20 statistiche sul content marketing

Le statistiche sul content marketing sono un chiaro indicatore della potenza di questa strategia. La tua attività online vive dei tuoi utenti. Ma loro si alimentano di contenuti e senza essi non potresti creare una community né generare vendite.

Per attirare l’attenzione degli utenti e fare in modo che tornino a visitarti devi creare contenuto interessante. Come segnalano i dati di Wolfgang Jaegel, il 92% degli utenti riconosce che il contenuto di una landing page è vitale per tornare successivamente.

Quindi la questione riguarda tutti i livelli.

Allora cosa c’è di meglio che confrontare le tue idee, opinioni, strategie di contenuti nei dati verificati?

In questo modo potrai adattare ogni strategia e otterrai il doppio dei risultati anche se nel caso in cui non hai ancora sfruttato le strategie di content marketing dovrai leggere questo post fino in fondo.

Se fino ad oggi non hai prestato attenzione ai contenuti stai rimanendo indietro. Il Content Marketing Institute segnala da tempo l’efficacia di queste strategie. Di fatto il 70% dei responsabili marketing B2B sta pianificando di creare più strategie di content marketing in futuro. Perché non lo fai anche tu?

Statistiche sul content marketing che devi conoscere

1 – L’85% delle aziende sfrutta il content marketing

Come segnala lo studio di Content marketing in America Latina e Spagna, solo il 15% delle aziende non conosce il potenziale di questo fenomeno. Ciò significa che se fai parte di questa ridotta percentuale non solo sei in ritardo ma non sarai mai un brand di valore. Inoltre stai dando spazio alla tua concorrenza diretta, permettendole di approcciare i tuoi clienti.

2 – Il 70% delle aziende ha raddoppiato gli sforzi in content marketing

Come segnalano le statistiche sul content marketing, le aziende non solo hanno visto il potenziale di questo fenomeno ma hanno deciso di raddoppiare gli sforzi per ottimizzare le loro strategie.

Probabilmente è il momento di lavorare sulle strategie di contenuti e notare i risultati. Sono questi che ti porteranno a lavorare di più soprattutto perché se focalizzati porteranno grandi effetti sul tuo target.

Inoltre, man mano che gestisci queste strategie, capirai come evitare errori. Ciò significa che i tuoi risultati cominceranno a essere più favorevoli.

3 – Quanto budget pensi che dedicano le aziende al contenuto?

Lo studio del Content Marketing Institute segnala le seguenti cifre:

  • Il 32% del budget totale di marketing delle aziende B2C si destina al content marketing.
  • Le aziende che hanno ottenuto più vantaggi con le strategie di content marketing hanno destinato circa il 42% del loro budget.
  • Ovviamente i risultati più bassi sono stati ottenuti dalle aziende che hanno investito solo il 15%.
  • All’inizio del 2017 la maggior parte dei brand ha pensato di investire il 51% del suo budget nell’ottimizzazione dei contenuti.
  • Di questo 51% solo il 3% poi ha ridotto l’investimento.

Pensi che se non fosse vantaggioso i brand investirebbero tanto in questa strategia?

4 – Il 57% delle aziende assicura che il content marketing è efficace

Se hai ancora dubbi sull’implementare o no queste azioni con i dati raccolti puoi farti un’idea su questo aspetto.

Considerando i budget che si destinano a queste strategie e che quasi il 60% degli utenti segnala che stanno funzionando, l’efficacia è chiara.

5 – Le statistiche sul content marketing segnalano un ROI favorevole

Lo studio annuale di HubSpot rigurad allo stato dell’Inbound Marketing segnala quanto segue. Il 41% dei brand che utilizzano strategie di content marketing hanno ottenuto un ROI positivo.

Ovviamente il 71% segnala di non disporre degli strumenti necessari per misurare le strategie di content marketing.

E se non lo sapevi, quei brand che danno priorità all’ottimizzazione dei loro blog hanno il 13% in più di possibilità di ottenere un ROI positivo.

6 – Il 60% dei brand ha come priorità la creazione di un blog

Una delle prime priorità delle aziende è ottenere più visibilità. Per questo il posizionamento SEO è molto importante.

Ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca in maniera organica dipende dal tuo content marketing. E per questo la creazione e ottimizzazione di un blog è fondamentale. Per questo motivo, questo secondo aspetto è la priorità del 60% delle aziende.

7 – I blogs che pubblicano regolarmente generano il 67% in più di clienti potenziali

Lo segnala Neil Patel in uno dei suoi articoli. Con un blog hai la possibilità di plasmare la tua conoscenza. Gli utenti si rivolgono a te quando hanno dubbi e ti vedranno come un professionista. E tu resterai nel top of mind per non menzionare che migliorerai la tua posizione nel ranking dei principali motori.

