Cos’è l’architettura del brand e come migliora l’immagine di un’azienda?

Branded Content

Comunicare ciò che un’organizzazione, un prodotto o un servizio rappresentano in modo efficiente non significa inviare messaggi su ciò che l’azienda è tramite strumenti digitali o analogici. È molto di più. Si tratta di creare un’architettura pre-brand.

Se vuoi posizionarti e valorizzare la tua organizzazione, i tuoi prodotti o servizi, devi prima considerare quanto segue: devi creare un’architettura di brand adatta.

L’architettura del brand è uno dei cinque elementi attraverso i quali viene creato il brand. Pertanto, prima di costruire un’architettura del brand, è necessario comprendere chiaramente cosa sia il brand per la tua azienda.

Definisci cosa significa il tuo brand

Il brand è la base, un’organizzazione che una persona, un prodotto o un servizio creano. Quando si parla di un brand ci possono essere alcune variazioni: dal brand organizzativo al brand personale. Senza dimenticare il brand di prodotto o di servizio. In ognuno di essi, il brand è l’anima.

La creazione di un valore aggiunto che si differenzia dalla concorrenza e, allo stesso tempo, in esclusiva per la propria organizzazione: il brand o prodotto sarà la chiave per ottenere un risultato eccellente.

Il branding è la somma delle passività e delle attività dell’organizzazione. È anche la parte tangibile e intangibile dei tuoi prodotti. Riguarda quel valore aggiunto che i tuoi clienti associano al tuo prodotto. E significa anche ciò che associ al prodotto che vendi.

È, ad esempio, uno stile di vita. O un legame psicologico ed emotivo che proietti sulla tua azienda con valori o idee specifici. Solo in questo modo otterrai un’architettura del brand ben progettata e definita.

I 5 elementi di buon brand

Ogni progetto di branding deve occuparsi di questi 5 elementi per far sì che un’azienda comunichi il suo spirito:

1.- Denominazione

Il nome di un brand è la lettera di accompagnamento della tua azienda. Come sapete, il brand cerca di proiettare quel valore aggiunto nella costruzione di ciascuno dei suoi elementi. La denominazione è la scelta del nome con cui si desidera essere identificati.

Questa è l’idea astratta che dovrebbe riassumere il concetto del tuo brand in una parola. Per questo motivo, la denominazione è anche il modo in cui presenti e rappresenti il ​​tuo nome. E la scelta di un nome semplice suggestivo, facile da leggere, scrivere ed essere associato alla tua attività sarà un’altra chiave di successo. Ricordati di tenerlo presente quando crei la tua azienda o il tuo brand.

2.- Immagine aziendale

Qui parliamo di diversi tipi di rappresentazioni iconiche attraverso le quali è possibile comunicare il brand. Sono elementi come i seguenti:

  • Logos.
  • Imagotypes.
  • Isotipi.
  • Isologous.

È la parte più iconografica o simbolica nel design del tuo brand. Come per la scelta del nome, un buon logo fornisce un riconoscimento immediato del tuo brand attraverso il carattere che usi.

Questo gioca un ruolo fondamentale. Ogni famiglia di font ha un design particolare e devi scegliere quello che si adatta meglio all’idea che vuoi proiettare dalla tua organizzazione attraverso il brand.

L’isotipo si riferisce alla parte più iconica del tuo brand. Infine, l’unione tra isotipo e logo è ciò che si vede normalmente quando il brand viene presentato in questo modo. Cioè, il nome con il design di un’icona che lo rappresenta.

3.- Posizionamento del brand

È un altro degli elementi che interferiscono nella costruzione di un brand adeguato. È il livello di importanza che il consumatore dà al tuo brand.

4.- Valori del brand

Il quarto elemento nella creazione del tuo brand si baserà sulla lealtà che il tuo utente ha in azienda attraverso il lavoro che hai fatto sui valori del tuo brand. Inoltre, influenza anche la lealtà tra il tuo pubblico e la tua organizzazione.

5.- Architettura del brand

Ed ecco che arriva il quinto elemento del brand: l’architettura del brand. A questo punto, senza un’architettura di brand, il resto degli elementi e il brand stesso avrebbero risultati minimi o nulli.

Cos’è l’architettura del brand?

Sai cos’è l’architettura del brand e perché è importante per la tua organizzazione? Hai già la “fotografia” degli elementi che compongono il brand. Pertanto, sarai in grado di comprendere meglio il ruolo e la rilevanza che l’architettura del brand svolgerà.

In questo modo, la tua organizzazione si proietta nel modo migliore attraverso il branding.

L’architettura del brand è la parte più strategica del tuo brand. Se la tua organizzazione ha più di un brand, l’architettura del brand sarà la parte strategica che articola la relazione tra di essi.

