20 errori che spaventano i lettori del tuo blog

Creare un blog può sembrare facile a priori. Ma se non vuoi avere molti rompicapi devi seguire una serie di strategie. Per ottenere buoni risultati dovrai cominciare effettuando un’analisi e scoprendo gli errori che allontanano i lettori dal tuo blog.

Il più grande problema si trova nella mancanza di conoscenza riguardo ai concetti basici del blog e del suo contesto. Non si tratta solo di scrivere, i contenuti sono la parte più importante del blog. Se vuoi ottenere visite e traffico dovrai lavorare a fondo tutti i contenuti.

Detto ciò, dimentica il concetto di blog come spazio dove scrivere riguardo a un tema e focalizzati su ciò che realmente importa. Non si tratta di pubblicare un paio di post e abbandonarlo.

Se realmente vuoi essere un professionista dovrai aggiornarlo spesso con pubblicazioni originali che apportino valore. L’obiettivo è attirare l’attenzione di Google e posizionarti tra i primi risultati.

Ora che conosci cosa devi fare sul tuo blog per trasformarlo in un esempio di successo, è importante che tu comprenda ciò che non devi fare. Questi sono i principali errori che allontanano i lettori del tuo blog e che devi evitare assolutamente.

Evita questi errori che allontanano i lettori dal tuo blog

  • Non avere contenuti di qualità

Content is king è la frase che riassume la rilevanza dei contenuti nell’esperienza degli utenti. Il motivo principale per cui un blog non funziona è che non propone contenuti di qualità.

I contenuti che pensi dovrebbero essere focalizzati sulle necessità che può avere la tua audience. Un utente che entra in una pagina ha delle aspettative. Se non vengono soddisfatte, abbandonerà immediatamente la pagina.

Ricorda che un cliente soddisfatto è un visitatore che tornerà e questo aiuta il digital marketing dal lato dell’ottimizzazione della conversione e dei motori di ricerca.

2 – Mostrare contenuti corti

 

Anche se sono molti i bloggers che pensano che i contenuti corti intrattengono meglio i lettori, non è così. Questo modo di pensare è legato al ritmo di vita e alla mancanza di tempo per leggere i contenuti. In ogni caso gli utenti preferiscono contenuti lunghi a quelli corti che non apportano valore.

Non esiste un numero di parole o caratteri idoneo, si tratta semplicemente di offrire contenuti che abbiano un senso e rispondano a ciò che l’utente cerca.

Una buona esperienza dell’utente genererà un miglior engagement e lo farà tornare. La chiave è nel cercare un equilibro ma è dimostrato che sono i contenuti lunghi quelli che generano maggior credibilità e sono condivisi.

3 – Avere un blog non aggiornato

Un altro dei grandi errori che allontanano i lettori dal tuo blog è il fatto di non aggiornare le informazioni.

Immagina che un utente acceda al tuo blog, si interessi a un contenuto e decida di tornare. Passato un po’ di tempo entra nuovamente e osserva che ci sono i medesimi contenuti che ha già letto mesi prima. Pensi che tornerà? No.

I lettori cercano contenuti nuovi e freschi attraverso i quali informarsi. Ciò si ottiene solo offrendo contenuti di qualità e sensati. Cerca di capire cosa cercano i tuoi utenti e quali sono i loro interessi.

Un buon modo per attirare l’attenzione è offrire risorse gratuite, come ebooks, infografiche, video o webinars. Puoi anche aggiungere contenuto nuovo a informazioni già pubblicate, ottenendo più traffico. Non puoi permetterti il lusso di avere informazioni non aggiornate.

4 – Non focalizzarti su una keyword concreta

Fare un’analisi delle parole chiave che utilizzerai è il punto di partenza. Non serve a nulla generare un’ingente quantità di keywords senza senso.

Comprendere il concetto del significato di una parola chiave non è complesso. Ma farne un uso adeguato e un utilizzo strategico sul proprio blog lo è. L’importanza di ottimizzare le parole chiave è legata alla generazione del traffico web.