Inoltre i dati di un’analisi di Lindsay Kolowich segnalano che le aziende che aggiornano il blog più di 16 volte al mese generano 3,5 volte il traffico di chi non lo fa.

8 – Pubblicare contenuti quotidiani ti aiuta a attirare clienti.

I dati menzionati anteriormente da Neil Pate che segnalano che 16 pubblicazioni al mese portano buoni risultati, magari non sono sufficienti.

Un altro studio di professionisti del marketing segnala che l’82% delle attività che condividono contenuti quotidiani sul blog, attirano clienti ogni giorno.

9 – Quanti contenuti crei al giorno?

eMarketer ha condiviso alcune statistiche sul content marketing che segnalano che solo il 60% dei responsabili marketing crea contenuti quotidianamente. E quindi stai perdendo l’opportunità di attirare più clienti potenziali.

10 – Il 72% delle aziende che includono video nella loro strategia di contenuti aumentano le conversioni.

E di questo 72%, il 76% pensa che il video offra un buon ritorno dell’investimento. Tanto che uno studio di Unbounce segnala che i video aumentano le conversioni dell’80%.

11 – Il 50% del nostro cervello è pronto per ricevere contenuti visualmente impattanti

Quando crei un buon post, per esempio, devi sapere che non c’è nulla come accompagnare un testo con contenuti visuali. Devi sempre cercare di fare in modo che completino l’informazione o aggiungano dati nuovi. In questo modo non solo entrerai nella mente del destinatario ma farai in modo che il tuo contenuto sia visto dall’inizio alla fine.

12 – Il 64% degli utenti è più disposto a comprare online dopo aver visto un video.

I contenuti video ti serviranno come esca. Puoi applicarli alle tue strategie di content marketing nei seguenti modi:

  • Per condividere storie personali sulla tua azienda, la sua storia, il tuo brand.
  • Creare legami emozionali con l’utente.
  • Per condividere webinars o tutorials

13 – Il 95% delle decisioni di acquisto si fa in ambito emozionale

Per questo devi fare in mod oche la tua strategia di contenuti susciti sempre emozioni nell’utente.

Secondo Nielsen, un prodotto ben comunicato o quello che tocca la fibra sensibile del consumatore può vendere fino al 23% in più di quello che non emoziona.

14 – Il 62% dei consumatori digitali segnala che le descrizioni del prodotto sono il fattore più influente nella decisione di acquisto.

 15 – Il 64% delle aziende B2B si appoggia ad aiuti esterni per scrivere i propri contenuti

Man mano che i responsabili marketing si sforzano di condividere contenuti aumentando la frequenza di pubblicazione, il compito si fa difficile. Per questo si ricorre all’aiuto esterno per raggiungere gli obiettivi.

16 – SEO e content marketing vanno di pari passo

Il 45% delel aziende afferma che le proprie strategie di posizionamento SEO e di content marketing sono strettamente legate. E per questo assicurano che i risultati sono migliori.

Ma non lo pensano solo i responsabili marketing ma il 51% delle agenzie di content marketing.

17 – il 48% dei brand assicura che una buona analisi delle keywords e l’utilizzo delle stesse con una densità equilibrata nei contenuti è la migliore strategia SEO.

 

18 – Le strategie di contenuti ben documentate e pianificate generano più probabilità di raggiungere gli obiettivi.

Il 76% dei responsabili marketing con più conversioni basa la sua strategia di vendita sui contenuti. Ma il 53% delle aziende più importanti ha una strategia di content marketing documentata.

19% – Il 66% degli utenti preferisce contenuti ben disegnati

Ossia facili da leggere. Ma necessita includere informazioni rilevanti. E ciò si ottiene grazie alla segmentazione degli utenti e all’ascolto digitale. Solo così si possono rilevare i problemi degli utenti per offrire soluzioni.

20 – Un 80% degli utenti preferisce post rispetto alla pubblicità

Ossia, la maggior parte dei clienti online preferisce informarsi riguardo a un prodotto o servizio tramite il contenuto condiviso. E non tramite pubblicità.

Questo è un altro dei motivi per cui si utilizzano sempre di più gli AdBlockers.

Ti piacerebbe approfondire di più il content marketing? Coobis è una piattaforma di content marketing professionale mediante la quale puoi trovare i migliori contenuti per le tue strategie di marketing online. Inoltre puoi anche utilizzarla per far conoscere i tuoi articoli dato che grazie ai social dei nostri principali influencers otterrai visibilità. Vuoi scoprire i contenuti di cui hai bisogno?