10 errori di posizionamento che danneggiano il tuo SEO

SEO

Ci sono errori di posizionamento che sono evitabili e condizionano seriamente la posizione di un sito Web o blog nei risultati di ricerca dei motori di ricerca.

L’ottimizzazione del tuo sito Web e blog dovrebbe essere un elemento essenziale della tua strategia di marketing dei contenuti.

Mentre è vero che le tecniche che favoriscono un buon posizionamento SEO stanno cambiando ed evolvendo, è ancora un modo potente per attirare i visitatori nei punti vendita di qualsiasi azienda e indirizzarli verso l’imbuto di conversione. Quindi dovresti prendere in considerazione il recupero delle ultime tendenze SEO.

Le ragioni di questa costante evoluzione sono gli sviluppi dei motori di ricerca e il cambiamento delle prospettive degli utenti. Ma ci sono ancora aziende che cadono nella trappola di fare SEO in modo errato. E invece di guadagnare più traffico e aumentare i tassi di conversione, ottengono risultati che possono essere terribili.

Ci sono alcuni errori SEO comuni che sono difficili da evitare. Testare l’ottimizzazione è anche difficile perché i risultati non possono essere verificati in tempo reale, poiché le regole dei motori di ricerca sono sempre più difficili da prevedere.

Anche così, ci sono alcune pratiche che si stanno dimostrando efficaci, mentre altre sono dannose a lungo termine. Questi sono i 10 errori di posizionamento più comuni che danneggiano il tuo SEO e che dovresti evitare in modo che il sito Web della tua azienda ottenga i risultati desiderati.

10 errori di posizionamento che danneggiano il tuo SEO

1.- Scegli le parole chiave sbagliate

L’ottimizzazione ha a che fare con le parole chiave per le quali si desidera classificare il sito Web. Ma stai scegliendo quelle giuste?

Uno degli errori di posizionamento più comuni nella selezione delle parole chiave è trascurare la preferenza dei motori di ricerca e degli utenti per le parole chiave. Mentre puoi definire i tuoi prodotti e servizi in un certo modo, è più importante capire quali parole i tuoi potenziali clienti userebbero per fare riferimento a ciò che cercano.

A volte, i termini che ritieni giusti possono significare qualcosa di completamente diverso per le altre persone. Oppure potrebbero essere troppo generici. In ogni caso, ottimizzerai il sito con parole chiave errate.

È meglio fare un’attenta ricerca di parole chiave prima di iniziare l’ottimizzazione. L’uso di strumenti come KeywordPlanner, Google Trends, SEMrush e Moz Keyword Explorer di Google AdWords può aiutarti a trovare le parole chiave giuste.

2.- Uso eccessivo della parola chiave

Potresti pensare che l’uso delle tue parole chiave in ogni frase del tuo contenuto migliori il tuo posizionamento. Bene, è uno degli errori principali di posizionamento. Questa strategia non potrebbe essere più sbagliata.

In effetti, l’utilizzo di parole chiave in eccesso viene registrato come indesiderato dai motori di ricerca. Ciò significa che danneggia davvero le tue prestazioni SEO.

L’uso eccessivo delle parole chiave previste non favorirà il tuo SEO. Questo approccio renderebbe i tuoi contenuti innaturali e inutili per il tuo pubblico di destinazione.

Google sta utilizzando una speciale ricerca semantica chiamata Latent Semantic Indexing (LSI). Questo programma può riconoscere il tema dei tuoi contenuti senza la necessità di riempire i tuoi contenuti con parole chiave specifiche.

3.- Creare contenuti non correlati alle tue parole chiave

Un altro degli errori di posizionamento SEO è quello di produrre contenuti che non sono realmente correlati alle tue parole chiave. Il problema sorge quando vuoi classificare il tuo sito per una parola chiave specifica, ma non puoi focalizzare il testo sul tema per cui vuoi posizionarti.

I motori di ricerca come Google vogliono offrire ai propri utenti i contenuti più pertinenti ai termini di ricerca. Pertanto, se i tuoi contenuti non rispondono alle esigenze degli utenti, non verranno classificati bene.

Questo errore è spesso il risultato del tentativo di includere alcuni argomenti diversi in un singolo contenuto. La conseguenza è la creazione di contenuti di bassa qualità semplicemente includendo parole chiave o ottimizzando le parole chiave in un singolo articolo.

Il tuo obiettivo principale dovrebbe essere quello di produrre contenuti che corrispondano realmente alle domande e alle esigenze del tuo pubblico di destinazione. Compreso l’uso dei termini di ricerca appropriati. Quindi, i motori di ricerca possono tracciare i tuoi contenuti in modo che corrispondano alla parola chiave ottimizzata.

4.- Pubblicazione di contenuti non originali

Un altro tipico errore di posizionamento è legato alla qualità dei tuoi contenuti. Sebbene la duplicazione dei testi fosse una pratica comune in passato, oggi i motori di ricerca penalizzano questo approccio. Copiare e plagiare il contenuto è visto come una pratica spam.

Il contenuto duplicato non funziona. Vale la pena investire nella creazione di testi originali e significativi. Questo è l’unico modo per garantire che il tuo sito web non sia penalizzato e non sia incluso nelle ultime posizioni dei risultati della ricerca.

5.- Non includere tag e meta descriptions

L’ottimizzazione dei tuoi contenuti non termina dopo aver incluso una parola chiave nei tuoi articoli. I tag title e le meta descriptions sono elementi essenziali del SEO che non devono essere dimenticati.

