10 report di analytics che dobbiamo considerare per creare contenuti

Conosci i migliori report analytics per il content marketing che puoi utilizzare per migliorare le tue strategie? Come esperto in marketing dovresti averne molti nella posta in ingresso.

Se vuoi effettuare uno studio approfondito, Google Analytics ti offre templates dei report dai quali puoi rilevare maggiori informazioni. Puoi scaricare i report di analytics per il content marketing attraverso Solutions Gallery. Templates che ti forniranno idee per creare report adatti al tuo sito.

Domande di base

Prima di tutto è importante rispondere a una serie di domande essenziali che devi porti. Tra di esse:

  • Da dove arrivano le visite al tuo sito?
  • Stanno utilizzando Google per trovarti?
  • Arrivano dai social?
  • Scrivono direttamente la URL del tuo sito?
  • Ricevi visite perché il tuo sito compare in altri blog di settore?

Report di analytics per il content marketing

Se vuoi ottenere risposte che ti aiutino a migliorare le tue strategie di marketing di contenuto è necessario diventare un maestro delle metriche. Attraverso i seguenti 10 report analytis per il content marketing potrai prendere decisioni in tempo reale.

1.- Report del motore

report di analytics per creare contenutiUno dei principali problemi di un sito è l’incompatibilità con i motori che utilizzano gli utenti.

Peep Laia suggerisce di creare un report in cui tu possa vedere le conversioni per ogni motore da segmentare per dispositivo (mobile, pc o tablets)

2.- Acquisizione visitatori e report di efficienza

report di analytics per creare contenutiQuesto è uno dei report analytics per il content marketing con cui potrai analizzare le metriche che ti segnaleranno l’efficienza e il rendimento dei flussi di traffico del tuo sito.

Così potrai vedere in maniera semplice dati sulle sessioni, gli utenti unici, i nuovi utenti, gli obiettivi delle conversioni, il valore per conversione e il tasso di conversione.

Sai come fare in modo che il numero di pagine e le sessioni visitate aumentino? Questi dati ti permetteranno di sapere se devi effettuare una delle azioni seguenti:

  • Aggiungere un articolo di contenuto in relazione con il tuo post affinché i lettori siano invogliati a leggere articoli simili.
  • Creare una categoria con i post più popolari e renderla visibile.
  • Aggiungere link interni ai tuoi post che portino ad articoli relazionati.
  • Curare la navigazione creando link ai contenuti più rilevanti.
  • Scrivere contenuti di alta qualità per aumentare il valore del tuo sito.
  • Scrivere riguardo a tematiche concrete affinché i tuoi lettori possano leggere ciò che interessa loro.
  • Utilizzare call to action pertinenti.

3.- Report di comportamento del cliente

apporto-pubblico-panoramica

Questo report è stato creato da Peter Van Klinken come parte di un concorso organizzato da Avinash Kaushik. È stato uno dei migliori e ha vinto una copia firmata da Avinash di Web Analytics 2.0. Il report rivela come il comportamento varia tra nuovi utenti e utenti di ritorno in termini di traffico, modelli di conversione e eventi.

È molto interessante vedere quanti dei tuoi utenti sono nuovi e quanti di ritorno per sapere come funziona la tua strategia di lead generation. Non è un report dedicata agli utenti nuovi perché è una metrica che indica se le tue strategie di retention e fidelizzazione funzionano.

Cosa fare per avere un’alta percentuale di visitatori di ritorno

Il numero di visitatori di ritorno è una metrica perfetta per sapere il livello di engagement raggiunto con i post e i contenuti.

Inoltre i visitatori di ritorno ti permettono di verificare chi è disposto a iscriversi alla tua newsletter e a effettuare le azioni che richiedi. Questo è un altro dei report di analytics per il content marketing, essenziale per effettuare azioni che facciano in modo che gli utenti ritornino, come:

  • Creare contenuto di valore.
  • Creare CTA dirette.
  • Attirare la tua community sui social.
  • Analizzare le tue strategie di lead generation.
  • Inviare newsletter periodiche.

4.- Report del rendimento Mobile

Con questo report comprenderai perfettamente se il tuo sito è ben ottimizzato per i dispositivi mobile. Potrai verificare il tasso di rimbalzo ed è molto importante che lo sviluppatore del sito lavori in questo senso e consideri i vari aspetti prima di strutturarlo.

Se vedi che la percentuale di rimbalzo delle visite che provengono da dispositivi mobile è molto alto, forse il tuo blog non è ben ottimizzato per mobile.

Inoltre è molto interessante verificare la durata delle sessioni delle visite che provengono da mobile e tablets dato che questa metrica è molto precisa. Invece, con i pc è possibile che gli utenti entrino nel tuo sito e lascino la finestra aperta, anche guardando un’altra pagina.

