Elementi chiave per sfruttare al meglio le gif animate

Utilizzare gif animate è di moda. Le gif animate (dalla sigla inglese “Graphic Interchange Format”) sono senza dubbio uno degli oggetti più antichi del web. Di fatto, si utilizzavano già diversi anni fa per creare banners con diverse sequenze. Basicamente perché si tratta di una forma semplice di ottenere un annuncio movimentato senza ricorrere alla produzione video.

Si potrebbe pensare che questi formati sarebbero scomparsi con l’evoluzione del web con l’epurazione degli stili, la sofisticazione degli strumenti di pubblicazione. Ma non c’è nulla di più distante dalla realtà. Il suo uso crescente sui social lo ha trasformato in un mezzo di espressione. Come uno strumento di comunicazione e marketing. Utilizzare gif animate in forma simile agli emoticons è ideale per trasmettere un’idea o un’emozione.

Secondo i dati di Twitter e del New York Times, 100 milioni di gif sono state condivise nel 2015 su Twitter, 23 milioni ogni giorno su Tublr, 5 milioni su Facebook e oltre 2 milioni su Slack. Un messaggio visuale, breve e dinamico può arrivare a essere molto potente per attirare l’attenzione di diversi utenti.

Per questo, sempre più brand le includono nelle loro strategie e le utilizzano non solo sui social ma anche nel blogging e email marketing.

Scopri quali sono gli elementi chiave per sfruttare al meglio le gif animate, dove ottenerle e perché utilizzarle nelle strategie di contenuti.

Vantaggi dell’uso delle gif animate

claves para utilizar gifs animados: café
Alcuni dei benefici più interessanti di usare le gif animate nelle tue strategie di marketing online sono:

  • Ti permettono di attirare con più facilità l’attenzione della tua audience
  • Attirano l’attenzione in un luogo determinato
  • Sono un metodo ideale per trattenere per diverso tempo e in maniera naturale l’attenzione di un potenziale cliente riguardo a un prodotto in concreto di un negozio online.
  • Sono un complemento visuale ideale da aggiungere a qualsiasi post
  • Illustrano facilmente un frammento di una guida o tutorial del tuo blog
  • Le gif animate sono un modo interessante di mostrare un prodotto in azione.
  • Queste immagini con movimento ti permettono di segnalare i vantaggi di utilizzare un servizio professionale.
  • Potrebbero arrivare a dare un tocco originale a una mail della tua campagna di email marketing.
  • Fanno in modo che i banner promozionali ottengano più clicks.
  • Sui social attirano più facilmente l’attenzione dei followers.
  • Ottengono una maggiore viralità (condivisioni, mi piace, +1 o retweets) rispetto alle fotografie.
  • La loro importanza è evidente al giorno d’oggi e anche Facebook ha dovuto cedere e accettare questo tipo di files.

Svantaggi dell’uso delle gif animate

Ovviamente, si possono anche trovare problemi nell’uso delle gif animate nel marketing:

  • Crearle richiede tempo e risorse aggiuntive rispetto a un JPG. Più che mai perché bisogna considerare la pianificazione e la validazione di un racconto insieme all’esecuzione dell’immagine. In ogni caso è ancora molto più economico di un video, sia nell’esecuzione sia nel caricamento.
  • Nelle campagne di emailing, i problemi di compatibilità di Outlook fanno in modo che compaia solo il primo frame del gif. Si consiglia di creare files in modo che mostrino l’informazione più rilevante nel primo spazio.

Dove scaricare gif animate?

Esistono diversi spazi che permettono di risparmiare nella creazione di diversi files. I più noti sono.

1.- Giphy

Giphy in 4 anni ha ottenuto un elevato numero di utenti attivi, simile agli utenti attivi su Snapchat e Twitter. Nonostante abbia ricevuto molta attenzione mediatica come questi social, Giphy ha raggiunto l’imponente cifra di 200 milioni di files quotidiani, secondo Hipertextual.

Questo successo si deve in parte al supporto di Facebook, Twitter e iMessage. Una gran parte degli utenti arrivano attraverso queste piattaforme che hanno integrato il servizio di Giphy. Inoltre è molto semplice per altre piattaforme integrare il motore nei diversi sistemi.

2. – Google Images

Per fare una ricerca di una gif animata mediante Google Images basta attivare un filtro alle tue ricerche per parole chiave: clicca su immagini>Strumenti di ricerca>Tipo>Animate.

3. – Reddit

Reddit ha creato una biblioteca di gif animate educative che raccolgono qualsiasi tematica che possa servire a professori e alunni. Le ricerche devono essere fatte in inglese.

4.- Wikimedia Commons

È una raccolta online di immagini di uso gratuito, suoni e altri file multimediali. È un progetto della fondazione Wikimedia.

I files di Wikimedia Commons possono essere utilizzati in tutti i progetti di Wikimedia, in tutte le lingue, incluso Wikipedia, Wikibooks, Wikivoyage, Wikispacies, Wikisource e Wikinotizie. O scaricarli per usi fuori dal sito. L’archivio contiene oltre 40 milioni di files multimediali.

