I migliori consigli per creare un’infografica perfetta

Creare un’infografica perfetta ti permetterà di catturare i focus del mercato. I dati sono da tutte le parte e ovviamente è difficile comprendere e ricordare numeri isolati. Per questo ci sono modi per attirare l’attenzione del pubblico.

I dati possono essere noiosi per gli utenti. Ovviamente inserirli in una storia li rende più facili da comprendere. Per questo motivo le infografiche sono diventate sempre più popolari tra gli specialisti di marketing.

Anni fa si diceva che era possibile attirare l’attenzione semplicemente usando infografiche. Ovviamente oggi non è più così e la maggior parte delle aziende è in grado di creare infografiche.

Quindi, dato l’aumento dell’uso di questa tecnica, è importante assicurarsi che la tua infografica faccia il suo lavoro: spingere il traffico, creare coscienza e generare opportunità per la tua attività. Questi sono alcuni dei migliori consigli per creare un’infografica perfetta che non passi inosservata.

1 – Definisci un obiettivo concreto

Indipendentemente dal contenuto, è essenziale concentrarsi sul pubblico target. Prima di cominciare a parlare di palette colori o dei font devi assicurarti che la tua infografica sia interessante per la tua buyer persona. Per la tua audience e il suo posto nel funnel di conversione avrà un impatto ogni cosa che crei, dal linguaggio fino allo stile dell’infografica.

Quindi chiediti: conosci bene il tuo pubblico target? Questa è la prima premessa da seguire per creare l’infografica perfetta.

2.- Trova un tema interessante

Creare un’infografica che colpisca la tua audience non è facile. Non tutti i temi faranno parlare di te. Devi considerare che cosa importa al tuo pubblico target. Quali sono i punti di interesse? Cosa piace di più al tuo pubblico?

Trovare parole chiave e analizzare storie di tendenza può aiutarti a selezionare un tema per l’infografica che diventi virale. Puoi anche basarti sulle pubblicazioni che hai già realizzato. Quali sono quelle più condivide, e con più commenti?

Devi metterti al posto dei tuoi utenti e sapere qual è il modo migliore per attirare l’attenzione con la tua infografica. Non importa quanto ci hai messo per crearla, se non attira l’attenzione i tuoi sforzi saranno stati vani.

3.- Mantieni il focus su un tema

È una tendenza tipica il voler parlare su più di un tema in una infografica ma non è il suo obiettivo. Non cercare di raggruppare temi diversi, dedica ad ognuna il suo spazio. Non cercare di contestualizzare per raccontare tutto, è meglio optare per messaggi focalizzati e concreti. Un’idea ben spiegata vale più di mille idee vaghe.

4.- Applica un tema

Tema significa grafica. Applica un tema quando crei un’infografica. Usa una grafica sensata e che sia un insieme coerente di elementi. I temi possono allinearsi con i tuoi messaggi e attirare l’attenzione del pubblico.

Creeranno una storia più coesa e potranno rafforzare il messaggio. I simboli sono molto utili in questi casi. Usa qualsiasi strumento per rendere la tua infografica un elemento perfetto all’interno della tua strategia.

5.- Dosa il testo

Troppo testo renderà la tua infografica inutile. Non inserire troppo testo perché le protagoniste sono le immagini. È il problema più grande di tutti i clienti. Voler inserire tutto.

Ovviamente le infografiche si basano su immagini e parole. Se devi inserire un testo lungo, cambia strategia. Magari un ebook? Un post sul blog? Pensaci.

I dati mal organizzati non ti portano lontano. Per creare grafici efficaci mantieni la tua idea focalizzata su categorie che aiutino a esprimerla. Organizza i dati di queste categorie in una forma che sia facile da capire e vita situazioni come quella qui sopra.

6.- Falla semplice

Cerca di non abusare del gergo di settore o di concetti confusi. Fai il possibile perché il testo sia semplice e diretto. Frasi corte e vignette sono la scelta migliore. Puoi sempre approfondire in una pubblicazione nel blog. Ogni elemento ha il suo obiettivo, non mescolarli.

Cerca di dividere il tuo messaggio in una frase forte. Inoltre puoi usare dati per confermare ciò di cui stai parlando. Ricorda che lessi s more. Questo semplice grafico racconta una grande storia. Grazie ai colori che contrastano è facile per il lettore capire immediatamente la scarsità di acqua dolce. Questo è un focus da cui prendere esempio se vuoi che i tuoi lettori si focalizzino su una fonte di dati specifici.

