10 post con uno storytelling da cui imparare

Ora che manca poco alla fine dell’anno, è importante analizzare le tendenze principali del marketing di quest’anno. Questi sono alcuni post con un ottimo storytelling.

Raccontare storie attraverso qualsiasi social è senza dubbio di moda. Bisogna solo pensare a Instagram e alle Instastories. I brand non sono solo questo, sono molto di più. E di questo parla lo storytelling.

Gli utenti sono stanchi del marketing tradizionale che non convince più nessuno. Chiedono di più. I brand dal canto loro devono apportare valore, “raccontare una storia che aiuti a posizionare il brand e a vendere il prodotto“. Da qui nasce lo storytelling.

Questo modo di raccontare storie non è nuovo. Ha cominciato la televisione. E quello di Ikea che, a Natale ha proposto le lettere ai Re Magi è un esempio che emoziona attraverso una storia reale in cui bambini, mamme e papà sono protagonisti.

Questo annuncio ha toccato il cuore di tutti. Ma ce ne sono molti altri, come il brand di birra che racconta le storie in spiaggia e trasmette sensazioni emozionanti; stiamo parlando di Estrella Damm.

Lo storytelling ha seguito il suo corso e ha ancora successo grazie al mondo digitale e ai social. Le grandi piattaforme come Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat, ecc. hanno osservato cosa funzionava raccontando una storia e lo hanno applicato di conseguenza.

L’emozione nel marketing è sempre stata protagonista. Il modo migliore per vendere un prodotto è mediante l’emozione. Diversi studi di neuroscienze sostengono che il 95% delle decisioni che prendiamo sono guidate dalla nostra parte emozionale. Se riesci a emozionare un utente, sarai più vicino alla conversione.

Rendi il tuo brand più umano, vicino…e sarà il cliente a sentire la necessità di agire.

I social, protagonisti nello storytelling

Negli ultimi anni sono i social ad aver avuto qualcosa da raccontare. I protagonisti, gli instagrammers, i bloggers, gli influencers, gli youtubers, ecc sono personaggi che sono in contatto diretto con il loro pubblico.

Gli influencers sono essenziali nelle strategie di marketing. Ciò che un annuncio ti propone non fa sì che tu lo faccia. Ma il fatto che te lo chieda una persona che per te è importante farà in modo che tu senta la necessità di farlo.

Lo storytelling è quotidianità sui social

Chiara Ferragni è ormai popolare in tutto il mondo. Il racconto del suo matrimonio con Fedez e la creazione dell’hashtag #theferragnez ha fatto sì che l’evento facesse il giro del mondo, con un numero di visualizzazioni impressionanti.

Le storie che raccontano sui social, come tanti altri influencers, non sono altro che una forma di marketing per entrare in contatto con il pubblico e ottenere visualizzazioni, followers, acquisti, ecc. approfittare dello storytelling fa sì che un brand si umanizzi e attiri l’attenzione.

Oltre ai grandi social, lo storytelling è utilizzato in altri canali di comunicazione come l’emailing, le newsletter, le landing pages, gli spots, i banner, il retargeting, gli SMS.

Ora che si conosce l’importanza del raccontare storie e quali sono i media da utilizzare, è il momento di creare la tua. Per farlo esistono risorse che, a seconda dei social utilizzati, bisogna considerare per creare il racconto ideale.

Quali risorse servono per creare uno storytelling sui social?

A.- Twitter

Twitter è uno dei social pionieri nell’uso dello storytelling attraverso la sua timeline che permette di ordinare i tweets e creare una storia.

B.- Youtube

Youtube è un altro dei canali di comunicazione attraverso i quali si possono raccontare grandi storie. Un chiaro esempio sono i video di Fedez e della Ferragni.

Il video è il formato che attira di più l’attenzione degli utenti e che riesce a emozionare.

C.- Facebook

Su Facebook si possono raccontare storie in diversi modi, tramite un album o Facebook Live. Lo storytelling si caratterizza per la sua autenticità. E non c’è modo migliore per dimostrare ciò che sei che attraverso un video.

