Strategie per gestire il branding durante una crisi

Branded Content
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Quando i tempi si fanno difficili per le organizzazioni, l’opzione della gestione del branding durante una crisi è inevitabile. Ebbene, è nel bel mezzo delle difficoltà quando i brand hanno l’opportunità di dimostrare che la loro promessa è stata mantenuta.

Questi giorni turbolenti richiesto un nuovo modo di comunicare. E ciò che gli utenti cercano è la lealtà da parte dei brand.

Per anni le risposte dei clienti si sono basate su fattori quali la qualità o il prezzo. Ora il mondo ha preso una piega diversa e ha messo i brand di fronte al pubblico con una necessità di suscitare maggiori emozioni.

Perché ciò che fai sentire ai consumatori e che ti rende diverso dagli altri è ciò che ti garantisce il successo oggi. Pertanto, ora è necessario rivedere come gestire il branding durante una crisi e non solo sopravvivere, ma anche uscire con un’immagine rafforzata.

Le crisi sono un’opportunità per migliorare l’immagine

Gestire il branding durante una crisi
Lavorare sul branding durante una crisi può suonare come una frase tratta da un manuale di auto-aiuto, ma non è così. È una realtà che le crisi possono anche essere un nuovo modo per trovare nuove opportunità. Non importa se sei una grande azienda o una piccola azienda, devi cercare nuove strategie per entrare in contatto con il pubblico e superare l’incertezza.

È una sfida che ha consumato le menti di coloro che guidano e gestiscono aziende e brand e dei loro team di lavoro. L’incertezza ha generato un ciclo infinito di dubbi con un’unica domanda “Come affrontiamo la tempesta?”

I primi a soffrirne sono stati i reparti dedicati all’area marketing che hanno dovuto lavorare sul branding durante una crisi e, soprattutto, tenendo conto del corrispondente calo di budget.

Tuttavia, in un momento in cui i consumatori si sentono più vulnerabili, i brand devono trovare un modo per dimostrare il loro impegno sociale ed empatia. Questo è il modo più efficace per raggiungere il pubblico con messaggi profondi per guadagnare la fiducia delle persone.

Quindi i brand e le organizzazioni hanno cominciato a scommettere su molti meno contenuti pubblicitari e a darsi da fare per parlare di valori. Mai prima d’ora tecniche come l’Inbound Marketing, lo storytelling o il grande protagonista, il Branded Content, sono state così apprezzate.

Sono tutte strategie ideali per attirare il pubblico in modo organico senza essere opportunisti. Sono efficaci perché offrono valore e utilità agli utenti, trasmettendo i valori e la visione dell’azienda. Cioè, ti pubblicizzano indirettamente migliorando la tua immagine.

1.- Lavorare sul branding durante una crisi richiede voce

Gestire il branding durante una crisi: Facebook
Sia in acque agitate quando si naviga tranquillamente, il tuo brand dovrebbe riflettere la risposta collettiva del tuo team e della tua organizzazione. I tuoi clienti se lo meritano.

Come le persone reali, i grandi brand sono influenzati e rispondono alle condizioni che li circondano. Se fingono di non essere influenzati, dimostra che non sono trasparenti. Inoltre, anche non adattare la strategia alle reali esigenze del pubblico genererà conseguenze negative.

Lavorare sul branding durante una crisi significa mostrare il tuo lato più umano e la personalità del tuo brand. Come sta rispondendo la tua organizzazione a questa situazione? Dì ai tuoi clienti che questo è il tuo brand.

2.- Sostieni il tuo pubblico

Anche nel mezzo della crisi, i consumatori vogliono sentirsi connessi e supportati dai brand. Molti vogliono anche che i brand adottino misure pratiche e tangibili che aiutino ad alleviare il carico emotivo e la paura.

Secondo alcuni sondaggi mondiali, l’86% dei consumatori approva i brand che lanciano promozioni e offerte. Mentre l’85% approva i brand che offrono termini di pagamento flessibili. Allo stesso modo, il supporto del pubblico per i brand che offrono promozioni o offerte è cresciuto dal 75% alla fine di marzo all’86% a maggio in 17 mercati.

Questo non solo risponde al fatto che si tratta di promozioni allettanti, ma anche al fatto che i brand dimostrano solidarietà con i clienti di fronte alla crisi economica. Questo è un altro buon modo per lavorare sul brand durante una crisi perché coinvolge tutti i fattori all’interno dei brand.

3.- Lavorare sul branding durante una crisi richiede il collegamento con il cliente

Email Mc
In tempo di crisi è tempo di essere personali, evitare i cliché e offrire valore oltre al prodotto che stai vendendo. In tempi di crisi, soprattutto in tempi di recessione economica, alcuni dei tuoi clienti potrebbero ridurre le loro spese. Ciò non significa che li hai persi.