Questa serie di strategie applicate ai sotto-brand della tua organizzazione e alla relazione tra di loro mirerà a far percepire e identificare la tua organizzazione con il tuo brand principale.

Ragioni per avere un’architettura del brand ben gestita

Il motivo fondamentale per cui la tua organizzazione dovrebbe avere un’architettura chiara è perché si tratta di creare la mappa e tracciare il percorso dei tuoi sub-brand nel modo più strategico e ottimale.

Quando crei il brand della tua organizzazione, scoprirai che i prodotti o servizi che offri presentano determinate caratteristiche che sono diverse l’una dall’altra. È ciò che li rende destinati a determinati tipi di clienti all’interno della tua gamma totale di clienti.

Il brand ombrello ha una segmentazione di prodotti o servizi offerti. Le particolarità dei segmenti dei tuoi prodotti richiede un trattamento particolare del tuo brand. E questo viene fatto creando strategie per i tuoi sotto-brand all’interno del tuo brand ombrello.

Dai a ciascun sotto-brand il valore dell’azienda

La creazione dell’architettura del brand si baserà sugli attributi e sulle peculiarità di ciascun segmento di prodotto o servizio. L’obiettivo è comunicare il brand in un modo più specifico in base alle caratteristiche particolari di ciascun segmento.

Il fatto di lavorare sull’architettura del brand per la tua organizzazione ti permetterà di ottimizzare ogni nicchia della tua azienda, creando un linguaggio di brand particolare ma senza separarlo dal brand centrale.

L’architettura del brand prevede la creazione di strategie per ottenere il massimo beneficio quando si tratta di riconoscere le particolarità di ciascun segmento di mercato.

Modelli di architettura del brand

Esistono quattro tipi di modelli di architettura del brand che è possibile prendere in considerazione in base a come sono organizzate le connessioni:

1.- Modello monolitico

Questo tipo di architettura del brand si basa sulla forza e sul successo del brand ombrello. Questi sono brand di grande successo che sono noti alla maggior parte del pubblico. Un esempio di questi sono brand generici.

È probabile che questi tipi di brand o prodotti offrano più varianti, ma il brand principale è così forte che viene utilizzato dal resto dei sotto-brand quasi senza alcuna variazione. Si sviluppano nella stessa forma e con lo stesso nome. Un esempio di questo possono essere i brand di Fedex, Virgin o Acciona.

2.- Modello di brand indipendenti

Mondelez è l’opposto del modello monolitico di architettura del brand. Ciò che viene promosso qui è l’indipendenza del brand delle diverse divisioni dei prodotti di servizio dal brand principale.

Per realizzare questo tipo di modello, la divisione dei prodotti o servizi rappresentati deve avere una propria personalità molto forte. Ne sono un esempio i brand Milka, Oreo, Cadbury o Royal

3.- Modello approvato

Meliá combina il brand aziendale e i brand dei prodotti o dell’azienda attraverso il supporto esplicito del primo al secondo. Questo modello consente di combinare l’equità del brand aziendale con quella delle società o dei prodotti.

Ciò facilita il feedback: il brand aziendale contribuisce alla visione, alla fiducia, alla capacità e all’abilità ed è alimentato dal territorio e dagli attributi specifici di ciascun brand che sostiene.

4.- Modello asimmetrico o misto

È un mix di brand e modelli perché è il risultato di fusioni e acquisti di brand diversi sotto l’egida di un brand specifico.

Un caso rappresentativo è Reckitt Benckiser che è riuscito a articolare brand diversi creando strategie diverse tra loro. Ma ha saputo fornire coerenza perché chiunque li identifichi come brand che fanno parte di una sola famiglia

Perché una buona architettura del brand migliora l’immagine della tua azienda?

È probabile che la tua azienda offra più di un prodotto o servizio con singolarità diverse. L’architettura del brand fornisce, attraverso la sua strategia, un trattamento più chiaro e una connessione concettuale più diretta con le esigenze dei tuoi clienti.

L’architettura del brand non è solo necessaria, la sua efficienza è utile esternamente quando l’azienda viene presentata. Il design strategico mostra più chiaramente la tua mappa di servizi e prodotti.

L’architettura del brand è presentata in un ordine di importanza e gerarchia sia per l’utente che per il brand stesso. Si tratta di come strutturare una vasta gamma di segmenti di prodotti o servizi all’interno del brand di base.

Un’architettura di brand delimita in modo più chiaro per l’utente i diversi gruppi di prodotti o servizi del tuo brand. Inoltre, serve da pretesa per attirare potenziali clienti che vedono in modo più chiaro alcuni prodotti della tua azienda segmentata che altrimenti non sarebbero stati identificati.

Devi dare visibilità ai tuoi brand? La piattaforma di content e influencer marketing Coobis ti aiuterà a raggiungere questo obiettivo identificando i media digitali che interessano maggiormente il tuo pubblico.

I più popolari