Qual è il contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento?

Content Marketing

Nei social network c’è un contenuto visuale che genera più coinvolgimento di altri. È precisamente il contenuto che i brand devono valorizzare per attirare lead e attirare i clienti.

Non sorprende che l’evoluzione dei media digitali abbia portato a cambiamenti nel modo in cui i contenuti vengono creati e le piattaforme utilizzate. Con i social media e l’uso diffuso di smartphone, i contenuti video sono esplosi. Pertanto, secondo Cisco, si stima che nel 2020 ci saranno 3,9 miliardi di utenti connessi a Internet.

Man mano che gli utenti crescono, i brand sono costretti a generare contenuti più accattivanti e visuali al fine di attirare potenziali clienti. Ma qual è il contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento?

Principi di base da considerare

1.- Utilizzare il formato appropriato per ciascuna piattaforma

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Ogni social network ha il suo stile e il suo linguaggio per innescare il coinvolgimento del brand. Un semplice esempio è che se il brand è interessato a mostrare la sua creatività attraverso i video, la sua piattaforma d’azione sarà YouTube. Ma è anche perfetto per Instagram o Facebook con le versioni live.

Le dirette sono sempre più frequenti e stanno diventando una risorsa regolarmente adottate dalle aziende.

Se scommetti sulla fotografia o sulla progettazione grafica, gli sforzi dovrebbero essere focalizzati su Instagram o Facebook. Inoltre, non dobbiamo dimenticare il grande potere dell’immagine. Attualmente gli utenti optano per contenuti interattivi o dinamici. Ma le immagini hanno sempre un interesse nascosto.

Le immagini hanno la capacità di evocare sentimenti e ricordi, quindi il loro ruolo è fondamentale nella pubblicità convenzionale. L’uso delle immagini ha un impatto maggiore sul lettore, il contenuto diventa più attraente e l’elaborazione delle informazioni da parte del lettore sarà maggiore.

Inoltre, le immagini sulle reti aiutano a promuovere un prodotto o un servizio. Vedere l’oggetto in azione e essere in grado di verificarne la qualità riduce i tempi di acquisto. Gli utenti si convincono e effettuano l’acquisto prima. Quindi, un’immagine attenta, all’interno di una campagna studiata con obiettivi chiave, è essenziale.

2.- Generare contenuti di valore

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Oltre al contenuto visuale che genera più coinvolgimento, generare contenuto di valore è l’elemento fondamentale per il coinvolgimento. Senza un contenuto di qualità un brand non può crescere.

Prima di seguirli sui social network, gli utenti sono interessati a un brand basati sul contenuto. Se rispondono alle loro esigenze o gusti, interagiranno con il brand. Gli utenti sono consapevoli dei contenuti di qualità e di quelli che non lo sono.
Originalità, qualità e autenticità hanno la precedenza su altri fattori. E se il brand non offre contenuti utili agli utenti, non viene considerato

Contenuto visuale che genera più coinvolgimento

1.- Infografica

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Le infografiche fanno parte di quel contenuto visuale che genera maggiore coinvolgimento ma che i brand non hanno ancora promosso. Molti content creators hanno visto i vantaggi dell’infografica, ma poche aziende hanno deciso di svilupparle per ora.

In un certo senso, è il contenuto digitale che richiede più lavoro. Nella misura in cui sono necessarie informazioni corrette, dati verificati e sviluppo di un design accattivante.
Inoltre, le infografiche devono coprire un argomento di interesse per il pubblico. In alcune aree è un punto facile da affrontare, ma in molte altre non lo è.

2.- Mappe

Le mappe fanno parte del contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento. Ma, come per le infografiche, non è accessibile a tutti i brand.
Ma ci sono aziende che sono riuscite ad affascinare gli utenti attraverso mappe interattive che condividono più informazioni o espandono un argomento specifico.

3.- Illustrazioni

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Il gusto di alcuni brand per questo tipo di contenuti ha reso le illustrazioni una tendenza nel marketing.

Le illustrazioni fanno parte del contenuto visuale che genera più coinvolgimento. Secondo Simply Measured, un mese dopo che Facebook ha introdotto la linea temporale per i brand, l’uso di contenuti visuali come le immagini ha aumentato il loro coinvolgimento del 65%.

4.- Cartoni animati

Questo tipo di contenuto visuale che genera più coinvolgimento mira a giocare con il concetto di prodotto o servizio. Come per le caricature delle persone, si tratta di fare una parodia.

I cartoni non sono la risorsa più utilizzata ma funzionano per generare più coinvolgimento. In una certa misura, è una risorsa che non favorisce il brand, soprattutto quando si tratta di una parodia della sua creazione. Tuttavia, i cartoni animati hanno un’ottima accoglienza da parte del pubblico.

In realtà, è uno dei tipi di contenuti più condivisi di contenuti sui social network, come Pinterest. Il 98% degli utenti che hanno Pinterest hanno anche un account Facebook e Twitter. Quindi, è molto probabile che questo tipo di contenuto diventerà virale.

5.- Immagini

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Un classico che fa parte del contenuto visuale che genera più coinvolgimento. Semplice, tradizionale e con mille opzioni. Le immagini fanno parte della pubblicità sin da prima che fossero attuate le strategie di marketing. Pertanto, le immagini fanno parte della nostra vita quotidiana praticamente in tutte le aree.

