Come creare il post perfetto per Facebook, Twitter e Instagram

Creare il post perfetto per social network è uno dei dilemmi di molti Community Managers che giorno dopo giorno cercano di migliorare le proprie strategie sociali; ed è naturale. Gestire una strategia di social media rappresenta una sfida costante per aziende e professionisti di tutti i settori, indipendentemente dalla portata.

L’arte di scoprire quando, come e con quali caratteristiche pubblicare contenuti richiede molto tempo e dedizione. A questo si aggiunge la difficoltà di incuriosire i numerosi utenti che sono stanchi di ricevere migliaia di annunci ogni giorno. Così ogni volta richiedono contenuti più freschi e interessanti. Sai come riuscirci?

Sicuramente stai pensando a come realizzare il post perfetto per social network dovendo soddisfare ogni esigenza del pubblico; ma a questo aggiungi che ogni social network ha la sua propria nicchia. Ognuno ha un pubblico specifico, un tipo di contenuto preferito e diversi orari di punta.

Questo significa che lo stesso post che è perfetto per Facebook, può non esserlo per Instagram o Twitter. E proprio questo non deve spingerti a concentrarti solamente su una piattaforma sociale; al contrario, devi essere presente in tutte quelle nelle quali si muove il tuo pubblico target.

Come creare il post perfetto per social network. Guida pratica

1.- Il post perfetto per Facebook

il posto perfetto nelle reti socialiCome sottolinea l’infografica di My Clever Agency, ci sono certi requisiti che non devi trascurare su Facebook, tra cui il tipo di informazioni che vengono pubblicate, il tono, i link, i contenuti visivi o l’orario.

Impara a creare il copy ideale

Indipendentemente dal tipo di post che condividi su Facebook e quale sia il suo argomento, il copy è fondamentale per ottenere l’attenzione dell’utente. Segui questi suggerimenti:

1.- Sperimenta la lunghezza del tuo post

il posto perfetto nelle reti sociali63.206 è la cifra che segna il limite di caratteri da utilizzare in un post di Facebook. Ma questo significa che è necessario riempirli tutti? Come mostrano i dati di Bufferi post compresi tra 1 e 80 caratteri non solo ricevono un engagement maggiore, ma ottengono anche un aumento del tasso di interazione.

Inoltre, NPR ha condiviso uno studio in cui si afferma che i post più brevi (quelli inferiori a 120 caratteri) hanno percentuali più elevate di clic più rispetto a quelli più lunghi.

Mentre un copy breve potrebbe funzionare per i clic, uno lungo migliorerebbe l’engagement. Per questo il consiglio è di sperimentare i tuoi post: scrivi alcuni post brevi e altri più lunghi per vedere quale risponde meglio ai tuoi obiettivi.

2.- Poni domande

Le domande rappresentano una grande opzione per risvegliare l’interesse dell’utente quando sta guardando il suo feed di Facebook. Ponendo delle domande puoi cambiare completamente la tua comunicazione.

Per esempio, invece di scrivere: “Ecco qui la nostra guida completa sugli annunci di Facebook”. L’ideale sarebbe impostare la frase così: “Sommerso dalla pubblicità di Facebook? Ecco qui la nostra guida completa”.

3.- Gli elenchi aiutano sempre

Gli elenchi solitamente funzionano bene per contestualizzare l’argomento di cui si intende trattare o lasciare l’utente incuriosito. Cerca di rivolgere particolare attenzione ad alcuni dei tuoi punti chiave e includili nei tuoi post.

4.- Hai mai incluso delle citazioni?

Qualche esperto del settore ha detto qualcosa che non puoi lasciarti sfuggire? C’è qualche frase motivante che pensi potrebbe arricchire il tuo copy? Oppure, per esempio, potresti prendere alcune citazioni che hai incluso nei tuoi contenuti e modificarle nel post.

Per esempio, invece di scrivere:

  • “Il 70% delle aziende pubblica annunci su Instagram”, 
  • potresti dire: “Sapevi che il 70% delle aziende pubblica annunci su Instagram? Ecco come restare aggiornato!

5.- Gli emoticon sono amichevoli e trasmettono vicinanza?