Puoi verificare questa metrica nel tuo pannello di Google Analytics: Audience/Mobile/Panoramica Generale

5.- Diagnostica del sito web: report del tempo per pagina

apporto-pubblico-panoramica

Questa metrica che ti offre Google Analytics indica la media del tempo che passano i tuoi utenti sul tuo sito. Ossia, quanto tempo trascorrono leggendo o navigando sul tuo sito.

Ciò significa che se il tuo contenuto è interessante e di qualità, i tuoi utenti lo apprezzeranno e le visite saranno più lunghe. Ti interessa che questo numero sia alto. Ma sai come fare in modo che gli utenti trascorrano più tempo sul tuo sito?

Con alcune delle tattiche appena spiegate: creando contenuti di qualità, migliorando la navigabilità, costruendo link interni e aggiungendo post in relazione con i contenuti, creando call to action dirette e aggiungendo risorse multimediali alla tua pagina, tra gli altri aspetti.

6.- Report che ti segnalano il rendimento del contenuto

Tra i report di analytics per il content marketing ce n’è uno che rileva i giorni e le ore in cui ricevi visite. È un report di Dan Barker e mostra qual è il giorno della settimana e l’ora del giorno in cui il tuo sito ha più visite.

Questa informazione può essere utile per sperimentare diversi momenti di pubblicazione, individuando il momento ideale.

7.- Report di efficacia del contenuto

Avinash Kaushik ha creato questo report e si è focalizzato sulle metriche che ti aiutano a identificare quali sono le migliori pagine del tuo sito e quali invece devono essere migliorate. Come segnala Avinash, è un aspetto che ti può aiutare a rispondere a domande interessanti come:

  • Qual è il contenuto che più piace?
  • Dove dovresti investire?
  • Che tipo di contenuti apprezzano i visitatori?

8.- Fonti di traffico da Social

apporto-pubblico-panoramicaQuesto report mostra quali canali social portano più traffico al tuo sito e se è traffico di valore.

Come fare per sapere quali social ti portano più traffico? I risultati che ottieni con i social non sempre sono allineati alle previsioni iniziali. Magari pubblichi quotidianamente su Twitter e in apparenza il tuo profilo ha molto engagement ma magari poi non ci sono visite verso il tuo sito.

Magari, invece, stai postando raramente su Facebook o Linkedin, pensando che questi social non ti portino grandi risultati e poi scopri che ricevi visite che convertono.

È solo un esempio ma se non verifichi questi dati con i report di analytics per il content marketing di Google Analytics, le tue saranno solo supposizioni.

Questo report è perfetto per verificare quanto traffico ti arriva dai social e dove guadagni. Se non sai come misurare le transazioni da Analytics devi accedere a Acquisizione/Canali e selezionare l’opzione Social.

9.- Canali di traffico

report di analytics per creare contenutiÈ molto importante sapere da dove vengono le visite, ossia attraverso quali canali. Google Analytics li divide come segue:

  • Diretta: Quando l’utente scrive la tua URL direttamente nel browser.
  • Organico: Sono le visite che ti arrivano quando gli utenti cercano una keyword nel motore di ricerca, ossia, il traffico ottenuto grazie alle strategie SEO on page.
  • Referenziale: Quando le visite arrivano attraverso un altro sito, ossia, attraverso i link che puntano verso il tuo sito web.
  • Social:  Si tratta delle visite che ti arrivano attraverso i social.
  • Email: Le visite che ti arrivano da una mail, da campagne di newsletter, ecc.
  • A pagamento: In questo caso arrivano grazie alle campagne SEM, ossia, attraverso la pubblicità oonline su Adwords.
  • Display: Sono le visite che arrivano al tuo sito attraverso i banner Display.

10.- Metriche generali

Porti tutte queste domande e analizzare le risposte è un lavoro imprescindibile e fondamentale perché il tuo sito funzioni e riceva il traffico adeguato. In conclusione, queste sono alcune delle domande che dovresti porti quando scegli i report di analytics per il content marketing:

  • Come ti trovano i tuoi clienti?
  • Perché non tornano a visitarti?
  • Cosa stavano cercando dal tuo sito?
  • Cosa funziona meglio sul tuo sito e attrae più utenti?
  • Qual delle tue azioni promozionali sta funzionando meglio? 

Google Analytics è uno degli strumenti più completi di analisi. Inoltre è gratuito. Non è necessario essere un utente esperto per approfittarne. Semplicemente ti basta sapere dove recuperare i dati essenziali. E sapere come interpretarli per prendere decisioni che ti aiutino a migliorare il tuo sito.

Ci sono comunque azioni che devi effettuare per migliorare il posizionamento del tuo sito o blog. Conosci la directory della piattaforma di content marketing Coobis? Registrati e entra a far parte di uno spazio con oltre 10.000 riferimenti in ogni settore.

Tags: analytics