Se li salti avrai un enorme potenziale perso per i tuoi contenuti. Questi fattori di ottimizzazione vengono presi in considerazione nei motori di ricerca quando tracciano il tuo sito web. Pertanto, se eseguiti correttamente, possono migliorare le prestazioni dei tuoi contenuti.

Un altro dettaglio tecnico che viene spesso dimenticato è quello di includere tag nelle immagini. Un altro errore di posizionamento. I tag alt degli elementi visivi che includi nei tuoi contenuti sono importanti. Dal momento che sono un altro segno di come generando gli articoli. I robot di ricerca non possono vedere le immagini, ma possono leggere i tag alt e aggiungere queste informazioni nel modo in cui indicizzano le loro pagine.

6.- Non includere collegamenti di qualità

Per ottenere il meglio dal SEO, gli esperti di marketing dei contenuti di oggi devono capire che la qualità dei link esterni inclusi nel contenuto è più importante della sua quantità.

Ecco perché è meglio assicurarsi di essere collegati a siti Web pertinenti e di solida reputazione, non a qualsiasi sito. È anche utile ricollegarsi ai siti che hanno generato un link verso di te, poiché questo porterà traffico in futuro.

Un’altra pratica controproducente quando si tratta di collegamenti è l’uso di un testo di ancoraggio inefficace. Sprechi preziose opportunità SEO, dal momento che i testi di ancoraggio hanno valore per il lettore e mettono in discussione il collegamento e la sua utilità.

Pertanto, evita di utilizzare “fai clic qui” come testo di ancoraggio. E assicurati di optare per una varietà di testi di ancoraggio. Dal momento che utilizzare lo stesso testo più volte può essere visto come spam.

7.- Non prenderti cura dei tuoi collegamenti interni

Ci sono anche errori comuni nell’includere link interni che dovresti considerare. Naturalmente, è importante pensare alle pagine con le migliori prestazioni e considerare di inserire collegamenti ad esse nei tuoi contenuti.

Questo è un modo per dare loro visibilità e creare ulteriore traffico. Ma assicurati di non includere collegamenti interni semplicemente inserendoli in un articolo se non corrispondono al tema e al focus del pezzo.

Come nel riempimento delle parole chiave, il monitoraggio e il numero corretto di collegamenti interni è fondamentale. Se il contenuto e i collegamenti non sembrano naturali, il lavoro non sarà apprezzato dai clienti target. Né verrebbe trattato favorevolmente dai motori di ricerca, in quanto può essere visto come una pratica fraudolenta.

8.- Non investire in un’esperienza veloce e gradevole per i dispositivi mobile

L’ottimizzazione SEO non riguarda solo contenuti e parole chiave. Si occupa anche della qualità del tuo sito Web, in particolare delle prestazioni sui dispositivi mobile, che sono oggi la migliore scelta degli utenti. Google e altri motori di ricerca possono riconoscere quando il tuo sito Web non è compatibile con i dispositivi mobile.

Se non hai considerato di creare una buona esperienza mobile senza problemi per il tuo pubblico, la tua posizione nei motori di ricerca potrebbe essere in pericolo. Lo stesso vale per la velocità di caricamento, poiché anche i motori di ricerca lo sottolineano.

Non dovresti essere sorpreso se un sito web lento porta a una SERP peggiore. È possibile utilizzare strumenti online come PageSpeed ​​Insights per analizzare da dove provengono i problemi di velocità e come risolverli.

9.- Non usare il potere degli influencers per le interazioni dei social network

L’ottimizzazione ha anche una dimensione social. Quando condividi i tuoi contenuti sui social network, uno dei suoi obiettivi principali è quello di attirare l’attenzione degli utenti che hanno un’influenza significativa online.

Ciò significa che i tuoi contenuti arrivano sia dal tuo pubblico di destinazione che dai motori di ricerca. Ecco perché è importante costruire relazioni con influencers e usare la loro credibilità per promuovere i tuoi contenuti.

È molto più facile dare visibilità ai tuoi contenuti quando l’utente che li condivide ha credibilità su qualche rete. Lo sviluppo delle relazioni e la diffusione strutturata attraverso persone influenti dovrebbero essere una parte indispensabile della tua strategia di ottimizzazione.

10.- Dimenticare Analytics

Ultimo ma non meno importante, l’unico modo per sapere se la tua ottimizzazione SEO funziona è monitorare i tuoi progressi. Molti inserzionisti ignorano i numeri ma questo è un grave errore. La configurazione e la revisione periodica dell’analisi sono essenziali per i risultati di ottimizzazione.

Google Analytics e Strumenti per i Webmaster di Google sono solo due dei principali strumenti che è possibile utilizzare per misurare e ottenere una panoramica delle prestazioni del proprio sito Web. Con il loro aiuto, puoi vedere come funziona la tua ottimizzazione per diversi tipi di contenuto e l’uso delle varie strategie che stai testando.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca è oggi una parte indispensabile di qualsiasi strategia di marketing dei contenuti.

Questi dieci errori di posizionamento SEO sono generalmente abbastanza comuni. Dovrai riconoscerli prima di impegnarti per ottimizzare i tuoi contenuti. Se li riconosci e non riesci a trovare la soluzione, puoi sempre contare sulla piattaforma di content marketing Coobis. Ti consiglieremo e ti aiuteremo a migliorare i risultati sui motori di ricerca.

I più popolari