Come creare un portfolio come redattore di contenuti

Nell’era digitale, gli editor devono affrontare nuovi problemi. Man mano che le pubblicazioni cambiano, i redattori di contenuti sono obbligati a cambiare il modo di raccontare le cose e di farsi spazio. In questo contesto è necessario creare un portfolio come redattore di contenuti per farti strada e farti conoscere.

Perché creare un portfolio

Il portfolio ha l’unico obiettivo di far vedere ciò che fai. Si tratta di raggruppare tutte le tue opere principali per farle vedere al mondo. Perché si crea un portfolio?

  • Un portfolio è necessario nell’era digitale per i content creators che vogliono farsi conoscere e lavorare di più. È una presentazione per qualsiasi azienda o brand. Il tuo portfolio ti rappresenta e fa conoscere i tuoi lavori e la tua esperienza come content cretor.
  • Per vendere. Al giorno d’oggi sono molti i lavori personali che si possono vendere. I freelancers, soprattutto, vendono ciò che scrivono, le loro storie per poi lavorare come editors dei brand e modificare i contenuti di settore.
  • Non dobbiamo dimenticarci della presenza online. Se non sei online e non hai il tuo portfolio come ti troveranno? Ecco dove il personal branding entra in gioco.

Cosa includere nel portfolio? Quali pezzi inserire?

Il tuo portfolio deve rappresentare ciò che sei, il tuo personal brand. Per esempio se ti stai promuovendo come content creator del settore finanziario ma lo fai da una prospettiva differente, raccontalo in maniera semplice e interessante, devi includere questi elementi nel portfolio. Includi i pezzi che ritieni migliori e che riflettono la tua identità, ciò che sei.

Esiste un mito che dice che devi includere assolutamente tutto ciò che hai scritto. Ovviamente non è vero.la verità è che devi includere i migliori lavori recenti. Al massimo qualcosa che risalga a non più di due anni prima. I migliori portfolio rappresentano le specializzazioni di ogni persona e non sono troppo lunghi.

Per creare un portfolio come redattore di contenuti, utilizza i tuoi pezzi migliori per dare valore al tuo lavoro. Non farti tentare dall’aggiungere tutto nel tuo portfolio. Considera che nessuno lo leggerà per intero. Se esponi tutti i tuoi lavori puoi provocare una sensazione di ansia.

Un suggerimento è quello di utilizzare un foglio excel o un foglio bianco più semplice per controllare ciò che scrivi. Che siano articoli, rankings, ebooks, documenti, guide…assicurati di includere i links, i titoli, le date di pubblicazione e qualsiasi informazione che consideri rilevante per te.

Dove creare un portfolio come redattore di contenuti?

1 – Siti di creazione porftolio

Per creare un portfolio come redattore di contenuti, puoi utilizzare siti creati appositamente. Si tratta di piattaforme web in cui si crea un’area per ogni elemento. Queste piattaforme offrono un template che ti permette di includere informazioni di base, link ai social per creare un portfolio visivamente interessante. Ecco alcuni esempi:

Questo tipo di siti è creato per facilitare l’inserimento di un portfolio visivamente interessante. Non dovrai preoccuparti per il codice html, gli elementi aggiuntivi o la grafica. Se hai poca esperienza o poco tempo per configurare un portfolio online, questi siti ti possono aiutare.

L’aspetto negativo è che la maggior parte dei siti per la creazione di contenuti offre una versione gratuita e una a pagamento e hai solo un numero limitato di elementi che puoi inserire senza dover pagare un canone mensile.

Ma una volta configurato il tuo porftolio su uno di questi siti avrai l’inconveniente di dover mandare le persone su un sito che non è il tuo. Ciò significa che starai favorendo un altro sito, anche riguardo ai motori di ricerca.

2 – Siti per la creazione di contenuti

Puoi anche creare un portfolio come redattore di contenuti su un sito creato appositamente per questa funzione. Per anni questi siti non sono stati luoghi dove trovare clienti di qualità. Ovviamente con il tempo tutto è cambiato e i fornitori si sono fidati di più. Un paio di esempi sono Contently o Quiet.ly

Come funzionano i siti per la creazione di contenuti? Come content creator, apri un portfolio di scrittura. Quando un editor o un azienda cerca scrittori di settori specifici il sito verifica quelli disponibili e propone una lista. Se il tuo porftolio è tra i primi, ottieni un’offerta per lavorare a un progetto.