Il focus corretto è analizzare i temi che verranno linkati alle parole chiave da utilizzare. Un buon modo per farlo è mediante la strategia long tail.

Questo metodo si basa sull’utilizzo delle parole chiave specifiche per poi sviluppare una lista di articoli. Cerca questo equilibrio di kewords dato che non devi mai ostacolare la lettura dei tuoi utenti.

5 – Commettere errori di grammatica e ortografia

Non fare un uso corretto della lingua è senza dubbio uno dei peggiori errori che allontanano gli utenti dal tuo blog.

L’unico modo per evitare che accada è revisionare i contenuti in maniera puntuale. Sicuramente troverai errori che prima erano passati inosservati.

Un altro buon modo è chiedere a un’altra persona che legga i tuoi contenuti come se fosse un utente e, ovviamente, usare un dizionario se hai dei dubbi.

6 – Non mostrare i dati o le fonti delle informazioni utilizzate

Mostrare dati statistici o informazioni delicate senza fare riferimento a una fonte è pericoloso. Non puoi affermare qualcosa perché tu pensi che sia corretto. L’unica cosa che otterrai è che gli utenti perdano la fiducia in te e non tornino a leggere il tuo blog.

Internet è un mondo ampio e tutti possono travestirsi da esperti. Per questo devi fare attenzione e mostrare chiaramente da dove provengono i dati che comunichi. Se si tratta di media riconosciuti socialmente come quotidiani o enti che analizzano dati, molto meglio.

7 – Non mettere in relazione titoli e contenuti

Mostrare un titolo che non corrisponda a ciò che l’utente troverà dopo è uno dei grandi errori che allontanano i lettori dal tuo blog.

Il fatto che i tuoi lettori si sentano ingannati e che non ottengano ciò che volevano farà sì che non tornino. Quindi devi evitare di mostrare titoli incoerenti. Non fare false promesse ai tuoi utenti.

8 – Utilizzare immagini di bassa qualità

Le immagini richiamano l’attenzione dei lettori e apportano un valore importante ai contenuti.

Utilizzare immagini di bassa qualità potrà rovinare il lavoro fatto con i testi. Come accade con i contenuti, fare un buon uso delle immagini e fare in modo che siano coerenti apporta un valore extra ai tuoi utenti e al tuo blog.

Puoi creare direttamente le immagini o estrarle dalle banche dati.

9 – Utilizzare un linguaggio tecnico

Un linguaggio ameno e facile da comprendere arriverà più rapidamente agli utenti rispetto a un linguaggio ricercato.

Le parole molto tecniche fanno solo in modo che l’utente smetta di mostrare interesse verso i contenuti perché non c’è un filo logico nel testo. Quindi fai un uso semplice della lingua e non complicare le cose.

10 – Parlare solo della tua attività nel blog

L’ultima cosa che le persone desiderano è avere a che fare con la propaganda. Parlare solo della tua azienda e di ciò che fai non solo farà arrabbiare l’utente ma lo porterà ad abbandonare il tuo sito.

Il motivo per cui il tuo blog esiste sono i tuoi utenti. È per questo che i contenuti che crei dovrebbero essere diretti a coloro che li cercano. Uno degli errori che allontanano i lettori del tuo blog è vedere che pensi solo a te e non a loro quando produci i contenuti.

Non annoiare con contenuti che non sono di interesse dei tuoi utenti e ancor meno se si tratta di te e del tuo brand. Ricordati che il contenuto è il re e quindi deve essere di qualità.

11 – Copiare contenuti di altri

Se vuoi essere unico e originale l’ultima cosa che devi fare è copiare da altri. Il successo dipende dai tuoi contenuti e dal fatto che siano originali.

Se scegli di copiare avrai problemi legali con gli autori ma anche la tua reputazione e autorevolezza saranno minate.

12 – Abusare della pubblicità

Sono molti i bloggers che approfittano del loro blog per ottenere un ritorno monetario attraverso la pubblicità. L’obiettivo è ovviamente quello di incassare, negoziando con brand e organizzazioni.

