Elementi chiave per comprendere e sfruttare al meglio il nuovo algoritmo di Instagram

Il nuovo algoritmo di Instagram è uno dei trend topic del momento. Tutto il mondo sta cercando di comprenderlo. Dai creatori di contenuti, che vedono come le loro pubblicazioni non raggiungono il pubblico agli utenti che restano ai margini dei cambiamenti.

Come funziona il nuovo algoritmo di Instagram? Cosa favorisce questo cambiamento? È possibile sfruttarlo?

Ultime modifiche di Instagram

Le lamentele più recenti su Instagram hanno reso evidente che sempre meno utenti ricevono o vedono le nuove pubblicazioni. Si calcola che appena il 10% dell’audience veda le pubblicazioni condivise. Uno dei cambiamenti più recenti del social favorisce le cerchie più vicine degli utenti.

Ossia, la reach delle foto, dei video e delle stories è sempre minore. Il nuovo algoritmo di Instagram fa sì che le pubblicazioni siano condivise con la cerchia più vicina degli utenti. Così le pubblicazioni non hanno più lo stesso livello di esposizione che avevano prima.

Di conseguenza, gli influencers e utenti che misurano la reach delle loro pubblicazioni hanno visto scendere le visite drasticamente. Aumentando la probabilità che le pubblicazioni restino sepolte sotto migliaia di altri elementi.

Elementi chiave del nuovo algoritmo di Instagram

Il nuovo algoritmo di Instagram ha portato inevitabili lamentele da parte degli utenti. Il nuovo algoritmo di Instagram considera tre valori che prima non erano così importanti. Cambiando il paradigma è cambiata l’importanza che si dà a alcune pubblicazioni.

1 – Affinità dell’utente

Ora il nuovo algoritmo di Instagram dà preferenza agli utenti che hanno più legami con gli influencers o l’account in questione. Ossia i più vicini.

I followers che interagiscono con il creatore, che sia attraverso i messaggi nelle pubblicazioni, dando likes o direttamente condividendo le pubblicazioni, vedranno prima i contenuti. Il problema è che, gli utenti che abitualmente non interagiscono con i creatori di contenuti, non vedranno la pubblicazione. Ovvero la pubblicazione non comparirà nel loro feed.

Ciò provoca le menzionate lamentele degli utenti e influencers che vedono come la relazione tra di loro si diradi. L’interazione tra creatori e followers è una relazione difficile da promuovere. Gli influencers possono emergere per avere migliaia di followers. Ma in confronto l’interazione con i loro utenti è minima.

I social hanno guadagnato molto peso in poco tempo e permettono agli utenti di interagire con brand e influencers. Il problema è che ancora molti di essi non lo fanno. Questa mancanza di interazione o relazione tra le due parti, ora pregiudica i due.

2.- Ponderazione del contenuto

Il nuovo algoritmo di Instagram mostra prima le pubblicazioni con più interazione. Ossia, che dà preferenza a quelle che per esempio hanno più likes e commenti. Sulla stessa linea, le pubblicazioni recenti che hanno pochi minuti di vita, non otterranno followers di peso.

Il nuovo algoritmo di Instagram premia le intereazioni. Per questo mostra quelle pubblicazioni che hanno più seguito. Gli utenti si vedono obbligati a condividere, commentare o reagire di fronte alle pubblicazioni degli influencers se vogliono vedere le future pubblicazioni.

Inoltre il nuovo algoritmo di Instagram tiene conto delle interazioni dell’utente. Ossia, se lui interagisce ulteriormente con un brand rispetto a un altro, mostrerà prima le pubblicazioni del primo account. In questo senso, il nuovo algoritmo di Instagram mostra i contenuti degli account per cui l’utente ha mostrato ineresse.

3.- Tempo di permanenza

Anche se sembra una contraddizione, il nuovo algoritmo di Instagram dà priorità ai nuovi contenuti rispetto alle pubblicazioni più vecchie. Un fatto che si contraddice, in parte, con il punto anteriore.

Il fatto di mostrare le nuove pubblicazioni è legato alle vecchie lamentele degli utenti. I vecchi post venivano mostrati prima nel feed rispetto a quelli nuovi. Quindi il nuovo algoritmo di Instagram ha introdotto un cambiamento.

Problema del Shadowban

Uno dei problemi dei social è che, in parte, il valore che si assegna agli account o influencers proviene dal numero di followers e dalle interazioni che generano. Questi valori si basano su aspetti numerici e quantificabili. Quindi si cerca di aumentarli, non sempre in forma legale.

Ci sono applicazioni o metodi per aumentare il numero di followers o interazioni. È legale ma non etico. E i social penalizzano queste azioni duramente. Precisamente il nuovo algoritmo di Instagram ha trovato un metodo efficace per affrontare questo aspetto.

Shadowban fa riferimento al blocco temporale di un account per questo tipo di atteggiamento. L’account in questione resta ‘bloccato’ per un periodo di tempo. Il proprietario dell’account può continuare a pubblicare. Ma le pubblicazioni non sarranno condivise.

