Contenuti che funzionano meglio su LinkedIn

Per rilevare i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn, non c’è niente come rivedere i messaggi di maggior successo sul tuo profilo. Dove ancora una volta spiccano quelli basati sulla personalizzazione, che ci crediate o no.

In effetti, come sottolineano i dati in Conversant Media, la personalizzazione genera automaticamente un aumento del tasso di risposta e un aumento dell’autorevolezza. Ecco perché i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn dovrebbero sempre occuparsi di questo aspetto.

Ma come si può fare considerando che LinkedIn è il canale più popolare tra i professionisti B2B?

Più di un milione di editori contribuiscono creando oltre 130.000 pubblicazioni a settimana. E questo milione è composto da diversi gruppi di persone. Tra essi, il 45% è composto da dirigenti aziendali, vicepresidenti, direttori esecutivi, ecc. Come sapere quali contenuti funzionano meglio su LinkedIn per questi destinatari?

La prima cosa è chiarire quali opportunità puoi ottenere grazie ai tuoi contenuti sul social network. E da lì, determina qual è la migliore nicchia per il tuo target.

  • Il principale punto di forza della piattaforma è connettersi con altri professionisti. Cioè, il networking.
  • Rafforzerai il tuo personal branding.
  • LinkedIn ti offre grandi opportunità di ipersegmentazione.
  • Porterà traffico al tuo sito Web.
  • Di conseguenza, avrai maggiori opportunità di acquisire lead e convertirli in clienti.
  • Troverai offerte di lavoro.

Pertanto, se si utilizza la piattaforma come rete di distribuzione dei contenuti, si raggiungeranno gli obiettivi proposti.

Ma …

Quali sono i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn?

Con così tanti fattori che influenzano le prestazioni dei contenuti di LinkedIn, può essere difficile determinare cosa funziona e cosa no. In effetti, sapresti dire perché la tua pubblicazione ha ottenuto buone prestazioni? Che tipo di contenuto è piaciuto? L’immagine che hai condiviso, il titolo, il link …

1.- Pubblica contenuti del tuo blog

Uno dei contenuti che funziona meglio su LinkedIn sono i post del tuo blog professionale. In effetti, condividere quegli articoli sulla piattaforma ti aiuterà ad aumentare la portata del tuo blog, creare consapevolezza del brand, stimolare i lettori e, senza dubbio, dare un’immagine più professionale.

Tuttavia, quando si utilizza il contenuto che funziona meglio su LinkedIn, è necessario assicurarsi di non commettere errori. Vale a dire:

  • Inserisci il post con un commento più personale. O semplicemente condividi dati che danno valore al contenuto. Ma non condividere mai il post con lo stesso titolo, perchè uscirà due volte e perderà valore.
  • Accorcia l’URL.
  • Assicurarsi che l’immagine in miniatura sia visualizzata correttamente.

Con questi suggerimenti, tieni presente che i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn rispettano queste regole:

A.- Creare buoni titoli

I responsabili del marketing intelligente hanno sempre saputo che i titoli sono una potente arma di persuasione. E lo stesso vale per il marketing nell’era digitale.

I post con titoli ottimali ottengono una percentuale più elevata di click su LinkedIn. E per creare una potente linea tematica, devi essere il più specifico possibile, unico e utile. In questo caso, potresti usare ganci che iniziano con un “Come” per attirare l’attenzione dei lettori.

B.- Non fare mai a meno del contenuto visuale

Questo punto potrebbe sorprenderti, poiché LinkedIn è considerato un sito Web più serio e orientato al business. Quindi i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn sono lontani da quelli che prevalgono su piattaforme come Facebook o Instagram.

Tuttavia, più immagini ha la tua pubblicazione, meglio è. In effetti, i dati mostrano che questo tipo di contenuto genera un maggiore coinvolgimento.

C.- Assicurati che sia un contenuto utile

Gli utenti di LinkedIn vogliono trovare contenuti utili e pertinenti. E ciò può avvenire in vari modi. Ad esempio, il contenuto costituito da articoli che forniscono suggerimenti o consigli utili attira gli utenti. Pertanto, se desideri creare i contenuti che funzionano su LinkedIn, considera ciò che il tuo pubblico potrebbe trovare utile.

D.- Contenuti completi

Il calcolo della percentuale ideale di contenuti è sempre stato un dilemma. Tuttavia, il contenuto tipico di LinkedIn è un articolo che supera le 400 parole standard. In effetti, non deve essere eccessivamente esteso per funzionare sul social network. Anche se i dati mostrano che può essere più lungo.

Secondo le analisi di Okdork, non c’è molta differenza nel CTR o nei Mi piace tra articoli da 0 a 1500 parole. Ma c’è un aumento dell’impegno in articoli tra 1800 e 2000 parole.

