Come funziona l’editor automatico degli annunci di Facebook?

Social Media

L’editor di annunci automatici di Facebook ti semplifica la vita. Facebook Ads è stato un potente strumento nel toolkit degli inserzionisti per diversi anni.

Il gestore degli annunci di Facebook ha una vasta gamma di funzioni per creare campagne altamente mirate e fornire risultati. Tuttavia, ciò richiede esperienza, oltre ad essere aggiornato e disposto a dedicare un ragionevole periodo di tempo alla creazione di campagne iniziali.

Alcuni annunci a basso rendimento continuano a funzionare. In effetti, potresti voler liberare un po’ di tempo dalla routine di gestione degli annunci. È qui che entra in gioco l’editor automatico di annunci di Facebook.

Hai anche la possibilità di automatizzare gli annunci usando le regole. Imposta tutte le regole dettagliate che desideri per ottimizzare continuamente i tuoi annunci in base alle tue metriche preferite.

Perché è importante automatizzare gli annunci di Facebook?

Le regole automatizzate ridurranno la spesa qua e là e sposteranno il budget verso gli annunci che funzionano meglio. Pertanto avrai tempo di analizzare i risultati e ottenere informazioni utili per eseguire diversi test. Sia nella creatività sia nella segmentazione e nella strategia di acquisto.

Il recente aggiornamento del feed di notizie di Facebook lascia meno tempo agli utenti. Quindi ora 5 milioni di inserzionisti di Facebook devono combattere ancora più vigorosamente per le preziose impressions. Per te, come inserzionista, ciò significa un CPM più elevato e quindi è più difficile ottenere il costo per azione desiderato.

L’allocazione efficiente del budget richiede il lancio e la pausa costanti dei set di annunci. Modifica di offerte e preventivi e duplicazione dei set di annunci. Tuttavia, la maggior parte di queste attività può essere automatizzata. Da qui l’importanza dell’editor automatico degli annunci di Facebook.

Automatizzi i tuoi annunci?

Quando inizi a impostare regole automatizzate per il tuo account pubblicitario, pensa agli elementi che controlli frequentemente e alle azioni successive che esegui nel gestore degli annunci. Per esempio:

  • Metti in pausa i set di annunci quando si tratta di spese che hanno 0 conversioni?
  • Aumenti la tua offerta se la resa è bassa?
  • Duplichi i set di annunci se funzionano bene?

Le campagne di qualsiasi scala richiedono controlli e ottimizzazioni giornaliere, quindi coloro che spendono una parte significativa dei loro budget di marketing nelle pubblicità di Facebook e non usano regole automatizzate perdono molti soldi. E maggiore è la spesa, più importanti sono le impostazioni automatizzate delle regole.

Che cos’è una regola automatizzata?

Le regole automatizzate possono controllare le campagne, i set di annunci e gli annunci, quindi agire o inviarti notifiche.

Annunci automatici di Facebook vs. Pubblicazioni ottimizzate

Gli annunci automatici di Facebook e i post ottimizzati di Facebook sono molto simili in diversi modi, ma sono diversi.

I post ottimizzati nascono con la possibilità di impostare ottimizzazioni per determinate azioni come le visite al sito Web. Ma il loro obiettivo principale è sempre stato quello di aumentare la partecipazione futura. Non c’è niente di sbagliato in questo, se è quello che vuoi. Tuttavia, ciò che vuoi davvero non è generare coinvolgimento. Desideri vendite, lead o visite al sito Web.

È un falso successo vedere molti “mi piace” nel tuo post dopo che hai speso un po ‘di soldi e la portata organica sta diminuendo o hai un’interazione minima.

Con un post avanzato devi chiederti: a quanti di quelli che hanno messo ‘mi piace’ hanno visitato il sito? Quanti di loro hanno effettivamente compiuto una di quelle azioni preziose?

Nella maggior parte dei casi non lo saprai perché non sarà successo nulla dal momento che il post sarà stato ottimizzato per gli utenti sbagliati. E se provi a vedere il traffico in Google Analytics per vedere cosa è successo non troverai i parametri URL associati.

Differenza visibile

La differenza fondamentale con gli annunci automatici è che sono totalmente orientati alla ricerca di persone in grado di eseguire le azioni desiderate. Inoltre, sono progettati per funzionare su una linea temporale più lunga in modo da poter ottimizzare e migliorare la resa nel tempo.

Come iniziare con l’editor di annunci automatizzato di Facebook?

Per iniziare a utilizzare l’editor di annunci automatici di Facebook, vai alla pagina della tua azienda e seleziona “Promuovi” dal menu a sinistra. Si aprirà una finestra e dovresti vedere da dove puoi iniziare se gli annunci sono disponibili. «Inizia a usare annunci automatizzati».

Quando inizi, naviga attraverso un paio di schermate in cui Facebook ti pone alcune domande. Quale account pubblicitario desideri utilizzare e più in generale sulla tua attività e sui tuoi obiettivi, al fine di configurare le attività. Le opzioni disponibili sembrano abbastanza ragionevoli.