7 elementi chiave per usare gif animate in maniera creativa

1 – Rendere dinamica la comunicazione

claves para utilizar gifs animados:: ryan gossling
Le gif animate permettono di dare movimento a risorse statistiche. Per esempio, Ryan Gosling nelal campagna di occhiali da sole Aviators o Wayfarers. Una gif adattata specificatamente per il post e assicurare la viralità.

2 – Spingere il branded content

Il brand di cosmetici Clinique ha saputo utilizzare bene le gif animate per promuovere le sue camapgne. Il brand aiuta a generare notorietà e affinità attraverso le gif. Qualcosa che serve non solo a vendere il prodotto.

3 – Coinvolgere gli utenti e sviluppare la community per utilizzare le gif animate

claves para utilizar gifs animados:
Coca Cola nella sua ultima campagna “Senti il sapore” ha permesso al internauti di prendere parte agli annunci e trasformarli in gif. In essi si potevano includere i propri messaggi degli utenti. Trasformandoli in nuovi slogan del brand.

4 – Arricchire la strategia di contenuti e incrementare la viralità

Le serie televisive fanno parte del fenomeno ‘gif revival’: sono molte le gif create dagli utenti a partire da scene di film o serie storiche.

I produttori di serie lo hanno capito bene e aziende come HBO o FOX TV hanno i propri canali di Giphy. La gif è potente se si condivide in forma massiva. Questi brand alimentano costantemente la piattaforma per assicurare la loro viralità.

5 – Sono ideali per esibire prodotti

Mediante una gif puoi mostrare alla tua audience in pochi secondi quali sono i modelli disponibili per i tuoi nuovi prodotti. Ti servono anche per esibire il tuo stock mediante offerte, le tue nuove collezioni, le tue promozioni speciali e i diversi prodotti che la tua attività offre.

6 – Ti aiutano a rappresentare idee

claves para utilizar gifs animados:
Come per le infografiche, le gif sono ideali per riassumere informazioni e esporle in maniera didattica. Un buon esempio sono le cartine, i grafici dinamici, gli schemi animati e altri elementi creati per esibire dati in maniera accessibile.

7 – Sono perfette per far ridere la tua audience

claves para utilizar gifs animados:
Chiaro, pensando al fatto che i social sono lo spazio preferito per l’ozio nelle ore di lavoro, non c’è nulla di meglio che ridere! Quindi non dimenticare di includere gif carine nei tuoi messaggi per rilassare la tua audience. Ricorda che i contenuti divertenti che portano valore aggregato sono importanti come promuovere i tuoi prodotti al momento della pubblicazione.

5 dati da considerare per usare gif animate

1 – Rafforzata dalle principali piattaforme social, la tendenza di usare gif animate è crescente. Ovviamente grazie ai possibili acquisti dei GAFA (Google, Apple, Facebook, Amazon). La piattaforma Giphy ha già firmato accordi con i principali attori: Facebook, con impatti su Messenger, google o Apple per includerli nella navigazione di Chrome e Safari.

2 – I gif sono in testa a tutte le ricerche dei siti web, soprattutto via mobile.

3 – Come novità si trova il ‘Gif reportage’ che puoi vedere su Twitter. Grazie a lui brand, istituzioni e opinion leaders stanno pubblicando mini reportages in formato gif.

4 – Utilizzare gif animete aiuta a far emergere la tecnologia, l’innovazione o l’uso di un prodotto.

5 – Si usano sempre di più le gif animate come promotrici di contenuti generati dagli utenti (User Generated Content). L’utente può utilizzare filtri e strumenti per arricchire la gif di un brand. o creare un clip di un tema, uno scenario o aggiungere un messaggio personalizzato.

Perché utilizzare gif animate e non video?

1 – Riproduzione immediata: l’immagine animata è così leggera che si riproduce immediatamente anche visualizzandola da mobile. Un video con frequenza richiede l’intervento dell’utente per attivare la riproduzione. Questa immediatezza delle gif animate aumenta le probabilità che altri utenti vedano la tua comunicazione.

2 – Riproduzione all’interno della mail: le gif animate possono essere caricate e mostrate all’interno di una mail come se fossero un’immagine normale. Nel caso in cui si desideri mostrare un video in una mail, data la dimensione del file, bisogna introdurre un link per la riproduzione al di fuori del messaggio. Che sia su Youtube o altra piattaforma esterna. Se il destinatario della mail non clicca sul link, si perderà la riproduzione.

3 – Impatto emozionale: inviare un messaggio basato su gif animate può generare una reazione positiva negli utenti. O motivarli, ispirarli o farli ricordare. Questo mezzo di comunicazione senza parole può far risparmiare tempo, energia e, soprattutto spiegazioni lunghe. Che in molte altre occasioni vengono ignorate.

4 – Retention visuale: una gif animata è, a volte, più facile da creare di un video. E può completare e migliorare la comprensione di un concetto complesso. Come nel caso dell’apprendimento di un messaggio meccanico, biologico o chimico.

5 – Animazione di infografiche: utilizzare gif animate permette di dare un tocco creativo a un’immagine fissa. Come nel caso di un’infografica, dando un movimento ripetuto a un elemento per farlo risaltare.

Conosci Coobis? È una piattaforma di content marketing dove i brand possono trovare ogni tipo di contenuto. Comprese le gif animate. Ti registri per provare Coobis?