Ancora una volta i grandi brand fanno uso di questa risorsa per raccontare storie in diretta. Il potere della diretta in connessione e empatia con il pubblico è importante.

D.- Instagram

È il social che più è cresciuto negli ultimi anni. Sono famose le instastories attraverso cui gli utenti possono creare una storia breve. Esiste anche Instagram Live.

Sono sempre di più i brand che utilizzano questa app, per la sua immediatezza, rapidità, connessione con l’audience.

Queste sono le risorse che devi conoscere se vuoi creare una storia sui social. Postare elementi di storytelling richiede alcuni requisiti che sono diversi per ogni social.

1 – Il formato dei social: limitati al formato di ogni social. Ognuno ha il suo e deve essere rispettato.

2 – Le immagini: devono essere di qualità e essere interessanti per il pubblico.

3 – I video: se vuoi attirare l’attenzione dell’utente focalizzati sui primi 5 secondi. I successivi servono per suscitare emozioni.

I 10 post con lo storytelling più interessante

Anche se sono già stati segnalati alcuni esempi di post con storytelling adeguato, questi sono i top da cui imparare qualcosa. E perché no da copiare come strategia.

1.- Coca-Cola

Coca-Cola y su Taste the feeling

2.- Ikea

It’s a meal, not a competition

3.- Nike

Esistono temi chiave per entrare in contatto con il pubblico. La vita, la morte, l’amore, il rifiuto, l’odio, l’amicizia, il bene, il male, la speranza, l’inganno…fare di alcuni temi universali la trama della tua storia è una buona idea per rendere il tuo messaggio più condivisibile.

Amoreee…come siamo legati a questo sentimento. E in Nike lo sanno. Per questo amiamo le sue storie.

Campofrío

Tous

Estrella Damm

Vodafone

Balay

Apple

Rivista Líbero

Questi sono 10 post con uno storytelling interessante e di qualità degli ultimi anni. Ognuno dei brand fa uso delle emozioni per attirare l’attenzione, dallo humor alla sorpresa…ma tutti vogliono entrare in contatto e avvicinarsi all’audience creando empatia.

Balay: un caso di successo nello storytelling

Nello storytelling non sono tanto importanti i brand ma le persone. I brand sono diventati umani, mostrando i loro dipendenti. Un chiaro esempio è Balay e tutte le storie create con gli impegati. Nell’ultima, sono andati a casa di uno dei dipendenti per verificare come funzionavano i prodotti.

La strategia di comunicazione utilizzata da questa azienda per generare post con storytelling è unica. Riescono a generare fiducia nell’utente, rendendolo partecipe e creando empatia. Per Balay le persone sono importanti e lo dimostrano i suoi annunci.

Tutti questi video con storytelling di successo sono stati proposti in TV, su Youtube ma anche sui social.

E sono precisamente i social il luogo dove ha proliferato questa forma di comunicazione basata sulle esperienze e il racconto. Dai uno sguardo al Twitter di Balay.

Coobis: una piattaforma di qualità per creare storie

Lo storytelling ha segnato un prima e un dopo nel mondo del marketing e della comunicazione. Narrare una storia in maniera vicina e umana e necessario se si vuole attirare l’audience. Ma anche se può sembrare semplice, sono i grandi professionisti sono in grado di interessare realmente il pubblico.

Stai pensando di creare una storia originale? Questi post con storytelling di successo fungono da ispirazione. Ma avere una grande azienda che ti spiega come agire in maniera professionale è molto importante. Conosci Coobis?

Coobis è una piattaforma con anni di esperienza che unisce editori e inserzionisti affinché entrambi raggiungano gli obiettivi desiderati. Vuoi raccontare una storia e differenziarti dalla massa? Affidati alla directory media e rendi il tuo brand più umano. Sorprendi il mercato e crea post con uno storytelling interessante.

Tags: Storytelling