8 passi per migliorare l’engagement con i tuoi lettori

Engagement: capacità di un prodotto (che sia un brand, un blog o un’app) di creare relazioni solide e durature con gli utenti generando un legame. Più si indaga sull’audience potenziale, più si potranno applicare le migliori tattiche.

Quindi la prima pista per risolvere l’incognita di come migliorare l’engagement del tuo blog è più che chiara. Devi sapere chi fa parte della tua audience e cosa la porta verso di te.

Saranno i temi che scegli? Il modo di presentarli? I formati? La vicinanza e interazione con gli utenti? I tuoi contenuti personalizzati?

In che modo diresti che ottimizzi tutti questi elementi? Ecco il quid della questione.

Se ti chiedi come migliorare l’engagement con i tuoi lettori è perché ora non stai ottenendo grandi risultati. In altre parole devi cambiare.

Ciò non significa che devi revisionare a 360 gradi la tua strategia di content marketing. Semplicemente devi rifocalizzarla e basarti su ciò che è importante.

Fatti questa domanda. Quale percentuale di tempo dedichi all’ascolto della tua audience? Il problema è qua.

Devi identificare la tua buyer persona

Se il primo indizio lasciava chiaro che l’aspetto più importante per determinare come migliorare l’engagement è conoscere la tua audience, devi cominciare dall’inizio.

La base di qualsiasi attività è risolvere le necessità di un cliente. Quindi difficilmente otterrai engagement con la tua audience se non sai cosa vuole.

Attualmente la personalizzazione è il pilastro di qualsiasi strategia di marketing. Ma solo se arriva dopo un’analisi esaustiva del pubblico obiettivo.

Metti il caso di avere un blog di ricette che supporta la tua attività di frutta e verdura. Ciò che non sai è che la maggior parte della tua audience è vegetariana. Ma sei impegnato nel condividere ricette che la maggior parte delle volte comprendono carne. La tua audience si riduce poco a poco e non puoi nemmeno permetterti di chiederti come migliorare l’engagement perché devi trattenere gli utenti.

Come puoi creare contenuto che davvero interessi se non sai chi ti legge? È impossibile.

Creare una rappresentazione fittizia del tuo consumatore ideale ti aiuterà a capire meglio i tuoi clienti. E di conseguenza il processo di generazione di contenuti personalizzati e azioni individuali sarà più semplice.

E ciò non significa conoscere i tratti generali del lettore. Al contrario. Più dettagli conosci, oltre all’età, al sesso o alla classe sociale, meglio è.

Trucchi per determinare come migliorare l’engagement dei tuoi lettori

1.- Non ofuscare il tuo contenuto

Hai annunci sul tuo blog? Hai molti pop ups? Nel caso in cui la risposta sia affermativa è un cattivo e buon segnale a seconda dei punti di vista.

La parte buona è che il tuo blog crea un’audience sufficiente affinché i brand ti notino. Ma il lato negativo riguarda la pubblicità che spaventa il lettore. E soprattutto se presentata in formati come quelli dell’immagine ce sono quelli che invogliano l’utente a installare un adblocker. Quindi avrai una doppia perdita.

In definitiva non solo hai bisogno che il tuo blog sia un sito pulito, ordinato e interessante ma non puoi giocartela e fare sì che elementi esterni interferiscano con la tua grafica e, soprattutto, il caricamento della tua pagina.

2 – Includi qualcosa nel tuo contenuto che gli altri non hanno

Immagina di dover scrivere riguardo a un tema che genera aspettative ma che la maggior parte dei professionisti del tuo settore condivide. Per esempio la creazione di pagine Facebook.

Prima di cominciare a scrivere ti consigliamo di guardare i post della concorrenza per vedere quali aspetti trattano e quali non vengono toccati. C’è sempre qualcosa che sfugge agli altri di cui puoi approfittare.

Per esempio è possibile che nessuno abbia incluso screenshots per spiegare passo passo come fare. O per esempio puoi fare come Antevenio. Tutti condividevano informazioni su come creare una Fan Page su Facebook però nessuno parlava di come crearla per ottenere un buon posizionamento. Quindi è stato fatto.

Determinare come migliorare l’engagement è semplice come dare uno sguardo riguardo a ciò di cui si parla per trovare cosa manca e approfittarne.

3 – Scegli il miglior sistema per fare in modo che i tuoi lettori commentino

Vedrai, il tuo obiettivo è trovare il sistema di commenti più adeguato affinché la tua audience si decida a interagire con te. E per questo devi dare uno sguardo ai migliori blogs del tuo settore, specialmente a coloro che ricevono molti commenti.