Il contenuto sarà mostrato a molti meno utenti e potrebbe anche essere occultato. Gli hashtags che si utilizzano sono bloccati e saranno invisibili all’applicazione.

Priorità del nuovo algoritmo di Instagram

1.- Legame

I contenuti che generano più engagement, ossia, che hanno più interazioni, sono quelle che vengono mostrate di più. Le pubblicazioni che piacciono e generano commenti e likes ottengono notorietà, che siano stories, fotografie o video.

In questo senso, il nuovo algoritmo di Instagram non privilegia i contenuti per il formato o la naturalezza. Si tratta di premiare il legame degli utenti. Ora gli influencers dovranno lavorare di più la relazione con i loro utenti.

Con il nuovo algoritmo non si possono cancellare le interazioni con gli utenti ma si devono favorire. Un buon modo è quello di rispondere ai commenti favorendo i commenti degli utenti.

2.- Rapidità di engagement

Comprendendo che le interazioni sono importanti, il nuovo algoritmo di Instagram favorisce in gran misura le pubblicazioni realizzate in un breve arco di tempo. Ossia più rapidi sono i commenti o i likes, meglio è.

Un buon modo per favorire questo punto è stare attenti ai commenti dei followers. È il momento di verificare le notifiche. Prima si risponde, più fiducia si genererà verso i clienti affinché commentino di nuovo. Gli utenti si sentono apprezzati dall’attenzione e tornano a interagire.

3.- Tempo di lettura

Con il nuovo algoritmo di Instagram è importante anche il tempo di lettura delle pubblicazioni. Si favorisce la visualizzazione di quelle pubblicazioni il cui tempo di lettura è maggiore.

A maggior tempo corrisponde maggior livello di engagement, fatto che premia il nuovo algoritmo di Instagram. Un modo per favorire questo punto è redigere descrizioni leggermente lunghe. In questo modo l’utente impiegherà più tempo a leggerle.

Sono importanti anche le call to action. Si possono introdurre CTAs intressanti che facciano in modo che i followers leggano la descrizione della foto. In questo modo è possibile che gli utenti interagiscano con l’account, aumentando l’engagement e il tempo di visione di colpo.

4.- Stories

Il nuovo algoritmo di Instagram non distingue tra pubblicazioni nel feed e stories. Ora, le stories sono protagoniste. Il nuovo algoritmo di Instagram considera tutte le interazioni ricevute, incluse le stories e le dirette.

Questo tipo di contenuto aiuta enormemente a generare un migliore valore per il nuovo algoritmo di Instagram. Gli utenti consumano contenuti interessanti, in maniera più diretta.

Fare in modo che le stories abbiano più interazioni retroalimenta il fatto che siano raccomandati in altri account e quindi il profilo sarà più visibile. Ciò genera più engagement verso altre pubblicazioni del profilo.

5.- Hashtags

Gli hashtags influiscono molto sul nuovo algoritmo di Instagram. E più degli hashtags, la rilevanza che hanno. Ossia, non si tratta di inondare con una lista interminabile di hashtags la pubblicazione. È preferibile scegliere meno elementi di qualità.

Ora è importante scegliere adeguatamente gli hashtag che si adattano meglio all’utente e alla pubblicazione. L’obiettivo è emergere.

Una conseguenza prevedibile è che le ricerche via hashtag guadagnano rilevanza, fondamentalmente con gli hashtags specifici.

6.- Risorse creative

Instagram offre un’ampia varietà di risorse creative che permettono di interagire con l’audience in maniera originale. Dai sondaggi alle dirette fino a tags e emojis. Tutte queste risorse formano parte dell’immaginario collettivo attuale quindi usarli adeguatamente favorisce le pubblicazioni, secondo il nuovo algoritmo di instagram.

I sondaggi, per esempio, sono un modo eccellente di interagire con l’audience. E viceversa permettono di favorire l’interazione degli utenti in forma rapida.

In generale tutte le funzionalità che offre l’applicazione sono percepite in forma positiva per il nuovo algoritmo di Instagram.

Approfitta del nuovo algoritmo di Instagram

Sia gli influeners sia i brand possono sfruttare il nuovo algoritmo di Instagram. A partire da ora si devono considerare fattori come il tempo di visione, l’engagement e le interazioni con gli utenti. In questo modo si rinforza la community creata su Instagram mentre si sfrutta il nuovo algoritmo.

Gli inserzionisti che vogliono condividere i loro contenuti dovranno tenere in considerazione le interazioni. Con il nuovo algoritmo di Instagram è più rilevante che mai rispondere alle domande e alle necessità dell’audience. Se l’audience non partecipa o interagisce con il brand, le campagne degli inserzionisti non avranno successo.

Per questo devi usare una piattaforma di content marketing adeguata che te lo garantisca. Entra in Coobis e le tue campagne avranno successo sia su Instagram sia sugli altri social.