Uno studio di Hubspot ha rivelato che gli emoticon nei copys di Facebook possono generare il 57% in più di like, il 33% in più di commenti e offrono il 33% in più di possibilità che l’utente effettui la conversione rispetto ai post che non li includono.

Carica l’immagine perfetta

Ogni giorno vengono condivise oltre 3 milioni di immagini su Facebook. Sai cosa fare per distinguere la tua? Per iniziare, se vuoi avere un’opportunità, dovrai partire da una dimensione adatta; senza, non riuscirai ad attirare l’attenzione del pubblico.

1.- Immagine condivisa

il posto perfetto nelle reti socialiLe immagini sono uno dei contenuti più popolari su Facebook, sopratutto nel momento di essere condivise. Quando l’utente condivide il tuo post con un’immagine, apparirà nella sua timeline e nel feed dei suoi contatti. La dimensione consigliata per ottimizzare questo tipo di comunicazione è di 1.200 x 630 pixel.

2.- Link condiviso

I link sono un altro modo abbastanza comune per fare in modo che gli utenti condividano contenuti su questo social network. Quando condividi un link su Facebook, l’immagine specificata nei metadati del sito web verrà inserita automaticamente nel tuo post. La dimensione ottimale per un’immagine di un link condiviso su Facebook è di 1.200 x 627 pixel.

2.- Come creare il post perfetto per social network: Instagram

il posto perfetto nelle reti socialiContinuando con la ricerca del post perfetto per social network, il prossimo da trattare è Instagram. Come vedi, come per Facebook, ci sono certi aspetti a cui devi fare attenzione, come mostra l’infografica di My Clever Agency.

Copys più brevi

Le descrizioni dei post di Instagram si limitano a 2.200 caratteri; ma come per Facebook, ciò non significa che devi adeguarti a questa lunghezza. Pensa che il contenuto preferito del tuo post non è il testo, ma bensì il contenuto visivo che aggiungi.

Tuttavia, le migliori aziende su Instagram utilizzano le didascalie per attirare l’attenzione degli utenti. Per questo includi un paio di righe che forniscano un contesto appropriato alla tua immagine o video.

Prova il microblogging

il posto perfetto nelle reti socialiUna delle tendenze che si sta diffondendo su Instagram è quella di utilizzare sottotitoli o didascalie come un post breve per condividere determinati contenuti. Il microblogging in Instagram ti permette di sviluppare un argomento in modo più approfondito, naturalmente utilizzando più di una o due righe. Infatti, puoi utilizzare questo formato quando vuoi condividere contenuti come questi:

  • Tutorial. Puoi utilizzare la didascalia per trascrivere alcuni passaggi e renderli più semplice e chiari al tuo pubblico. Per esempio, se condividi un piatto, potresti utilizzare la didascalia per includere come cucinarlo o gli ingredienti.
  • Trucchi. Il post perfetto per social network non può ignorare un argomento così utile e interessante come quello dei suggerimenti. In questo caso, sarebbe bene che su Instagram includessi piccoli frammenti legati all’argomento del tuo post. Per esempio, se condividi una foto di uno spazio di lavoro, potresti scrivere 4 suggerimenti per creare un ambiente produttivo.

Non sottovalutare il potere degli hashtag

il posto perfetto nelle reti socialiGli hashtag permettono agli instagrammer di scoprire nuovi contenuti e account da seguire. Ma non solo: uno studio di TrackMaven ha scoperto che i post che includono vari hashtag (fino a 11) tendono ad avere un impatto maggiore.

Utilizzare gli hashtag correttamente esporrà la tua azienda a un pubblico più vasto. Secondo uno studio di Simply Measure, i post con almeno un hashtag hanno in media il 12,6% in più di interazione rispetto a quelli senza. Sperimenta gli hashtag, prova gli strumenti per individuare i migliori e scopri come influenzano il tuo account.

Incoraggia l’interazione

I love sneakers. What’s your favorite sneaker?

Una publicación compartida de DRock (@davidrock) el

Chiedi ai tuoi follower la loro opinione su vari argomenti. È uno dei modi migliori per aumentare l’engagement su Instagram. Come puoi vedere, DRock ha caricato la foto di un paio di scarpe da ginnastica e ha chiesto ai suoi follower quale sono le loro scarpe sportive preferite.