1.- Scegli il tuo piano

In questa schermata successiva, otterrai il tuo “piano personalizzato” da Facebook. È interessante perché ci sono alcune informazioni sul budget suggerito, invito all’azione e metriche di traffico giornaliere stimate come click e impressions.

2.- Configura il tuo annuncio

In questa seconda fase, l’editor di annunci automatici di Facebook ti porta a una schermata di anteprima in cui le immagini sono state estratte dai tuoi post organici della pagina.

Ecco alcune opzioni di personalizzazione e impostazioni con cui lavorare. Sembra molto familiare dato che sei così vicino a vedere come viene visualizzata la schermata di creazione dell’annuncio in Ad Manager.

Dopo aver ordinato le immagini, puoi fare la maggior parte delle cose che faresti (e dovresti) fare in Gestione annunci. Tra gli altri, creare titoli per gli annunci, scrivere una copy del pezzo, inserire un URL finale e personalizzare il pulsante della CTA.

3.- Seleziona il tuo pubblico

La selezione di segmenti di pubblico personalizzati ti consente di selezionare dalla tua libreria segmenti di pubblico particolari all’interno dell’account pubblicitario selezionato all’inizio.

Oltre a questo, puoi anche utilizzare il pubblico salvato o creare un nuovo pubblico. 

4.- Bilancio

Con il tuo pubblico definito, hai alcuni suggerimenti sul budget. Puoi selezionare il pixel e rivedere la campagna che stai per lanciare.

Qualcosa di veramente positivo è che Facebook può inviarti aggiornamenti tramite Messenger su come stanno andando i tuoi annunci con suggerimenti per migliorarli. Questa è una delle cose positive che l’editor di annunci automatici di Facebook porta con sé.

Perché dovresti fare pubblicità su Facebook?

1.- Il tuo pubblico è su Facebook

Facebook ha una base di utenti più ampia della popolazione cinese. Con 1,49 miliardi di membri in tutto il mondo e 22 miliardi di click sugli annunci all’anno, Facebook offre alle aziende la migliore opportunità pubblicitaria legata alla ricerca. Quindi sì, il tuo pubblico è lì da qualche parte, è solo una questione di trovarlo.

2.- Visibilità

Il motivo per cui è necessario pubblicizzare è perché ottenere il potenziamento dall’attività organica sulla pagina della tua attività non ti ripagherà.

3.- Le capacità di segmentazione di Facebook sono eccezionali

Oltre a tonnellate di diversi tipi di annunci, come gli annunci video, il livello di meticolositù che puoi ottenere con le funzionalità di targeting di Facebook è incredibile. Puoi letteralmente rivolgersi a Obama o al Primo Ministro di Francia.

In base a comportamenti, interessi, dati demografici, connessioni, fasce di età, lingue o località. Puoi approfondire queste capacità di targeting e metterle insieme per assicurarti di eliminare quelle discutibili, al di fuori del tuo mercato.

4.- Facebook è efficace per il transito attraverso l’imbuto di conversione

Prova il remarketing su Facebook attraverso un pubblico personalizzato. Questa strategia fa miracoli per un dipartimento marketing. Il remarketing funziona rivolgendosi a un pubblico che ha già visitato il tuo sito ed è quindi più probabile che sia interessato ai tuoi prodotti o offerte a un certo livello.

Se stai già effettuando una ricerca a pagamento, prova l’hacking “The Savvy Social Stalker”. Con questa tecnica, darai una spinta al tuo PPC tramite il remarketing tramite gli annunci di Facebook.

5.- Facebook ti consente di trovare facilmente nuovi contatti qualificati

Una volta trovato un pubblico che genera conversioni, puoi clonarlo. La funzione si chiama “audience similare”. Puoi contattare un pubblico personalizzato e Facebook raggiungerà nuove persone simili. Pertanto, è probabile che si tratti di utenti interessati alla tua attività.

Un pubblico simile può anche essere creato con pixel di conversione. Ad esempio, i pixel di conversione dei tuoi annunci di ricerca a pagamento. Ma puoi anche installare dati da applicazioni mobile o semplicemente dai follower della tua pagina Facebook.

E puoi definire con maggiore precisione le dimensioni e le opzioni di targeting per garantire che il tuo pubblico simile rifletta accuratamente i tuoi clienti target.

I social media sono un ottimo modo per farti conoscere, generare contenuti che ti interessano e guadagnare denaro. Controllando l’editor di annunci automatici di Facebook, andrai oltre. I brand cercano di espandere il loro raggio di azione ed essere più vicini al pubblico.

Le piattaforme di content marketing che aiutano a connettere brand e media sono grandi alleati in questi processi. Se sei nuovo nel mondo del marketing digitale e vuoi guadagnare con Facebook, non esitare, accedi e iscriviti a Coobis!

I più popolari