Come fidelizzare i tuoi lettori con contenuti di qualità

Identificare come fidelizzare i lettori è uno dei compiti più complicati che i brand devono affrontare oggi. Esistono diversi tipi di contenuti che sono legati alle visite al tuo blog. E sebbene sia interessante usarli, le tue strategie non saranno ancora complete.

Quello che ti interessa è che quei visitatori rimangano. E per sapere come trattenere i lettori, oltre a generare contenuti che catturano, è interessante considerare più fattori.

Sicuramente più di una volta hai avuto dei dubbi. Uno dei dilemmi più frequenti di coloro che si dedicano alla creazione di contenuti è proprio quello di determinare quale tipo di informazione dovrebbe essere sviluppata. E in quale formato. E la risposta ovviamente varia a seconda del settore. Sebbene ci siano alcune basi condivise indipendentemente dal settore.

Non sai ancora perché attirare visitatori non è interessante quanto mantenerli? La vendita non è sufficiente. I clienti vanno e vengono. E se sei guidato solo dal numero di visitatori che entrano quotidianamente sul tuo sito Web, senza avere la prova di chi siano e se hanno già effettuato acquisti, la tua strategia di marketing sta andando nella direzione errata.

Sai perché? Perché non sarai in grado di rilevare possibili problemi, dubbi e preoccupazioni. E ti mancheranno anche informazioni pertinenti come i gusti, preferenze e abitudini di acquisto e di navigazione. In altre parole, la tua strategia di contenuto sarà fuori luogo.

Come trattenere i lettori attraverso i contenuti

1.- Il tuo obiettivo è quello di ottenere clienti leali, sai a quale pubblico dovresti rivolgerti?

È molto semplice, ti sei mai chiesto perché le persone sono fedeli alle squadre di calcio o ad alcune cause, per esempio? È perché questi gruppi sono composti da persone che hanno idee simili. E quindi è quell’interesse comune che riesce a collegarli.

Devono essere in grado di riunirsi attorno a un argomento specifico. Ma l’aspetto più importante di tutti è che proprio questo problema deve essere totalmente chiarito.

Ad esempio, immagina che il tuo blog riguardi l’educazione dei bambini. Come lo approcceresti? Scriveresti per farti leggere dai bambini? O il tuo pubblico di riferimento sarebbero i genitori?

È chiaro che i genitori sono il tuo pubblico. Ma se ciò che vuoi è conservarli, devi segmentarli e personalizzare i tuoi contenuti.

Seguendo l’esempio precedente, sarebbe meglio se ti dirigessi a diversi tipi di famiglie. Possono essere coppie, omosessuali, divorziati, ecc. In questo modo ognuno troverà contenuti preziosi e specifici per la propria situazione.

2.- Hai bisogno che il tuo pubblico si senta identificato con ciò che legge

Uno dei requisiti degli utenti quando si tratta di consumare contenuti è il fatto che ne bisogno. E per raggiungere questo obiettivo, c’è un elemento molto richiesto e complicato da raggiungere: l’identificazione.

Come regola generale, quando leggi qualcosa che non ti piace, non la percepisci così bene. Né lo puoi assimilare o ricordare. Ma se un professionista ti sta dicendo come risolvere un problema che hai, la tua percezione e il tuo interesse su quell’argomento saranno totalmente diversi

Ecco perché devi connetterti e puoi farlo in diversi modi. Per iniziare, devi parlare la loro lingua. E parlare la stessa lingua non significa scrivere in inglese o spagnolo, significa usare lo stesso gergo e le stesse parole tecniche a cui il tuo pubblico è abituato. Perché in effetti, questo è ciò che si aspettano dai tuoi contenuti.

Inoltre, devi riferirti anche al tono. Più è leggero e più simula una conversazione, più il lettore si sentirà a proprio agio nel tuo blog. E di conseguenza, più familiare sarà quell’informazione.

Non dimenticare che parlare di te funziona.

3.- Racconta storie, non c’è niente di meglio per catturare un lettore

Lo storytelling è l’arte di connettersi con il pubblico attraverso le storie. Devi generare vicinanza, essere empatico e stabilire una connessione speciale con gli utenti. Solo allora risolverai il tuo dilemma su come trattenere i lettori.

La pubblicità più tradizionale e diretta non genera gli stessi effetti di un tempo, ed è per questo che il content marketing è emerso con così tanta forza. Il marketing, come tale, ha bisogno di nuovi canali di comunicazione per attirare clienti fedeli. Ma come iniziare? Come affrontare questa situazione? La cosa più consigliabile in questo caso è raccontare storie.

Potresti determinare come fare per trattenere i lettori raccontando storie? Forse pensi che inventandole guadagnerai punti e tutti i tuoi lettori saranno consapevoli della tua creatività. Ma focalizzandoti in questa direzione la tua strategia di contenuto non fornirà i risultati che stai cercando.

Gli utenti non vengono da te per leggere storie fittizie. Hanno bisogno di storie vere con risultati comprovati, siano essi buoni o cattivi. Non dimenticare che il punto precedente riguardava la questione dell’identificazione.

