15 tips per creare un corporate blog

Un’attività che non ha il proprio blog non può andare troppo lontano. Creare un corporate blog è ormai una delle priorità più importanti di tutte le aziende.

Si tratta di un tema così serio che ha inciso sul fatto che nell’ultimo anno c’è stata una crescita considerevole di aziende che hanno creato il proprio blog. Quindi, la pianificazione ora non prevede solo la creazione ma anche la cura.

Gli specialisti di marketing devono pensare alla frequenza delle pubblicazioni per attirare il pubblico target. Secondo uno studio di Hubspot, gli utenti visitano da 5 a 10 blogs al giorno. Da qui l’importanza dell’essere presenti.

Un primo passo è quello di pianificare tutti i contenuti da mostrare nel tuo blog corporate. Per questo devi includere una buona strategia di contenuti sul tuo piano marketing. Puoi cominciare creando il tuo calendario editoriale.

In questo calendario dovrai includere non solo le pubblicazioni del blog del mese ma anche i social su cui diffonderai i contenuti. È importante sottolineare che i social si sono trasformati in uno dei canali più efficaci per raggiungere più pubblico, dato che agiscono come uno strumento di diffusione del blog.

Ora che ti è nota la rilevanza del blog per la tua azienda, devi conoscere i passi più importanti da compiere per crearlo. Chi sa come si fa?

Elementi essenziali per creare un blog corporate

creare un corporate blog 

1.- Conosci il tuo pubblico target

creare un corporate blogCominciare a creare un blog corporate senza conoscere la propria audience è uno degli errori più gravi da evitare. Come puoi creare contenuto se non sai chi è il tuo pubblico? In questo modo è complicato risolvere i problemi o coprire le necessità.

È per questo che è imprescindibile conoscere a fondo la tua audience. Solo così avrai la certezza che i tuoi contenuti arriveranno alle persone adeguate. Esistono diverse tecniche che ti permettono di conoscere gli utenti. Ma la più efficace è quella di creare la tua buyer persona con un profilo specifico.

2.- Sfrutta al meglio la tua mail

creare un corporate blogLa mail è uno dei canali più efficaci con cui puoi ottenere leads e raggiungere la tua audience facilmente.

Se vuoi fare in modo che gli utenti visitino il tuo blog dovrai attivare strategie di email marketing. L’obiettivo è ottenere dati e inviare comunicazioni regolarmente. Solo così genererai engagement.

Allo stesso modo la rapidità nell’ottenere i dati ti permetterà di inviare messaggi personalizzati e segmentati. Cosa che si traduce in risultati migliori, con un aumento del traffico e delle visite al tuo blog.

3.- Aggiorna i contenuti

creare un corporate blogNon è sufficiente creare un corporate blog e lasciarlo lì. Per generare interesse nel tuo pubblico dovrai offrire cose nuove. E questo si ottiene solo aggiornando i tuoi contenuti.

Se i tuoi utenti accedono al tuo blog e trovano gli stessi contenuti di mesi fa, smetteranno di leggere e lo abbandoneranno. Alle persone piace informarsi su tutto e sulle novità, quindi non restare indietro. Il blog è un’ottima opportunità per generare leads.

Agli utenti regolari non sarà sufficiente offrire contenuti aggiornati. Se vuoi mantenerli nel tempo e ottenere conversioni dovrai fornire un valore.

Puoi invitarli ad ottenere contenuti esclusivi tramite ebooks, podcast, ecc. in cambio dei loro dati.

Comincia a scrivere un buon post che interessi loro nel blog e per approfondire meglio il tema invitali a scaricare il tuo ebook. È qui che otterrai le conversioni.

4.- Includi una buona landing page

creare un corporate blogPuoi contare con un buon blog che ottenga diverse visite e traffico. Ma se non hai una landing page non potrai ottenere entrate.

Nel digital marketing come in qualsiasi attività, l’obiettivo è vendere. Come? Convertendo. Questa conversione può essere effettuata attraverso una sottoscrizione, un acquisto, un download, ecc. ma se non aggiungi il pulsante difficilmente otterrai l’azione desiderata.

La landing page o pagina di atterraggio è la pagina dove l’utente effettuerà e completerà questa azione. Per questo è essenziale averne una nel blog. Può essere il download di un ebook a portare alla landing per esempio.

5.- Basati sui contenuti Rich Media

Per ottenere l’attenzione della tua audience dovrai offrire contenuti differenti. I testi sono corretti ma non sufficienti. Se vuoi attirare i tuoi utenti vai oltre e mostra qualcosa fuori dal comune.

Le azioni in formato Rich Media sono idonee per farlo. Ti offrono diversi contenuti come i video e le immagini e scommettono su contenuti dinamici.

Questo tipo di pubblicità offre formati innovativi (immagini e video con movimenti, pop up, giochi…) che ti permettono di interagire più facilmente con gli utenti. Con questi formati apporterai valore al tuo brand che ne uscirà rafforzato.

6.- Le CTA hanno molto da dire nel tuo blog

creare un corporate blog

Oltre ai formati visuali di Rich Media e la generazione di contenuti di qualità avrai bisogno di altro.

Le conversioni si producono quando c’è un pulsante adeguato che richiama l’attenzione. Questo pulsante è denominato CTA (Call to Action). Le azioni possono essere diverse, dall’iscrizione, alla registrazione, al downolad ad un acquisto.

Se non hai una grafica adeguata, l’utente non si fermerà. È per questo che devi creare una call con un messaggio chiaro che le persone capiscano subito. Ossia, l’utente deve capire cosa otterrà cliccando. Oltre a questo messaggio ci sono altri fattori che influiscono sulla creazione di una CTA ottimale.