Pensa a quali domande puoi fare per generare una discussione e in che modo puoi incoraggiare il pubblico a partecipare.

Immagini e dimensioni

Il post perfetto per social network include quasi sempre contenuti visivi; e in un social network così “visivo” come Instagram, devi prestare molta attenzione alle dimensioni delle tue immagini.

Come sai, in un primo momento le foto potevano essere solo quadrate, ma adesso le dimensioni sono state aggiornate:

  • la dimensione ideale per un’immagine quadrata su Instagram è 1080 px di larghezza per 1080 px di altezza.
  • Le immagini verticali ottimali sono quelle di 1080 px di larghezza per 1350 px di altezza;
  • mentre quelle orizzontali sono di 1080 px di larghezza per 566 px di altezza.

3.- Come fare la differenza su Twitter

il posto perfetto nelle reti socialiCome hai visto, il post perfetto per social network viene creato sulla base di diverse variabili. Quello che funzionava su Facebook non era così compatibile con Instagram e viceversa. Per questo è importante determinare come è il post perfetto in ogni social network.

In questo caso, Twitter si concentra nel copy, che è la principale call to action (chiamata all’azione) che ha, da cui devi imparare ad attirare l’attenzione.

Evita l’uso di tutti i caratteri

Buffer ha scoperto che i tweet inferiori a 100 caratteri ottengono il 17% in più di partecipazione. E infatti, il social network stesso ha affermato che i tweet promossi con un copy tra i 40 e i 60 caratteri hanno un CPA inferiore a quelli lunghi.

In Instagram puoi sfruttare appieno gli hashtag; in Twitter no

Gli hashtag sono uno degli elementi più rappresentativi di questo social network; ma non per questo devi includerli come se non ci fosse un domani.

La quantità consigliata di hashtag per tweet è di uno o due. Nel caso di un maggior utilizzo, l’engagement scenderà del 17%. Con uno o due, invece, l’engagement sarà maggiore, arrivando al 21% e inoltre, la probabilità che condividano il tuo messaggio con uno o due hashtag sarà del 55%.

Se il tuo obiettivo è che la gente veda il tuo sito web o segua il tuo account, non rischiare che qualcuno faccia clic su un hashtag e non nella tua call to action. Per questo, è molto importante pensare allo scopo del tuo post prima di aggiungere qualsiasi hashtag.

Riscrivi i titoli nel condividere link

Nel condividere un link su Twitter pensa a titoli alternativi che potresti condividere o ai modi in cui potresti usare alcune citazioni chiave.

Quando vengono condivisi link su questo social network, il titolare dell’account viene mostrato com’è, per questo è consigliabile fornire informazioni di valore.

Segnala contenuti nuovi

Per creare il post perfetto per social network è importante sapere cosa pensano gli utenti delle aziende su queste piattaforme. Devi ricordare che Twitter è qui e ora. Quando gli utenti si mettono a leggere le proprie timeline, sperano di scoprire eventi in tempo reale, cose che stanno succedendo in questo stesso istante e non contenuti passati.

Con Twitter Ads, i tweet che citano prodotti o servizi nuovi ottengono un CPA del 10% più basso e un 26% in meno di CPC. Quindi, se desideri aumentare i clic e l’engagement, assicurati di informare i tuoi follower quando pubblichi qualcosa di nuovo.

Come devono essere le immagini?

Le immagini adesso appaiono a grandezza intera su Twitter. Fai delle prove e presentale come erano destinate a essere viste, ma ricordati che la dimensione minima di un’immagine su Twitter è di 440 x 220.

Tuttavia, il fatto di condividere il post perfetto per social network dipenderà da una base fondamentale: il tuo contenuto. Se è buono non avrai problemi a diffonderlo, anche se puoi scegliere altre opzioni e lasciar progettare il post perfetto a esperti in ognuno dei social network.

Cerchi influencer che ti aiutino a far conoscere la tua proposta di qualità? Prova Coobis, una piattaforma di content marketing con un obiettivo: mettere in contatto aziende e influencer in grado non solo di creare contenuti, ma anche di offrire visibilità alle le aziende. ¿Conosci i servizi che puoi sfruttare come azienda in Coobis?