L’aspetto positivo di questi siti è che se non hai molta autorevolezza come content creator puoi ottenere visibilità. È un luogo di ricerca attiva di scrittori per cui puoi farti spazio.

Una delle maggiori limitazioni del creare un portfolio di scrittura in un marketplace di contenuti è che non hai molto spazio per includere i tuoi lavori. In generale si limita a una biografia breve e a un link ai tuoi lavori quindi le tue possibilità di attirare persone attraverso il SEO sono limitate.

Se non riesci a ottenere un lavoro dopo un po’ di tempo, cerca alternative

Su questo tipo di piattaforme molti scrittori diventano collaboratori dei brand, cosa che può aiutare ad aumentare le tue possibilità di attirare clienti. Ovviamente è possibile che tu non ottenga clienti. A volte l’offerta è maggiore della domanda. Se sei nuovo le tue possibilità sono minori.

Quindi devi sforzarti di fare del marketing attivo per trovare clienti, inviando loro il tuo porftolio. Nei marketplaces di contenuti ci sarà sempre concorrenza. È tipico competere con centinaia di editors per ottenere collaborazioni.

Se investi nel marketing, inviare clienti a siti terzi ha il rischio di farti perdere i clienti che stavi per ottenere.

3 – Portfolios su LinkedIn

Linkedin è un’altra opzione per creare un portfolio come redattore di contenuti. Anche se hai creato un porftolio altrove, sviluppare il tuo profilo di Linkedin può aiutarti a connetterti più facilmente con clienti potenziali. Può essere un’alternativa, un complemento o può diventare il tuo porftolio principale.

Sul tuo profilo, Linkedin offre molte opzioni per aggregare contenuto aggiuntivo: links a clips, miniature, presentazioni di slides, video, files PDF, ecc. Utilizzali per inserire alcuni dei tuoi pezzi migliori sul tuo profilo. Utilizza anche la sezione ‘esperienze’ per segnalare i lavori realizzati.

Praticamente la maggior parte delle aziende è presente su LinkedIn. È un luogo perfetto per cercare content creators. Se hai pezzi rilevanti sul tuo profilo Linkedin avrai più possibilità di comparire nei risultati di ricerca quando i clienti potenziali cercano un professionista.

4 – Crea il tuo sito portfolio

L’opzione più utilizzata per creare un porftolio come redattore di contenuti è farlo sul proprio sito. Devi creare un portfolio in forma di pagina web.

Alcune sono solo testi e mostrano una lista di articoli scritti da una persona. In termini di grafica per il portfolio, le liste possono funzionare se sono organizzate, pulite e ordinate. Anche se non è essenziale, inserire elementi visuali al tuo portfolio lo renderà più interessante per i tuoi clienti potenziali.

Ovviamente l’opzione che più si adatta all’attualità è creare un portfolio più visuale. La cosa migliore è che contenga immagini e disegni strutturati come nell’esempio.

Questi domini sono di tua proprietà e dovrai gestire la SEO e le strategie di digital marketing attivamente. Sono al centro delle tue relazioni e della tua identità. Man mano che cresci nelle diverse sezioni del tuo sito, otterrai autorevolezza per la pagina.

Ottenere traffico verso il tuo sito ti permetterà di ottenere clicks. Inserisci l’informazione che consideri necessaria. Gestisci le tecniche SEO affinché i brand ti trovino.

Cerca un grafico per adattarti la pagina o gestisci questo aspetto direttamente se hai le conoscenze. Se hai un sito devi imparare a gestire le strategie digitali e l’architettura web.

Tutte le opzioni per creare un portfolio come redattore di contenuti sono complementari e non univoche. Ti consigliamo di avere un sito per non dover dipendere da terzi al fine di ottenere nuovi clienti. Ovviamente non sempre si può avere una piattaforma di proprietà.

Ti proponiamo di usare la piattaforma di content marketing di Coobis per creare un portfolio come redattore di contenuti. È uno strumento utilizzato dai brand e dagli editori. Troverai oltre 2000 aziende che ricercano profili. Attivati subito!