Se guardi una delle curiosità è che molti dei blog utilizzano sistemi come Facebook o Disqus, quindi dovresti considerarli. Perché? Perché è ciò a cui la tua audience è abituata.

Nel caso in cui tu abbia una community potente e solida potrai utilizzare il tuo sistema di commenti con un inizio di sessione. Ma altrimenti dovrai adattarti a quello che i lettori usano.

Se invece trovi un blog che non riceve commenti devi evitare il sistema che utilizza. Meno barriere all’ingresso ha l’utente quando interagisce con te, meglio è.

4 – Racconta storie per attirare i lettori

Lo storytelling è l’arte di entrare in contatto con i tuoi lettori attraverso le storie, possibilmente reali. Dovrai generare engagement o migliorarlo. Quindi non c’è nulla come mostrarsi empatico e stabilire legami con gli utenti.

Sapresti come migliorare l’engagement dei lettori raccontando storie? Condividendo casi reali, sia di successo sia di fallimento, senza nascondere nulla. In questo modo umanizzerai il brand e i lettori potranno vedere che non li stai ingannando.

Inoltre, quando puoi cerca di generare emozioni. Così la tua storia sarà ricordata più intensamente.

5 – Sii visuale

Chiaramente i contenuti visuali interessano di più i lettori. Ma aiutano anche a fare in modo che i contenuti vengano digeriti diversamente. E soprattutto risolvano dubbi.

Se stai scrivendo riguardo a un tema che potrebbe migliorare con l’inserimento di uno screenshot o tutorials, includili. Chiunque può scrivere un post su come confrontare il traffico con Google Analytics. Ma sono chi mostra esattamente (con contenuto visuale) come farlo, genera engagement.

6 – Provoca l’interazione dei tuoi lettori

Scoprire come migliorare l’engagement non è questione di sedersi e aspettare che gli utenti arrivino fino a te. Avranno bisogno di incentivi. Quindi perché non chiedere loro cosa stanno cercando alla fine di ogni post?

Non c’è nulla come chiedere opinioni, esperienze o casi reali riferiti al tema affinché l’utente sia invogliato a condividere la sua opinione. Inoltre puoi approfittarne per chiedere quali sono le sue domande più frequenti o quali temi di interesse potrebbero mancare nel tuo blog.

Nel momento in cui cominci a interagire con la tua audience con frequenza sarà più probabile che ritorni per futuri aggiornamenti.

7 – Programma delle tue pubblicazioni affinché siano pubblicate nei migliori orari

Ogni piattaforma ha le sue peculiarità. Ossia magari l’orario migliore per lanciare il tuo post è uno ma per condividere lo stesso contenuto su Facebook il momento ideale è un altro. Esistono alcuni fattori che devi considerare quando scegli i migliori orari per pubblicare i tuoi contenuti sui social:

  • L’orario varia in funzione del settore. Ci sono diverse differenze tra l’audience di una rete come Facebook e quella di Linkedin, che è più professionale.
  • Il comportamento degli utenti cambia a seconda del paese.
  • Ci sono strumenti specifici per ogni social che aiutano a definire i migliori orari per pubblicare messaggi basandosi sui propri dati. Alcuni di questi strumenti sono Crowdbooster, Google Timing+, Tweriod, Iconsquare o Audiense.

L’engagement non si gestisce solo dal blog. I canali esterni che danno forza al tuo contenuto sono vitali in questo processo. Scegliere i migliori orari implica essere lì quando l’utente si connette.

8 – Utilizza citazioni di professionisti per generare engagement

Utilizzare le citazioni di influencers o leaders di settore aiuterà a dare credibilità ai tuoi articoli. Quindi qui hai un altro consiglio su come migliorare l’engagement dei tuoi lettori.

Vedrai, il semplice fatto di includere citazioni e menzionare fonti, doterà di autorevolezza il tuo contenuto. Agli occhi del lettore il tuo post sarà più credibile.

La cosa migliore è approfittare di questa figura e far sapere che è parte del tuo articolo. In questo modo avrai più possibilità che condivida l’articolo sui suoi social. Di conseguenza le opinioni cominceranno ad arrivare e gli utenti interagiranno di più con il tuo brand.

Ti piacerebbe approfondire di più il content marketing? Coobis è una piattaforma di Content Marketing attraverso la quale qualunque brand può trovare i migliori contenuti per le sue strategie di marketing online. Anche se è ideale per conoscere diversi tipi di articoli. Perché?

Perché approfitta dei social di diversi influencers di ogni settore e ottiene visibilità, credibilità e engagement. Vuoi scoprire i contenuti adatti a te?