La cosa migliore è raccontare casi personali o professionali, aneddoti di amici, ecc. Ma prima di tutto, devi dimostrare che siano eventi accaduti per aumentare la credibilità. E ovviamente devi provare a generare emozioni. Allora la tua storia sarà ricordata con maggiore intensità.

La cosa migliore della narrazione per i lettori fidelizzati è che puoi applicarla trasversalmente. Cioè, puoi utilizzare le e-mail, cdiverse landing page, social network o SMS per dare spazio al tuo blog.

4.- Fornisci valore: fai domande, rispondi ai commenti e aiuta i tuoi lettori

Se mantieni le promesse il tuo pubblico rimarrà fedele. Nel caso del blog, la tua promessa è quella di sviluppare e condividere contenuti di valore. Ma oltre a lanciare nuovi post con contenuti aggiornati e interessanti, puoi anche aggiungere valore in altri modi, prendi nota:

  • Poni domande alla fine del tuo post? È un modo molto semplice per interagire con i tuoi lettori e migliorare il loro coinvolgimento. Lanciando domande specifiche ai tuoi lettori, li incoraggerai a risponderti. Questo, a sua volta, porterà gli stessi utenti a trascorrere più tempo sul tuo blog. Ma sentiranno anche il bisogno di tornare per assicurarsi di aver risposto.
  • Rispondi a tutti i commenti. Questo secondo punto è totalmente correlato al primo. Un lettore non sarà fedele se ti lascia diversi commenti e non rispondi a nessuno. Penserà che non ti importa. E giustamente. Ecco perché ogni volta che lanci domande e ricevi risposte devi rispondere e cercare di costruire relazioni con i tuoi lettori.
  • Aiutali ogni volta che puoi. Forse finora non hai fatto domande per migliorare l’interazione con il tuo pubblico. Ma hai ricevuto commenti o e-mail con richieste aiuto. Come ti comporti davanti a quei messaggi? Se scrivi una risposta individuale e personalizzata a ciascuno dei tuoi lettori, loro si sentiranno ascoltati. E non c’è niente di meglio. D’altra parte, se ti rendi conto che i dubbi si ripetono, la cosa migliore è che crei un nuovo post risolvendo quei dubbi specifici. A lungo termine, questo approccio ti aiuterà a costruire una grande reputazione e a creare un pubblico fedele. I lettori fedeli torneranno e rimarranno sul tuo blog per un periodo di tempo più lungo.

5.- Sii il più espressivo possibile

Le persone ricordano immagini e video con maggiore intensità rispetto ai testi. E se continui a chiederti come trattenere i lettori, devi prima di tutto essere in grado di essere ricordato facilmente.

Il 50% del tuo cervello è pronto a ricevere impatti visivi. E se trasferiamo questi dati alla creazione di un buon post, significa che i tuoi testi devono essere accompagnati da diversi tipi di contenuti.

Possono essere immagini, infografiche, video, ecc. In effetti ogni formato ha una sua funzione.

6.- Mostra la tua essenza mostrando come sei e qual è la tua passione

Tenendo conto del fatto che sai già chi fa parte del tuo pubblico, crei contenuti personalizzati, racconti storie vere per far sì che il lettore si identifichi con te, usi i contenuti visivi per rafforzare la memoria e interagire con gli utenti, ora puoi fidelizzare i lettori del tuo blog.

Tuttavia, puoi sempre andare oltre e rafforzare quei legami. Un testo non è composto da parole vuote e casuali. Sono le tue parole e sono modellate come vuoi tu.

L’utente rileva immediatamente quando un argomento ti entusiasma e quando lo trovi noioso. Le parole che scegli ti guideranno.

Non si tratta di scrivere dei tuoi sentimenti. Il tuo obiettivo principale è condividere ciò di cui sei più appassionato e che conosci meglio. Ed è per questo che una delle chiavi per determinare come trattenere i lettori è di coinvolgerli.

7.- Se condividi contenuti una volta al mese non otterrai il coinvolgimento dei tuoi lettori.

Basta consultare le statistiche sul content marketing.

Neil Patel afferma in uno dei suoi articoli che i blog che condividono contenuti generano regolarmente il 67% di potenziali clienti in più. È così che crei il tuo brand, la tua reputazione, dove mostri la tua professionalità.

Inoltre, i dati di Lindsay Kolowich aggiungono che i brand che aggiornano il loro blog più di 16 volte al mese generano 3,5 volte il traffico rispetto a quelli che non sono coerenti con i loro contenuti.

In effetti, un altro studio di Neil Patel assicura che l’82% delle aziende che condividono contenuti quotidiani sui loro blog attirino più clienti ogni giorno. Quindi mantenere una frequenza costante è un bene per te in ogni modo.

Ma soprattutto se quello che vuoi è mantenere i lettori, devi dare loro la loro “dose” giornaliera o settimanale. Altrimenti sarà molto difficile rafforzare i legami.

Vuoi approfondire gli aspetti del content marketing? Coobis è una piattaforma di Content Marketing attraverso la quale qualsiasi brand può trovare i migliori contenuti per le proprie strategie di marketing online.

È l’ideale per pubblicizzare articoli sfruttando i social network di alcuni dei principali influencers del tuo settore. Vuoi scoprire il contenuto di cui hai bisogno per sapere come coinvolgere i lettori?