Invece, approfitta di queste situazioni per far sapere loro quanto ci tieni. In questo caso, optare per l’email Marketing o l’SMS Marketing con un messaggio speciale che sia abbastanza personale e utile può essere la strategia migliore.

La ragione? Attiverai i neuroni specchio responsabili della produzione di empatia. Quindi, finirai per generare messaggi che, con la premessa di educare il cliente, possono mostrare i tuoi valori. Otterrai vantaggi sia durante sia dopo una crisi.

Gli esperti sottolineano che in tempi di crisi, i brand devono trattare i propri clienti come esseri umani. Pertanto, devono prima pensare al rapporto che costruiscono con le persone dall’altra parte dello schermo. In questo modo otterranno un sentiment positivo nei loro confronti e aumenteranno le loro vendite.

4.- Essere flessibili non significa essere infrangibili

Instagram-Share-Black-Stories-Sticker
Questo è il grande collo di bottiglia quando si lavora sul branding durante una crisi. Basare il tuo messaggio sulle attuali condizioni di mercato è vitale, per quanto difficile possa sembrare.

Ciò significa che, anche se stai vivendo la più dura delle crisi, la tua comunicazione deve rispondere alle esigenze del pubblico. In questo modo potrai rafforzare i punti deboli, adattandoti ai cambiamenti culturali e al panorama competitivo.

Ovviamente ci sarà sempre un filo comune per farlo. Ma il messaggio deve avere la capacità di adattarsi facilmente all’ambiente. In tempi di crisi, soprattutto, l’opinione pubblica cerca un aiuto genuino da fonti affidabili.

Ciò non significa che dovresti cambiare completamente il tuo brand per adattarti alla crisi attuale. Ma dai un’occhiata e analizza cosa rende il tuo brand utile ai clienti. Cosa rende la tua azienda credibile nello spazio del pubblico di tutti i giorni? Amplificalo e il tuo brand ne uscirà più forte.

5.- Durante una crisi, aumenta la lealtà

Ogni brand degno di questo nome ha una strategia attentamente studiata e configurata per attirare e fidelizzare i clienti. Ma in questi tempi senza precedenti, una strategia convenzionale potrebbe non riuscire ad avere un impatto sui consumatori.

I dati esposti dall’indice GlobalWeb indicano che l’81% dei consumatori concorda con i brand che offrono promozioni o vantaggi in cambio della fedeltà dei clienti. Costruire la lealtà significa concentrarsi sui propri argomenti e generare esperienze mutevoli in questi tempi straordinari.

6.- Anticipa le risposte e analizza i risultati

Ikea brand crisi
Se il tuo brand sta attraversando un brutto momento, non lasciare questioni in sospeso. Scrivi in ​​prima persona e parla in termini che il tuo pubblico può comprendere. Dì loro cosa sta succedendo.

Assicurati che la tua prima comunicazione sia rapida, concisa, empatica e trasparente. Prima comprenderai i punti chiave della crisi e offrirai il tuo aiuto, più i tuoi clienti si fideranno del tuo brand.

Quando lavori sul branding durante una crisi, devi mantenere il controllo. Pubblica un messaggio prima di lasciare che gli altri interpretino la tua storia. Ciò ti consentirà di spiegare l’approccio della tua azienda alla situazione e di evitare di soffrire di crisi di immagine in futuro.

7.- Non lasciare che le crisi ti facciano perdere l’equilibrio

Se il COVID-19 ha ottenuto una cosa, è scoprire il fatto che molti brand non avevano un piano stabilito per rispondere a una crisi del proprio settore e del loro modello di business.
Le aziende devono essere preparate e questo richiede pianificazione. Migliore è il piano, più velocemente un brand può rispondere con un messaggio coerente che dia l’impressione che l’azione sia sotto controllo.

Mostra al tuo pubblico che stai apportando modifiche quando necessario per tenerlo al sicuro e soddisfare le sue esigenze.

Come hai visto, lavorare sul branding durante una crisi non dovrebbe essere considerato un’opzione, ma una necessità. È tempo di entrare in contatto con il tuo pubblico e accompagnarlo durante il suo viaggio.

Con la piattaforma di Branded Content, SEO e influencer marketing di Coobis possiamo aiutarti a migliorare la tua brand image e ad uscire da questa crisi più forti che mai. Possiamo aiutarti a trovare i media e gli influencer più adatti per ottenere una maggiore visibilità su Internet.

I più popolari