Questo tipo di pubblicità può essere inserita in diversi modi ma la più comune è la vendita di prodotti con sconti offerti dal blogger. In cambio riceve una commissione o prodotti gratuiti o sconti su altri prodotti.

Ma abusare di questa tecnica può generare irritazione negli utenti che possono decidere di abbandonare la tua pagina. I contenuti e le necessità dell’utente devono essere primarie riguardo al resto.

13 – Criticare la concorrenza

Come è evidente, non si tratta di elogiare la concorrenza ma nemmeno di criticarla costantemente.

Il fatto di mostrare commenti dispregiativi riguardo alla concorrenza minerà la tua credibilità. Inoltre se si tratta di qualcuno più grande di te, può affondarti. Meglio tacere.

14 – Non mostrare i pulsanti dei social

Il peso che hanno i social nell’attualità si riflette sui dati che si estraggono dagli studi di marketing pubblicati ogni anno. In queste analisi si osserva una crescita dell’uso di queste piattaforme, anche tra gli adulti (per il 74% degli intervistati).

È per questo che includere i pulsanti social nei blog è diventato indispensabile. Se vuoi ottenere più traffico verso il tuo sito, condividere contenuti è il modo più facile per farlo.

Lascia che gli utenti promuovano una notizia o un post che hai scritto con le altre persone attraverso i social. Vedrai che il tuo traffico aumenterà e le visite dei nuovi utenti saranno più frequenti.

15.- Non dare importanza alla grafica

La grafica di un blog o di un sito è il principio di una relazione tra l’utente e il sito. Si tratta della facciata esterna quindi l’utente può essere colpito o non notarti nemmeno.

Per fare in modo che l’utente si fermi dovrai avere una grafica ben studiata che richiami la sua attenzione. Magari hai scritto i migliori contenuti ma se non attiri l’attenzione dell’utente sin dal principio non lo raggiungerai mai. Quindi lavora sulla grafica e otterrai più traffico e più interazioni sulla pagina.

16 – Non offrire una grafica responsive

Attualmente non avere una grafica responsive è uno degli errori più gravi che puoi commettere, allontanando i tuoi utenti immediatamente.

Partendo dal fatto che ci sono molti più utenti che si collegano via mobile, è logico che il tuo blog e il tuo sito si adattino, vero? Ma sono molti i bloggers che sottostimano questa questione.

Il fatto di non avere una grafica responsive fa crescere i costi dato che non puoi avere una sola struttura per i diversi dispositivi. Inoltre genera un’esperienza negativa e influisce sulla classificazione dei risultati di ricerca.

17 – Pubblicare contenuto esterno e non interno

I contenuti che si pubblicano sul blog devono essere di qualità. Per questo devono essere creati internamente o da un’agenzia. Devi evitare di copiare esternamente e linkare a altri blog. Devi linkare esternamente solo quando si tratta di dati e cifre originali.

18 – Non avere una data di pubblicazione

Agli utenti piace essere informati. La data di pubblicazione permette di verificare se il post è vecchio o recente.

Davanti a diversi risultati che compaiono su Google, mostrare la data facilita la vita agli utenti perché leggano contenuti aggiornati. I contenuti più recenti sono i più letti perché sono più credibili.

19 – Non utilizzare tag nei post

L’importanza di utilizzare i tag si basa sul fatto che Google potrà posizionare il tuo post. Così come le categorie aiutano il lettore a trovare i contenuti su una determinata tematica.

Ma devi pensare bene ai diversi tags, che faranno da riferimento.

20 – Non avere una strategia

Una strategia ben definita per il tuo blog farà la differenza. Quando un blog viene creato a seguito di una strategia, ciò si riflette in tutti gli aspetti e in tutti i contenuti.

Ora che conosci gli errori che allontanano i lettori del tuo blog è il momento di analizzare il tuo e verificare i miglioramenti che puoi apportare. Ma se non sai come farlo affidati ai migliori professionisti

Coobis è una piattaforma di content marketing che dispone di una directory di media e editori. Sei pronto per far brillare il tuo blog?