Non sorprende che anche le immagini abbiano un ruolo rilevante all’interno del contenuto visuale che genera più coinvolgimento. Alcuni consigli che possono migliorare l’uso di questa risorsa:

  • Viene sempre utilizzato lo stesso tipo di immagine (stile proprio).
  • Vengono utilizzate immagini di qualità.
  • Immagini di proprietà.
  • Disegni creativi.

6.- Video

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

La piattaforma YouTube ha oltre 1.500 milioni di utenti attivi in un mese ed è il portale con il maggior numero di visite in tutto il mondo. L’88% degli utenti di Internet vi accede (Global Web Index, 2017).

A causa dell’elevato tasso di visite, l’85% dei principali brand globali pubblica attivamente contenuti su YouTube. Di conseguenza, il 25% degli utenti di YouTube ha visto almeno un video di un brand nell’ultimo mese.

Tutto ciò dimostra che il video è il contenuto più consumato dagli utenti ma anche il contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento. I brand che vogliono acquisire un punto d’appoggio nel mercato e aumentare il loro impegno dovrebbero puntare sui contenuti in formato video. Possono anche diventare virali e quindi acquisire ancora più rilevanza.

Come utilizzare il contenuto visuale che genera più coinvolgimento

La creatività può fare la differenza quando si genera coinvolgimento sui social network. Tuttavia, il buon uso dei contenuti visuale favorisce notevolmente il coinvolgimento sui social network. Quindi devi sapere come utilizzare i contenuti visuali che generano maggiore coinvolgimento per attirare con precisione gli utenti.

1.- Immagini e testo sorprendenti

Il 93% degli utenti ammette che il fattore decisivo nella loro decisione di acquisto è stata l’immagine del prodotto o del servizio. Allo stesso modo, un testo sorprendente o che attira l’utente è un altro aspetto importante.

Sia le immagini sia il testo dovrebbero attirare l’utente in modo che senta la necessità di cliccare sul prodotto o servizio in questione.

Le call to action sono semplici frasi che invitano o convincono gli utenti a compiere una determinata azione. Dal seguire un brand sui social network al download di contenuti o alla registrazione sul sito Web del brand.

Questo è il motivo per cui le CTA sono una risorsa eccellente per la conversione e, in questo caso, aiutano a rafforzare l’impegno sui social network. Queste tattiche di ingaggio direttamente o indirettamente chiedono alla comunità di agire.

2.- Diversità di formati

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Video, infografiche e immagini hanno maggiori probabilità di attirare l’attenzione del pubblico. E hanno tre volte più probabilità di essere condivisi. Tuttavia, ancora una volta, il brand deve essere originale con il contenuto che condivide.

Se un brand condivide costantemente lo stesso contenuto sulle reti, nel tempo gli utenti che lo vedranno si stancheranno. Le aziende devono cercare di mantenere la loro immagine personale, cioè il loro stile. Ma in nessun caso dovrebbero cadere nella ripetizione.

Nel caso in cui un’azienda scommetta esclusivamente sul video, deve cercare di generare contenuti di diverso tipo. Alcuni video possono essere più esplicativi, mentre altri più visuali. Il contatto con esperti del settore è sempre una buona opzione. Per gli utenti vengono generati contenuti diversi, di qualità e utili poiché hanno l’opportunità di conoscere meglio il campo che li interessa.

3.- Raccomandazioni

I contenuti visuali che offrono consigli, suggerimenti o recensioni sono tra i contenuti più visitati. I brand hanno l’opportunità di costruire la propria autorevolezza fornendo contenuti di valore. Gli utenti si fidano di più di quelle aziende che cercano di avvicinarsi ai prodotti in modo sincero e aperto.

In questo senso, le sezioni “lo sapevi che”, ad esempio, sono contenuti visuali che generano maggiore coinvolgimento. Oltre ad avere un importante fattore visuale, hanno anche uno sfondo che interessa il pubblico.

4.- Screenshot

contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento

Il contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento è anche quello semplice. Cioè, gli utenti vogliono reazioni reali da parte di persone, esperienze di altri utenti.

Centinaia di migliaia di utenti leggono le recensioni per determinare la qualità del brand o del prodotto. Ecco perché le immagini e i contenuti visuali sono così rilevanti.

Uno dei brand che lo mette in pratica riguardo a tutti i prodotti che offre è Sephora. L’azienda cosmetica condivide sul suo sito Web molte delle immagini che gli utenti stessi realizzano quando utilizzano i propri prodotti. Cioè oltre a poter vedere le immagini realizzate dal brand in questione (immagini in studio), viene verificato anche come funzionano i prodotti tra le persone reali.

Pertanto, gli screenshot sono anche contenuti visuali che generano maggiore coinvolgimento. Nella misura in cui gli utenti possono vedere come il prodotto o il servizio funziona grazie a altri utenti, tale contenuto ha un valore proprio.

Valore del contenuto visuale

Un recente studio ha scoperto che il 90% degli stimoli ricevuti dal cervello umano sono visuali. Pertanto, non sorprende che oltre il 60% dei contenuti condivisi sui social network sia visuale.

Il contenuto visuale che genera il maggior coinvolgimento lascia un segno sugli utenti. Cattura la loro attenzione e li avvicina ai brand. Pertanto, le aziende dovrebbero imparare a generare contenuti visuali più sorprendenti e personali, nell’ambito delle loro strategie di marketing digitale.

Coobis è la migliore piattaforma per connettersi con le aziende che vogliono gestire contenuti visuali che generano coinvolgimento. Inoltre, la sua interfaccia è molto semplice e intuitiva. Entra e vedrai quanto è facile usare la nostra piattaforma.

I più popolari