7.- Crea un corporate blog originale e diverso

creare un corporate blogSe non vuoi essere uno dei tanti, dovrai essere originale e unico. Internet è un mondo pieno di blog e di contenuti. Per emergere pensa a idee diverse e inesistenti.

Per non annoiare la tua audience dovrai ideare una strategia previa sui temi da trattare.

  • Humor: i temi umoristici funzionano sempre. In questo mondo pieno di problemi gli utenti vogliono staccarsi e cosa c’è di meglio del farli ridere?
  • Le emozioni: negli ultimi anni c’è stato un aumento di questo tipo di contenuti. È stato dimostrato che le emozioni arrivano rapidamente al pubblico e l’empatia è così grande che porta alla conversione.
  • Vai al sodo: il tempo di cui dispone una persona è limitato, quindi offri contenuti semplici e chiari
  • L’identità del brand: oltre al contenuti testuali offri contenuti visuali legati all’identità del tuo brand.

8.- L’esperienza dell’utente è tutto

creare un corporate blogLa navigazione dell’utente nel tuo blog deve essere facile e intuitiva. Se dall’inizio la persona non è in grado di muoversi o spostarsi, starai generando un’esperienza negativa.

Il tuo obiettivo è che gli utenti convertano e dovrai mostrare loro il cammino per farlo. Un percorso semplice è la cosa migliore. Sia riempire un form sia scaricare un file o acquistare un prodotto; il processo deve essere intuitivo e facile per l’internauta.

Dovrai considerare una serie di fattori come l’architettura del sito, la lunghezza dei testi, la grafica responsive, i link, tra il resto, per creare una buona esperienza dell’utente.

9.- La frequenza delle pubblicazioni deve essere regolare

creare un corporate blogÈ un altro degli aspetti più importanti da considerare quando si crea un blog corporate. In questo senso devi dedicare del tempo, altrimenti i risultati non arriveranno.

Non esiste una frequenza concreta da seguire dato che tutto di pende dall’attività e dagli obiettivi. Ma la chiave sta nella coerenza. Non pensare di abbandonarli.

10.- Scegli le parole chiave adeguate

creare un corporate blogLa scelta delle parole chiave determinerà la SEO del tuo blog. Per questo se vuoi posizionarti in cima al ranking di Google dovrai lavorarci.

Perché il tuo blog ottenga buoni risultati, dovrai selezionare le keywords idonee per definire la tua attività. Il segreto non è nella quantità ma nella qualità. È più consigliabile una frase specifica con diverse parole chiave piuttosto di una generica con poche parole.

Per avere la certezza assoluta che le parole chiave scelte funzionino, dovrai misurarle e analizzarle. Non puoi validare nulla senza averlo verificato. Così capirai anche quale tipo di contenuto cerca il tuo pubblico obiettivo.

11.- Interagisci con gli utenti nel tuo blog

creare un corporate blogSe vuoi rinforzare la relazione con la tua audience dovrai pensare all’interazione. L’ultima cosa da fare è ignorare i tuoi utenti.

Che sia un commento su un tema concreto, un video, un’opinione o una critica devi sempre dare un feedback. Se gli utenti vedono che ti preoccupi, la vostra relazione diventerà più forte. Potrai anche attirare clienti potenziali e nuovi leads. Se vuoi risultati non perdere queste opportunità.

12.- Evita la pubblicità molesta

creare un corporate blogSono sempre di più gli utenti che installano Ad Blockers per evitare questo tipo di pubblicità, specialmente i pop ups e le finestre emergenti.

Secondo alcuni studi effettuati, il 70% degli utenti si sente infastidito quando salta fuori un pop up. Questo tipo di annunci non permette di visualizzare bene i contenuti della navigazione, cosa che dà fastidio all’utente. Tutto ciò si traduce in una cattiva esperienza dell’utente.

Sembra che non ci sia marcia indietro riguardo alla questione Ad Blockers. Gli utenti vogliono navigare liberamente senza pubblicità. Se ciò che vuoi è monetizzare il tuo blog, dovrai pensare ad altri metodi e stabilire certi limiti.

13.- Più affronti temi specifici, meglio è

Come per la long tail SEO, devi dare risposte a questioni specifiche. Per questo sarà necessario conoscere la tua buyer persona prima e creare un blog corporate di qualità.

Conoscere il tuo pubblico target ti aiuterà ad affrontare temi di interesse. Cosa piace a un utente non piace a un altro e questo aspetto lo devi avere chiaro. se vuoi attirare altri tipi di audience, cerca di rispondere a domande specifiche e non generiche.

14.- Non dimenticarti dei social

creare un corporate blogLa presenza degli utenti sui social è nota. È per questo che quando crei un corporate blog è necessario condividerlo sui social. Se no come potranno scoprire l’esistenza del tuo blog. Redigere e diffondere sono le due strategie obbligatorie.

15.- Utilizza un buon strumento per il tuo blog

creare un corporate blogInfine dovrai utilizzare una buona piattaforma per generare ottimi contenuti.

Ne esistono diversi modi per creare un corporate blog. Tra le migliori piattaforme ci sono WordPress, Blogger, Ghost, ecc., facili e intuitive e capaci di farti ottenere buoni risultati.

Allo stesso modo, utilizzare una piattaforma di content marketing in cui trovare i migliori media ed editori ti aiuterà ad ottenere risultati ottimali. Il suo nome è Coobis e sono molte le aziende cha utilizzano già questa directory. Cosa aspetti? Vuoi essere il prossimo?