo.
  • I contenuti personalizzati per clienti potenziali aumentano del 20% le opportunità di vendita.
  • Il marketing personalizzato basato su dati e statistiche converte 4 volte di più del marketing generico.
  • Inoltre un sondaggio realizzato da Forrester segnala che il 92% dei responsabili marketing sta migliorando la personalizzazione dei suoi contenuti.

Quindi diventa un altro degli obiettivi del content marketing per il 2019. Non solo i professionisti vogliono personalizzare i loro contenuti ma gli utenti lo esigono. Secondo un’analisi di Invesp, il 53% dei clienti online segnala che la personalizzazione ha valore. E il 57% dei clienti è disposto a fornire informazioni personali per migliorare la personalizzazione dei contenuti.

4 – i brand creeranno più contenuti di nicchia

Non importa in che settore ti muovi. Dovrai creare contenuto di nicchia specifico se vuoi avere successo nel 2019.

Chi crea contenuti sta approfondendo sempre di più temi concreti. Secondo un sondaggio di Kapost, il 70% dei professionisti di marketing ha detto di ‘creare più contenuto’ rispetto al passato.

Questa incredibile quantità di produzione di contenuto significa che per emergere devi:

  • Creare contenuto profondo o creativo.
  • Approfondire temi e creare contenuto di nicchia.

Giganti di internet come Google e Amazon hanno già intrapreso questa strada e scommesso su contenuti migliori per gli utenti. Come? Attraverso la profilazione del cliente. Un’analisi puntuale ti aiuterà a essere più preciso.

5 – Il conenuto si adatterà alla ricerca del linguaggio naturale

Secondo le previsioni di Gartner, la tendenza è dirigersi verso una ricerca senza schermo. Ciò è dovuto alla rivoluzione delle ricerche vocali. Dopo tutto le ricerche vocali rappresentano già il 20% di tutte le ricerche di Google via mobile.

Ma ancor più importante è che le persone più giovani sono molto più propense a utilizzare questo tipo di ricerca. Secondo uno studio, il 71% dei giovani dai 18 ai 29 anni usa assistenti vocali rispetto al 39% degli utenti tra i 44 e 53 anni.

6 – Il contenuto sarà di formato ridotto

La percentuale ideale de contenuto è sempre stata un dilemma. E di fatto ogni tema necessita di una spiegazione più o meno profonda.

Ma come segnala un sondaggio di Orbit Media effettuato su 1000 boggers, la lunghezza dei post è cresciuta durante gli anni. E il tutto per ottenere migliori risultati nelle SERPs. Ma il contenuto lungo non attira l’attenzione. L’attenzione è sempre minore.

Se il tuo pubblico target sono i Millennials o la Generazione Z, è più probabile che tu ottenga un miglior ROI con contenuto corto e visualmente ricco. Secondo uno studio, i Millennials preferiscono video e infografiche per prendere decisioni. Mentre i clienti più adulti preferiscono i report tecnici più approfonditi nel 78% dei casi.

7 – L’influencer marketing cambierà

L’influencer marketing è stato un elemento basilare per più di una decade. E ciò si deve alla sua efficacia.

Secondo un report di Nielsen, il 92% delle persone si fida dei consigli di terzi sui brand. e come segnalano i dati di Twitter e Annalect, l’intenzione di acquisto degli utenti di Twitter cresce del 5% quando sono esposti a contenuto promozionale di influencers.

Anche Google Trends mostra un aumento costante dell’influencer marketing negli ultimi anni. Sembra essersi chiusa la breccia con la pubblicità video.

Anche se è poco probabile che si modifichi l’importanza di queste strategie, ciò che cambierà è il modo in cui le aziende le gestiranno. Approfondiranno di più il tema. Ciò è sinonimo di interviste e analisi più profonde.

Coobis è una piattaforma di Content Marketing professionale in cui potrai trovare i migliori contenuti per le tue strategie di marketing online. E potrai essere al passo con gli obiettivi del content marketing del 2019. Inoltre potrai utilizzarla per far conoscere i tuoi prodotti dato che grazie ai social dei nostri principali influencers otterrai visibilità. Vuoi scoprire i contenuti che ti servono?