E.- Resta neutrale

Il pubblico di LinkedIn tende ad essere più interessato ai post di tono neutro. Cioè, non mostrano la parte positiva o negativa di un fatto. Non prendono posizione.

Un post intitolato “Come aumentare la percentuale di click su LinkedIn” avrà risultati migliori di un post controverso.

2.- Notizie e ricerche sul settore

Linkedin, come piattaforma B2B, ha un pubblico che cerca continuamente contenuti relativi al proprio settore. E questo lo rende il social network ideale per condividere casi studio, relazioni, indagini, ecc.

Ad esempio, Aleranyx IT Services ha condiviso un rapporto settoriale per attirare il suo pubblico su LinkedIn. Quindi, è più probabile che il profilo dell’azienda sul social network diventi una fonte di accesso per trovare quel tipo di informazioni. Cioè, migliora la sua reputazione online, crea un maggiore senso di professionalità e fedeltà verso il brand del suo pubblico potenziale.

3.- Pubblicazioni e contenuti dettagliati sotto forma di elenchi

Tra i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn ci sono le pubblicazioni che vengono lanciate direttamente sulla piattaforma stessa. Cioè, pubblicare i contenuti direttamente su LinkedIn, mettendo da parte il tuo blog e il tuo sito Web. E quindi decidi di non portare traffico qualificato sul tuo sito ma pensi di dare maggiore visibilità nel canale social.

Lo stesso studio che valuta la lunghezza ideale delle pubblicazioni ha riscontrato che i post con istruzioni o con uno stile di elenco ricevono la massima attenzione tra i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn. E come potrebbe essere altrimenti, il guru del marketing Neil Patel ha creato un impero attorno alle pubblicazioni in stile B2B.

Grazie al suo formato facilmente digeribile, alle pubblicazioni informative e alle liste, Neil Patel riesce a creare i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn.

4.- Suggerimenti pratici dettagliati

Post semplici che includono suggerimenti e trucchi funzionano bene su LinkedIn. Ma considerando che si tratta di una rete professionale, concentrati su questioni che promuovono produttività, leadership e successo professionale.

Un altro modo per avvicinarsi a questo stile è condividere un appuntamento appropriato. Il dottor Travis Bradberry, ha ottenuto 6.118 Mi piace e 118 commenti in meno di 2 giorni pubblicando una semplice frase.

5.- Aggiornamenti fotografici

Condividere una foto è un ottimo modo per mostrare la personalità della tua azienda e del tuo brand. Pertanto, tra i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn ci sono immagini o fotografie tratte da eventi aziendali o conferenze. Così come le immagini del tuo ufficio e la tua squadra. In questo modo, umanizzerai anche il tuo brand.

Inoltre, per condividere e trasmettere un po’di empatia con il pubblico ed evidenziare ancora di più il lato umano, puoi optare per le scene dietro le quinte. Carica immagini del tuo ufficio, una gallery dei nuovi team di lavoro, un video che mostra come viene eseguito un progetto, ecc. O anche un video con i migliori momenti all’interno dell’azienda.

6.- Condividi le notizie interne della tua azienda

Se riesci a trovare un modo per rendere le notizie della tua azienda come contenuto visivo interessante, non esitare a condividere il contenuto su LinkedIn.

Richard Branson crea aggiornamenti avvincenti condividendo elementi e video interessanti.

Quali contenuti non dovresti condividere su LinkedIn

Uno studio di OkDork ha scoperto che ci sono due tipi di post che non funzionano bene su LinkedIn:

  • Qualsiasi frase che solleva una domanda.
  • I video

Tuttavia, non sarà così per ogni azienda e con tutti i tipi di pubblico. Ogni target ha una sua personalità e, a seconda del settore, nel caso di LinkedIn, un contenuto sarà migliore di un altro. Pertanto, per LinkedIn, puoi provare quanto segue:

  • Usa contenuti visuali sorprendenti.
  • Condividi contenuti che offrono un valore reale alle aziende del tuo settore.
  • Interagisci con le persone che commentano i tuoi post.

Inoltre, un sondaggio su LinkedIn di oltre 9.000 membri ha rivelato che il 44% di loro ha dichiarato che l’ultimo pezzo di LinkedIn consumato è stato stimolante e diretto.

Quindi tieni sempre presente che i contenuti che funzionano meglio su LinkedIn sono quelli che riflettono i tuoi obiettivi aziendali. Mentre crei contenuti da condividere su LinkedIn, tieni a mente i tuoi obiettivi aziendali e il tuo brand. Condividi e crea contenuti pertinenti ai tuoi obiettivi e al tuo pubblico. Sii utile per la tua community di LinkedIn. Pensa a leadership, produttività e supporto.

Tuttavia, un altro modo per creare contenuti che funzionano brnr su LinkedIn è attraverso contenuti sponsorizzati. E su Coobis possiamo aiutarti a guadagnare di più con questo tipo di collaborazione. Vuoi conoscere tutte le possibilità?