7.- Ricorda che le dimensioni importano

Puoi avere tonnellate di informazioni da condividere e molte cose da far vedere ma le infografiche devono avere una dimensione adeguata. Devono avere una lunghezza maneggiabile. Gli utenti non faranno scroll all’infinito. Quindi crea un’infografica con una dimensione adeguata e mettiti nei panni dell’utente, evitando illustrazioni chilometriche che nessuno leggerà.

8.- Attenzione alla leggibilità

Lo spazio bianco è tuo amico. Magari vuoi coprire tutti gli spazi dell’infografica con immagini ma il tuo contenuto deve respirare.

Riempi bene gli spazi permettendo all’occhio umano di focalizzarsi efficientemente e assorbire meglio il tuo messaggio. È meglio un’infografica semplice ma significativa che piena ma disordinata.

9.- Utilizza dati rappresentati in forma visuale

Mostra dati per appoggiare un argomento. Gli argomenti dettagliati basati su dati convincono il lettore più rapidamente ed è molto più probabile che siano ricordati e condivisi.

L’infografica della foto è un esempio perfetto. Mostra il processo di ricerca di lavoro in maniera chiara: 200 persone si candidano per un posto, sette persone procedono alla prima tappa, tre hanno l’opportunità di accedere a un colloquio e una viene assunta. Grazie all’uso delle icone umane e alla codifica per colore è facile capire questa sequenza a prima vista.

10.- Non parlare solo di te

L’autocelebrazione non è consigliabile in un’infografica. Alcune aziende pensano che un’infografica debba essere usata come un volantino promozionale. Anche se è possibile, non è nata per questo. Se vuoi creare un’infografica su di te, focalizzati sul mostrare perché le persone dovrebbero considerare il tuo brand.

11.- Sorprendi l’utente

Hai informazioni che possono sorprendere l’utente? Utilizza la sorpresa come mezzo per aumentare lo stato di allerta e l’impatto che puoi avere sull’utente.

Se puoi fare in modo che l’utente voglia approfondire riguardo al tema iniziale, fallo. Aprigli la mente a nuove idee e poi riempi lo spazio con l’informazione corrispondente. Scoprirai che è molto più facile catturare l’attenzione in questo modo. Consulta il quadro che segue per vedere un esempio d icome presentare dati poco comuni che possono sorprendere il lettore.

12.- Non utilizzare titoli noiosi che dicono tutto nella prima frase

Nell’immagine qui sotto il titolo non lascia nulla all’immaginazione. L’argomento principale di questa tavola è noto a tutti. Detto ciò, perché dovrebbero voler leggere di più? Devi invece creare un titolo interessante ma che non sveli tutto il contenuto.

13.- Lavora con il tuo team creativo per creare un’infografica

Può sembrare semplice e ovvio. Ovviamente spesso il team creativo è isolato nel produrre un’infografica. Assicurati che copy, grafici e altri membri del team stiano lavorando insieme per raggiungere gli stessi obiettivi. Ti aiuteranno nella grafica e porteranno nuovi punti di vista.

14.- Non cercare di inventare modi strani per rappresentare il tuo contenuto

Fai attenzione al modo in cui presenti i tuoi dati. Puoi essere molto creativo ma magari i contenuti non si adattano a questo stile. I dati sono elementi con cui devi fare attenzione perché possono essere mal interpretati. Quindi focalizzati sul presentarli in maniera semplice e comprensibile e dimenticati le grafiche troppo alternative.

Quando hai fatto il necessario, mostra l’infografica al mondo. I social sono una piattaforma perfetta per recuperare il tuo pubblico target e impattare in maniera rapida. I social sono perfetti per fare in modo che l’utente si senta coinvolto. I dati e le informazioni mostrati da un’ottima infografica piacciono agli utenti, che si attivano per la condivisione.

Ricorda anche di fare in modo che la condivisione sia semplice. Se ci hai messo molto tempo a creare la tua infografica, perché non includere poi un pulsante di condivisione? Non importa che il tuo obiettivo sia generare clienti potenziali, brand image o lead generation. Più gente vede il tuo lavoro, meglio è.

Se vuoi avere ancora più ripercussioni con la tua strategia di consigliamo di utilizzare la piattaforma di content marketing di Coobis. È una piattaforma che unisce inserzionisti e editori per creare collaborazioni. Contatta un influencer del tuo settore perché pubblichi la tua infografica sulla sua piattaforma e per ottenere un impatto maggiore. Vuoi provare?